Mancini: sull\'ex Sep Donatiello non la racconta giusta

roberto mancini 2' di lettura Senigallia 30/06/2009 - Devo rilevare, anche con un certo e sincero rammarico, che stiamo assistendo alla \"mangialardizzazione\" del consigliere Donatiello che, infatti, riguardo all\'area ex SEP, non la racconta né in modo completo né in modo corretto.

Innanzitutto, l\'opposizione aveva presentato ben tre emendamenti (primo firmatario il sottoscritto) per escludere con certezza l\'edificazione di un nuovo edificio di 2800 metri quadrati, previsto dal progetto presentato dalla Giunta, ma gli emendamenti sono stati respinti dalla maggioranza.


Poi, il testo dell\'emendamento da lui presentato conserva non poca ambiguità, perché afferma \"di escludere la suddetta previsione...al fine di poter valutare più approfonditamente la fruibilità dell\'area pubblica a seguito della definizione delle infrastrutture primarie\". A parte il linguaggio contorto, criptico, frutto evidente di una faticosa mediazione in maggioranza, che succederebbe se la valutazione non fosse positiva? Si tornerebbe alla previsione di costruire? E una volta che le infrastrutture primarie (strade, ponti, rampe ecc.) saranno definite, ci sarà spazio per la piazza o per l\'edificio? Non ci è dato saperlo. Di fronte a tanta ambiguità ed indeterminatezza, ho, quindi, votato contro l\'emendamento di Donatiello.


Colgo, comunque, l\'occasione per ricordare che il primo dei nostri emendamenti respinti, chiedeva di trasferire la capacità edificatoria dell\'ex SEP all\'interno del comparto ex Sacelit Italcementi in modo da dare luogo ad un processo virtuoso per reperire risorse finanziarie per la sistemazione funzionale di Palazzo Gherardi. Siccome il risanamento di tale prezioso edificio viene sempre rinviato per mancanza di fondi, in questo modo sarebbe stato possibile prendere, come si dice, due piccioni con una fava: la piazza in prossimità alla darsena Bixio ed il risanamento del Palazzo a suo tempo donato alla città per l\'educazione e l\'istruzione dei giovani. Perché la maggioranza ha respinto questa proposta?





da Roberto Mancini
Rifondazione Comunista





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2009 alle 18:01 sul giornale del 30 giugno 2009 - 2835 letture

In questo articolo si parla di rifondazione comunista, roberto mancini, politica


Magari non sarò spesso daccordo con Mancini, forse mai, però mi piace lo stile che ha usato in questo suo comunicato: ha elegantemente ripassato la palla dall\'altra parte e, devo ammetterlo, pure in maniera convincente.<br />
Mi piacerebbe se la campagna elettorale mantenesse sempre di questo tipo di toni e atteggiamenti domanda(azzeccata)-risposta(altrettanto azzeccata) per i prossimi mesi.

Come commento personale in qualità di Presidente dell\'associazione ALA lotta all\'amianto che rappresento, colgo l\'occasione quanto sia stata e sarà l\'intesa che ho potuto avere con il Sig. Mancini Roberto riguardo l\'iter burocratico e non facile riguardo la bonifica degli ex stabilimenti Sacelit-Italcementi,non ancora ultimata.La cosa che più fa specie e come sia stato l\'unica persona politica rappresentante in Consiglio Comunale che abbia fatto degli interventi circa l\'amianto, la bonifica dei due stabilimenti, il censimento ed in particolare l\'UNICO che mi abbia ascoltato,anche per episodi annessi a tale problematica che a mio avviso DEBBA RIMANERE DI POCA IMPORTANZA da parte della maggior parte dei POLITICI di SENIGALLIA.Forse perchè è un PROBLEMA CHE SCOTTA E NON PORTA VOTI? MA LA SALUTE PUBBLICA E\'MOLTO PIU\' IMPORTANTE DELLA POLITICA E DEGLI INTERESSI DI EDIFICAZIONI E DI MEGA PROGETTI PER POCHI....................................




logoEV