Il Cater dice \'no\' al comitato anti-complanare, Mangialardi incontra gli agricoltori

3' di lettura Senigallia 12/06/2009 - Mentre il Comune fa incontrare Società Autostrade e associazioni degli agricoltori per gli indennizzi degli espropri, Caterpillar “mette” il bavaglio al comitato “Versus complanare e non solo”.

La promessa di concedere ai rappresentanti del comitato due minuti durante il collegamento delle 13 di ieri da piazza Roma è stata disattesa. E i residenti, che protestano contro la realizzazione della complanare considerata un vero eco-mostro, sono rimasti con un palmo di naso.


La redazione di Caterpillar ci ha negato i due minuti di diretta come promesso invece ieri insinuando quasi che non avessimo capito bene e che l\'assenso era ipotetico -affermano le portavoci del comitato Anna Manoni, Susanna Vignoli e Francesca Angeletti- la redazione ha motivato il diniego adducendo che la nostra protesta è localistica e che la trasmissione tratta invece argomenti di portata nazionale. Noi crediamo che le problematiche inerenti l\'eccessiva cementificazione e l\'incremento dello smog sono problemi locali così come nazionali e che i nostri cortili non hanno confini ma formano i cortili di tutta Italia”.


Il comitato dopo in “no” di Caterpillar non si arrende e annuncia blitz a sorpresa dunta te il Caterraduno. E\' arrivato invece un\'apertura al dialogo da parte di Legambiente che durante la manifestazione ha diversi banchetti allestiti nel centro storico. “Durante l\'estate continueremo a mettere in campo varie iniziative volte a richiamare anche l\'attenzione dei turisti, piaccia o no a chi l\'asfalto e il cemento vuole usarlo anche metaforicamente per tapparci la bocca! -aggiunge il comitato- . Oggi pomeriggio saremo ospiti di Legambiente in via Carducci con un nostro banchetto. Lungi da noi qualsiasi nota polemica con una trasmissione che è divertente e ironica. Si vede però che la presenza di un comitato composto da semplici e liberi cittadini è temuta come una chissà quale forza d\'urto o di pressione nei confronti dell\'opinione pubblica”.


Mentre andava in onda la diretta di Caterpillar di ieri mattina, a pochi metri di distanza, in Comune, l\'assessore all\'urbanistica Maurizio Mangialardi incontrava le associazioni degli agricoltori, interessate dalla maggior parte degli espropri per la realizzazione della terza corsia dell\'A14 e della complanare, insieme al responsabile del procedimento per Società Autostrade Marco Rossi. A rappresentare gli agricoltori c\'erano Copagri, Cia, Unione degli Agricoltori e Coldiretti. “Continua l\'azione dell\'Amministrazione per ridurre le problematiche che possono insorgere con la realizzazione delle due infrastrutture -ha spiegato l\'assessore Mangialardi- l\'esito dell\'incontro direi che è stato positivo dal momento che Società Autostrade ha indicato possibilità di riadeguare le offerte per la valutazione dei sovrasuoli e delle indennità finali che potrebbero quindi avere un valore maggiore di quello inizialmente indicato. L\'obiettivo finale è quello di arrivare ad un equo indennizzo, migliorativo, per tutti gli espropri”.


Sulla polemica aperta dai residenti secondo cui gli incaricati di eseguire gli espropri girano di casa in casa mostrando il progetto finale della complanare del 2007 e non quello esecutivo del 2008, Mangialardi precisa che “gli espropri si basano proprio sul progetto definitivo e non su quello esecutivo che consta di alcune modifiche proposte dal Comune a seguito delle richieste dei residenti”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-06-2009 alle 23:55 sul giornale del 13 giugno 2009 - 5849 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, caterraduno, Comitato Versus Complanare


Ma hanno fatto benissimo a non darvi spazio, scelta più che giustificabile. Ma scusate io di Milano, Napoli, Torino o Roma che mi frega se a Senigallia (dov\'è che è? Nelle Marche o nell\'Umbria? Mia sa in Abruzzo) C\'è o non c\'è la Complanare. La redazione del programma ha fatto una scelta in linea con la radio (che non si ferma a Numana ma arriva in tutt\'Italia). L\'unico punto negativo è nel dietrofront. Secondo me non dovevano darvi nemmeno la speranza di parlare. Alla vostra richiesta bastava rispondere: \"Vi siamo solidali ma No!\". <br />
Abbiamo fatto fare una bruttissima figura alla città. Stiamo fagocitando il Caterraduno per farne uno strumento politico. Credo che la favola finisca quest\'anno.

ah Jimmi Fontana.......volevo vede se ti alzano un muro alto 3,80 matri davanti casa se eri incavolato oppure no.....per cortesia....

Ma certo che mi sarei incavolato, ma non con il Caterraduno. Una trasmissione RadioRai in diretta nazionale non è il palco per lanciare lamentele di quartiere (Senigallia è la periferia d\'Italia -per fortuna-). Dico al Comitato di non piangere se Cirri e Solibello hanno sorvolato sulla vostra questione. Anche se non vi hanno dato 2 (inutili) minuti di diretta nazionale sull\'argomento, che di certo non avrebbero portato a nulla, vi hanno permesso di monopolizzare la prima pagina dei media locali...e vi pare poco??? Su Comitato usate gli strumenti giusti per lamentarvi e non colpevolizzate la redazione di Caterpillar che stra-giustamente vi ha ignorato.

E\' legittimo che tu sia incavolato e che tu cerchi qualsiasi vetrina per far conoscere la cosa!<br />
ma è altrettanto legittimo che non ti diano spazion su una rete nazionale in una trasmissione che ha una audience su tutt\'italia!

Caterpillar da sempre questi spazi nelle proprie trasmissioni: anche su materie estemporanee. Il fatto che stavolta sul piatto ci fosse qualcosa di così importante e sia stato negato, rientra nella logica dell\'intimidazione...<br />
<br />
Su chi abbia fatto pressioni, lascio ai lettori la decisione...

Francesco

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Certo che si riesce a fare dietrologia su tutto...<br />
<br />
Alberto Bartozzi

\"Noi crediamo che le problematiche inerenti l\'eccessiva cementificazione e l\'incremento dello smog sono problemi locali così come nazionali e che i nostri cortili non hanno confini ma formano i cortili di tutta Italia”.<br />
<br />
Però quando si parla con i singoli spesso vengono fuori discorsi del tipo: \"ma se si facesse a monte?!\" Quindi lasciate perdere i cortili di tutta Italia, purtroppo a volte sento un \"ambientalismo da giardino\" e sarebbe anche concepibile tutto sommato, poi ci sono gli \"ambientalisti riciclati\" che cavalcano l\'onda dei comitati.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Per favore, non ficcate Caterpillar dentro queste questioni.<br />
Ci mancherebbe solo quello...

lupus

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Ahahaha, ma ve lo immaginate la zaira che dà ordini a Cirri e Solibello. Ahahaha. Ma andate al mare invece di pensare queste cavolate. L\'Angeloni e tutta l\'amministrazione ogni anno strisciano dvanti all\'irreverente duo affinchè tornino anche l\'estate prossima a salvare la stagione turistica (almeno la prima parte).<br />
Caterpillar ha sempre dato spazio a queste cose? Vero. Ma un conto è la redazione che cerca te e la tua storia e che ne capisce la capacità ironica. Un altro conto siete voi che andata a rompere a loro...e di ironia nemmeno l\'ombra. Ripeto la redazione di Caterpillar a fatto benissimo ad ignorarvi.<br />
<br />
PS: Alla fine c\'è anche il Summer, li si che si protesta. Ahahaha

lupus

Off-topic

vivere senigallia,ho letto commenti,più forti di quelli che scrivo. come al solito i miei non vengono mai pubblicati perchè.ciao

lupus

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Off-topic

Lupus, devi registrarti per poter commentare.<br />
I tuoi commenti sono sconsigliati perché anonimi.

lupus

Commento sconsigliato, leggilo comunque

lupus

Off-topic

va bene ci penserò,grazie michele ciao.


A mio avviso il problema dei cantieri, che sia a Sinigallia, che sia la TAV o la base americana a Vicenza e via dicendo è che sono visti, per la maggior parte delle persone, sempre come un problema di chi ci vive e non dell\'intera società italiana. Fa parte dei signori \"cementini\" la logica di far passare questo messaggio e i commenti riportati dimostrano ampiamente quanto dico. Invece no cari amici, e mi rivolgo in primi a chi adesso non vuole il muro alto davanti casa, il traffico, ect ect. Ma non vi ricordate quando sbuffavate davanti alle immagini delle persone che protestavano contro la TAV, a Vicenza o nel napoletano mentre aprivano le discariche sotto le finestre delle abitazioni? Dove eravate? Anzichè manifestare in sostegno di quelle perosone, criticavate alla cieca, in linea con il pensiero del governo. Adesso è il vostro turno e nessuno si strappa i capelli per voi, se non si impara che in questi casi la protesta è collettiva, che certi diritti, come quello di vivere in un posto sano è un diritto primario di tutti, sia dei Signori che non vogliono la complanare ( e io mi associo )ma anche di chi vive a 600km, passerà sempre il messaggio \"costruite pure tutto, inceneritori, centrali atomiche, fate trafori e discariche, purchè non sia nel mio giardino\". Adesso vi lamentate che il maggior sponsor della trasmissione radiofonica non vi conceda la possibilità di protestare? Perchè le reti televisive commerciali e pubbliche hanno forse fatto mai chiarezza sulle motivazioni delle numerosissime proteste sparse in tutta Italia? Imparate a non essere individualisti ma sempre collettivi, sia nei diritti che nei doveri.




logoEV
logoEV