Cyrano de Bergerac al Gabbiano con attori davvero speciali

1' di lettura Senigallia 23/06/2009 - Le cooperativa Casa della Gioventù ed Arché hanno  presentato venerdì scorso al Cinema Teatro Gabbiano lo spettacolo Ciranò de Bergerac, interpretato dagli operatori e dagli utenti delle cooperative.

Lo spettacolo ha riempito il Gabbiano in ogni ordine di posti. Cirano è stato scelto per non aver paura di mostrare il suo naso, per il suo essere se stesso e non altri.

Tantissimi gli attori che si sono alternati sul palco, incoraggiati da grandinate di applausi. I panni di Cirano, Cristiano e Rossana sono stati interpretati, atto dopo atto, da attori diversi, indifferentemente uomini o donne, proprio per sottolineare come tutti noi siamo un po\' Cirano.

Dopo dieci mesi di preparazione il risultato è stato eccellente ed al pubblico, oltre che una bella commedia, è arrivato un forte esempio di vita.









Questo è un articolo pubblicato il 23-06-2009 alle 01:00 sul giornale del 22 giugno 2009 - 1768 letture

In questo articolo si parla di disabili, teatro, michele pinto, casa della gioventù, spettacoli, arché


Alice76

Bravi Ragazzi!!!!<br />
...dalla vostra amica & ammiratrice!!<br />
Alice ;-)

Anonimo

lo spettacolo è stato sorpendete. illavoro fatto dagli educatori e il risultato ottenuto con i ragazzi del centro fanno capire il valore di quello che la cooperativa nella sua interezza è, il rifugio dove la vita diventa normale e qualche volta arriva a valere anche di più della normalità.<br />
grazie ragazzi.

Gilberto Cavallari

Uno sforzo notevole, un lungo lavoro, una pazienza certosina, hanno fatto si, che i ragazzi del centro arena coadiuvati dai loro assistenti, mettessero in opera una commedia dai toni di libertà, individualità e di spirito libero. Essere se stessi senza vergognarsi dell\'esteriore. Così è stato rappresentato il Cyrano di Bergerac dai numerosi ragazzi del centro, che con una gran voglia di fare, hanno fatto sorridere la platea che aveva riempito tutta la sala del cinema Gabbiano, mostrando alla gente non la loro diversità, ma la voglia di essere se stessi pur nelle dificoltà, la voglia di vivere nell\'amore e nella integrazione sociale come ogni persona umana. Grazie ragazi per averci donato una serata davvero speciale, ci avete fatto sorridere ma anche piangere, perchè abbiamo visto la gioia nel vostro volto, quella gioia che a volte ai normali sfugge e non sanno comprendere. Grazie operatori del centro arena siete stati magnifici.




logoEV