Controlli in città: ancora tensione tra Mezza Canaja e forze dell\'ordine

corteo mezza canaja 2' di lettura Senigallia 15/07/2009 - Viene controllato dai militari ma si rifiuta e viene arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. E\' successo lunedì intorno alle 19 nel parcheggio del Matt Bar, lungo via Raffaello Sanzio. L\'episodio però ha provocato la reazione dei ragazzi del centro sociale autogestito Mezza Canaja che in corteo si sono diretti fino davanti alla caserma dei militari.

Yousefh Saad, straniero, è stato fermato da una pattuglia dei Carabinieri per un controllo dei documenti. Dopo aver lasciato il permesso di soggiorno ai militari, il ragazzo è rientrato all\'interno del bar. Al richiamo dei Carabinieri, che lo esortavano a restare sul posto per ulteriori accertamenti, la situazione è precipitata. L\'extracomunitario si sarebbe rifiutato di seguire i militari in caserma. Di qui il tentativo dei due militari di ammanettare il ragazzo che a quel punto avrebbe iniziato a divincolarsi. Il ragazzo si sarebbe gettato a terra mentre i due militari cercavano di trattenerlo per evitare che sbattesse la testa contro un vaso e per ammanettarlo.


Il giovane però nega che le cose siano andate così. Secondo il Coordinamento migranti Terza Italia, l\'Ambasciata dei diritti e il csoa Mezza Canaja, il giovane sarebbe stato invece \"picchiato\". Alle 22,30 alcuni manifestanti si sono diretti per protestare sotto la caserma dell\'Arma dei Carabinieri dirigendosi poi in corteo fino in via Carducci. \"Chiediamo a chi governa questa città di prendere una posizione netta contro chi non rispetta i diritti delle persone, per una città che sia veramente democratica, antirazzista e solidale\" - ha detto Nicola Mancini, del Csoa Mezza Canaja.


Sta di fatto che l\'extracomunitario è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e dopo una notte in caserma è stato rimesso in libertà.








Questo è un articolo pubblicato il 15-07-2009 alle 18:19 sul giornale del 15 luglio 2009 - 7666 letture

In questo articolo si parla di cronaca, mezza canaja, francesca morici, carabinieri





logoEV
logoEV