statistiche accessi

Applausi per le composizioni dell’organista Paolo Bougeat

2' di lettura Senigallia 01/08/2009 - Un interessante abilissimo compositore Paolo Bougeat, protagonista del concerto svoltosi giovedì scorso, 30 luglio, alla Chiesa del Portone nell’ambito del Festival Organistico Internazionale “Città di Senigallia” (Marche – AN).

Il pubblico ha ampiamente apprezzato e sottolineato l’esecuzione dell’organista e clavicembalista valdostano con applausi e lusinghieri commenti finali. Bello l’equilibrio tra crescendo e apoteosi nella Sonata II in do op. 65 di Mendelsshon Bartholdy (per l’omaggio a nel 200° dalla nascita che caratterizza questa VIII edizione del Festival accanto a quello legato a Haendel). Molto bello l’Adagio op.11 di Samuel Barber trascritto per organo.


Ma a restare particolarmente impresse nei presenti sono state le partiture tra le cui righe ci sono la competenza e il guizzo geniale di Bougeat, quelle originali da lui composte come la “Fugue sur les jeux d’anches” e il bis tra impronte di Messiaen (di cui è ricercatore attento) e Alain o anche la affascinante cadenza scritta per il Praeludium di Johann Christoph Kellner. “Bougeat ha tratti di genialità molto interessanti e personali – ha commentato il direttore artistico del Festival, Maestro Federica Iannella, organista lei stessa - uno stile compositivo per nulla scontato come invece capita oggi di sentire e intriso di padronanza della scrittura, di abilità nella differenziazione timbrica, nella conoscenza e nell’adattamento dello strumento a quello che vuole dire come autore. In questo senso, proprio come autore, Bougeat ha sicuramente una genialità e molte cose da dire”.


Il prossimo appuntamento con il Festival Organistico Internazionale è per il 6 agosto con l’organista e direttore d’orchestra Arno Hartmann alla Chiesa del Portone. Il programma prevede un duplice omaggio, sia a Haendel che a Mendelsshon – Bartholdy. L’edizione 2009 del Festival inaugurata il 9 luglio, propone 7 concerti a cadenza settimanale, ogni giovedì fino al 20 agosto, con interpreti nazionali e internazionali. I concerti si svolgono nella Chiesa di Santa Maria della Neve detta del Portone (organo contemporaneo) e nella Chiesa Santa Maria Assunta detta dei Cancelli (organo storico). Anche quest’anno, ogni appuntamento viene ripreso e trasmesso in diretta su uno schermo attraverso cui il pubblico ammira il gesto musicale dell’esecutore in cantoria, oltre ad ascoltare il respiro delle duemila canne d’organo in azione.


Il Festival Organistico Internazionale di Senigallia è curato dal Maestro Federica Iannella, promosso e sostenuto dalla Fondazione Uccellini-Amurri, dal Comune di Senigallia – Assessorato alla Cultura, da alcuni sponsor privati (Banca delle Marche, BBC Corinaldo, S.E.D.A. Jesi, Ristorante Bano, O.F. di G. Moschini) e in collaborazione con la Diocesi di Senigallia. Info www.organsenigallia.com








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2009 alle 14:28 sul giornale del 01 agosto 2009 - 2548 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Festival Organistico Internazionale





logoEV
logoEV
logoEV