I dati dell\'ARPAM certificano l’impatto \'zero\' dell’antenna delle Saline

ceresoni 2' di lettura Senigallia 06/06/2009 - Il Dipartimento Provinciale dell’ARPAM ha diffuso i risultati del monitoraggio dell’elettrosmog effettuato attraverso la centralina fissa installata nel centro sportivo delle Saline.

I valori dei livelli di campo elettromagnetico rilevati nell’impianto a servizio della telefonia mobile collocato nella zona si riferiscono al mese di aprile 2009 e sono di assoluta tranquillità: tutti i dati riscontrati, che confermano quelli dei mesi precedenti, sono infatti risultati inferiori non soltanto alla soglia di attenzione, (6 V/m) ma persino alla sensibilità strumentale della sonda di misurazione della centralina (che è pari a 0,5 V/m).



Questo eccellente risultato è stato possibile grazie al fatto che, essendo l’impianto tecnologico delle Saline situato in un’area di proprietà comunale, l’Assessorato all’Ambiente ha potuto in fase di valutazione del progetto avanzare all’Ente gestore tutta una serie di prescrizioni (riguardanti ad esempio il quadro radioelettrico – potenze e tiltaggio – come anche l’altezza del palo portantenna) volte a tutelare la salute pubblica in modo puntuale e al tempo stesso sostanziale, ottenendo di fatto un’antenna certificata “a impatto zero”.



Il piano predisposto dall’Amministrazione per tutelare la popolazione e l’ambiente dall’inquinamento elettromagnetico sta quindi producendo ottimi effetti: richiamando il principio di precauzione, il piano promuove l’abbattimento dell’inquinamento individuando l’uso di aree comunali come strumento per effettuare un sempre maggiore controllo sugli impianti a servizio della telefonia mobile. Il posizionamento dell’impianto in zona Saline ha infatti permesso la delocalizzazione dell’impianto di telefonia mobile installato sopra l’hotel Cristina, dove si erano registrati negli anni scorsi superamenti dei limiti previsti per i valori di campo elettrico.



L’Amministrazione proseguirà naturalmente in maniera scrupolosa la sua attività di controllo sul nuovo impianto delle Saline per mezzo di un monitoraggio svolto in collaborazione con Provincia di Ancona e ARPAM attraverso centraline fisse e operanti in continuo – 24 ore al giorno per tutti i giorni dell’anno – su tutta la zona interessata, cioè sia nelle zone residenziali del quartiere, sia negli impianti sportivi adiacenti. I relativi valori di esposizione saranno periodicamente comunicati a tutti i canali di informazione locali, procedendo inoltre alla loro affissione sulle bacheche degli impianti sportivi della zona.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2009 alle 16:06 sul giornale del 06 giugno 2009 - 2396 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, ceresoni


Una sonda con sensibilità di 0,5 V/m è veramente una ciofega...