Salvioni: la Ciminiera dell\'ex area Sacelit Italcementi non si tocca

ferdinando salvioni 1' di lettura Senigallia 31/07/2009 - \"In autunno una grande iniziativa pubblica per difendere i lavoratori ed il simbolo della loro identità. Siamo in pieno accordo con quanto affermato dal Sindaco Angeloni in merito alla sciagurata proposta di demolire la ciminiera\".

Cio\' rappresenterebbe un danno gravissimo all\'identità della nostra città, alla sua storia operaia fatta di lotte e di conquiste dei lavoratori, alla tragedia umana causata dalle tanti morti. Chi ha proposto nelle scorse settimane di smantellare il simbolo della città ha dimostrato di non conoscere la storia di Senigallia, del suo movimento operaio e dei lavoratori che hanno costruito lo sviluppo e la crescita del nostro territorio negli anni del dopoguerra e nei primi anni sessanta.


Le affermazioni e le prese di posizioni in merito dell\'Amministrazione comunale ci convincono appieno e trovano il nostro pieno apprezzamento e sostegno tanto che auspichiamo si possa organizzare in autunno, assieme al movimento sindacale, alle forze politiche democratiche della città, una iniziativa pubblica che ricordi il sacrificio di tutti quelli che hanno lavorato nell\'area Sacelit Italcementi, delle loro famiglie sancendo il valore simbolico nel futuro prossimo della nostra città.


Il nostro Partito si rende promotore di questa iniziativa aperta a tutta la città per ricordare il passato e soprattutto per rimettere al centro dell\'agenda poltica della città i lavoratori e le lavoratrici, i giovani che cercano il lavoro in questo momento di grande difficoltà e di crisi economica ed occupazionale.


da Ferdinando Salvioni
Comunisti Italiani





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2009 alle 18:02 sul giornale del 31 luglio 2009 - 3090 letture

In questo articolo si parla di politica, pdci, ferdinando salvioni





logoEV