Paradisi: in cinque anni il \'Teatro alla Panna\' ha percepito oltre 81 mila euro

teatro 2' di lettura Senigallia 09/07/2009 - Non avevo nemmeno fatto in tempo a denunciare l’inizio di una grandine di denaro pubblico per diverse associazioni culturali in vista delle prossime elezioni, che proprio l’altro giorno il servizio attività economiche e culturali del Comune ne ha messo a segno un’altra. Questa volta con risvolti politici francamente imbarazzanti.

Non è azzardato parlare di scandalo politico. Con determina che deve ancora essere pubblicata, il dott. Paolo Mattei, su incarico dell’Amministrazione, ha firmato un contributo per 17 mila euro (sic!) in favore del “Teatro alla panna” per l’edizione 2009 della rassegna “Baracche e burattini”. Uno dei due responsabili dell’associazione è Roberto Primavera, portavoce dei verdi di Senigallia, partito fedelissimo di maggioranza. Colui che ingiuriò pubblicamente i consiglieri comunali di opposizione definendoli molto poco elegantemente “sgherri”.

Fu un’aggressione vile, una caduta verticale di stile e di educazione civica (pari soltanto alla volgarità con la quale l’assessore Ceresoni si era rivolto all’opposizione con parole grevi che stonavano in un consesso istituzionale). Ora l’associazione di Roberto Primavera (portavoce zelante degli interessi politici della maggioranza) incassa, per l’estate 2009, 17 mila euro. Una cifra davvero di tutto rispetto. Ma non è tutto. Ho voluto personalmente verificare, dal 2005 ad oggi, quanti contributi pubblici aveva percepito questa associazione. Il risultato è sbalorditivo: 12 mila euro nel 2005; 12 mila euro nel 2006; 21 mila euro nel 2007; 19 mila euro e rotti nel 2008.

In cinque anni l’associazione del portavoce dei verdi ha percepito oltre 81 euro di contributi pubblici. Soldi nostri. Non è in discussione la valenza artistica dell’iniziativa. Ma a tutto c’è un limite. Neanche nei paesi sudamericani vi è tanta spudoratezza politica. Nulla di illecito sia chiaro. Non siamo nel campo del non consentito. Ma mi domando: è serio e opportuno finanziare in maniera così massiccia le associazioni dei propri amici e alleati politici? Che credibilità politica possono avere oggi i verdi quando prendono la parola per difendere a spada tratta le scelte dell’Amministrazione e per attaccare a testa bassa i consiglieri di opposizione, anche sul piano personale?

Aspetto un atto chiaro e limpido: l’associazione “Teatro alla panna” rinunci all’ennesimo contributo non ancora erogato. Dimostrino i verdi e il loro portavoce di avere a cuore il bilancio comunale sgomberando anche il campo da ogni ambiguità politica nei rapporti con la pubblica Amministrazione.

da Roberto Paradisi
Coordinamento Civico




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2009 alle 19:47 sul giornale del 09 luglio 2009 - 7116 letture

In questo articolo si parla di teatro, roberto paradisi, politica, coordinamento civico, teatro alla panna





logoEV
logoEV