Corinaldo: un ciclo di conferenze sul Bronzetto di S. Apollonia

bronzetto di corinaldo 1' di lettura 09/07/2009 - Inizia con oggi 9 luglio, alle ore 21.00, presso la Chiesa di S. Maria in Portuno (Madonna del Piano) di Corinaldo un ciclo di conferenze organizzate dal Comune di Corinaldo, dalla Parrocchia San Pietro Apostolo, dalla Soprintendenza Archeologica per le Marche e dall’Università di Bologna – Dipartimento di Archeologia – con la relazione del dott. Gabriele Baldelli, della Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche “Sul Bronzetto arcaico di S. Apollonia.

Aspetti tecnici e stilistici” Il Bronzetto alto cm. 24, è stato ritrovato a Corinaldo: la sua produzione è collocata negli anni 500-480 a.C., ad opera di un’officina etrusca settentrionale, e sembra unire i caratteri stilistici migliori della serie fabbricata a Populonia con quelli di fabbrica aretina. I due perni infissi sotto i piedi fanno pensare che il bronzetto fosse collocato su un supporto di pietra, come era uso nei santuari: in tal modo la figura del devoto si presentava individualmente alla divinità, messa in rilievo dalla base.


Il bronzetto normalmente custodito ad Ancona, presso il museo Archeologico Nazionale delle Marche, è stato eccezionalmente concesso in visione alla popolazione, tramite il comune di Corinaldo, per un breve periodo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-07-2009 alle 15:11 sul giornale del 09 luglio 2009 - 1550 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo


mori giuseppe

Interessante argomento.<br />
Mi paicerebbe sapere in quale luogo preciso è stato ritrovato e quando.<br />
Grazie<br />
Mori Giuseppe<br />
mori@ipsnet.it




logoEV