Approvato dal Consiglio Comunale il Piano del Porto

porto senigallia 27/06/2009 - Il Consiglio Comunale ha approvato giovedì sera il piano regolatore del porto, che contiene al suo interno numerosi elementi preziosi e qualificanti per la città.

Il piano indica infatti le linee strategiche per la viabilità pedonale, ciclabile e veicolare sul nostro lungomare, per il collegamento tra i due lungomari e anche tra questi e il centro storico, così come contiene un piano di offerte per la valorizzazione della pesca e più in generale per lo sviluppo futuro del nostro porto.


Il progetto offre dunque le indicazioni necessarie per valorizzare le peculiarità della struttura portuale di Senigallia, situata nell’immediata prossimità dell’abitato, definendo collegamenti e percorsi che in realtà sono stati in parte già realizzati attraverso le tante operazioni che sono sotto gli occhi di tutti, mentre altre soluzioni sono contenute nello strumento adottato ieri dal Consiglio Comunale. Anche le intrinseche caratteristiche legate alla pesca, al diportismo e alle altre attività di servizio saranno valorizzate da questo piano, che declina in particolare occasioni di miglioramento per i servizi ai pescatori e per la commercializzazione del loro prodotto, ma prevede anche strutture per ittiturismo e in favore della piccola pesca, oltre che progettare elementi di carattere turistico-ricettivo.


Il piano pensa anche alla nautica e al diportismo, attraverso l’ampliamento delle darsene e la realizzazione di una spiaggia attrezzata e di tutti i servizi connessi. Si tratta di quella che in passato si chiamava “cantieristica” e che oggi può essere riunita sotto la definizione di attrezzature a servizio del porto: queste trovano oggi nel piano risposte determinanti per la valorizzazione dell’area portuale e delle imprese che vi lavorano.


Nei prossimi giorni – dichiara l’Assessore comunale alle Infrastrutture, Maurizio Mangialardi avremo modo di approfondire una per una le singole tematiche con la città. Per il momento mi preme rivolgere un sentito ringraziamento al Presidente della Commissione consiliare competente, Giulio Donatiello, e ai consiglieri comunali che hanno condiviso questo importante progetto, comprendendone le prospettive di qualità per l’esaltazione del legame tra porto e città. Sento poi il dovere di ringraziare tecnici e assessori della Regione Marche, con cui abbiamo condiviso e ai quali trasmetteremo questo progetto. Infine, il mio ringraziamento va a tutti i progettisti: l’ing. Mancinelli, l’ing. Solustri e l’arch. Ceccarelli, oltre all’ing. Bocci per quanto riguarda la viabilità, nonché all’ing. Roccato, al geom. Simonetti e a tutta la struttura comunale, che ha saputo lavorare in maniera ineccepibile.”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-06-2009 alle 14:36 sul giornale del 27 giugno 2009 - 3879 letture

In questo articolo si parla di porto, attualità, comune di senigallia, senigallia, porto di senigallia


paolo landi

la città deve rifiutare un progetto così scadente imposto, arruffato, sporadico, corretto fino all\'ultimo giorno e probabilmente non condiviso perchè non è esistito il confronto con la città, con le categorie e con gli operatori. bisogna fare il possibile attraverso l\'informazione e le osservazioni per dare ancora una speranza di sviluppo turistico ed economico alla città altrimenti compromesso per sempre.Ciò che è ancor più grave è che non si sono volute nemmeno mettere a confronto soluzioni tecnicamente più funzionali e meno costose.

Se riusciamo a trasformare le auto in fogli di cartone sto ponte su via Corridoni si può fare.<br />
Dato che siamo in periodo di demolizioni varie in ambito portuale, demoliamo mezza via Panzini lato monte tra la ferrovia e la statale e l\'accesso all\'area ex Sacelit Italcementi va ottimamente bene.

A questo punto son davvero curioso di vederlo, quantomeno per capire \"carta alla mano\" quali sono le ipotesi finali.<br />
Poi sarò curioso di vedere come hanno fatto a far passare il cammello per la cruna dell\'ago.




logoEV