Sicurezza dei trasporti merci: Impegno concreto per l’arretramento della ferrovia

ferrovia 1' di lettura Senigallia 03/07/2009 - I tragici fatti di Viareggio pongono al centro del dibattito pubblico la questione della sicurezza del trasporto merci, soprattutto in prossimità dei luoghi più sensibili.

Nella provincia di Ancona, questo è il caso del sito che ospita la raffineria Api di Falconara. Per rassicurare e sgombrare il campo da legittimi timori interviene l’assessore provinciale alle Infrastrutture della grande viabilità Antonio Gitto.


“Gli attuali margini di sicurezza intorno al sito dell’Api – spiega Gitto – sono buoni e ciò lo si deve anche agli interventi messi in atto in questi anni dalla nostra amministrazione in sinergia con le altre istituzioni del territorio che hanno portato ad un effettivo decentramento della mobilità”.


“Tuttavia – prosegue l’assessore – la totale messa in sicurezza resta un impegno prioritario per il nostro ente, che intendiamo perseguire attraverso il nostro progetto di arretramento della ferrovia da Falconara a Senigallia.


Intervento che, rendendo fruibile una porzione più ampia di territorio, gioverà anche alla qualità della vita dei cittadini residenti nei comuni interessati e rappresenterà un contributo concreto allo sviluppo economico dell’intera area”.


“La prossima settimana – conclude – mi mobiliterò personalmente con la Regione Marche affinché al più presto si possa giungere a un punto di intesa con il ministero delle Infrastrutture sul progetto che è e deve continuare a essere percepito come un intervento per la provincia e non come il by pass di Falconara”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-07-2009 alle 14:35 sul giornale del 03 luglio 2009 - 2449 letture

In questo articolo si parla di attualità, provincia di ancona, sicurezza, ferrovia, osimo, senigallia, ancona, fabriano