Doppia replica al Teatro Portone per \'L\'diavul fa l\'pentul ma no i cuperchi\'

teatro 2' di lettura Senigallia 02/06/2009 - Doppia replica presso il Teatro Portone di Senigallia per L DIAVUL FA L PENTUL MA NO I CUPERCHI (ovvero Se il tempo fosse un gambero), la nuova commedia musicale in vernacolo senigalliese co-prodotta da Teatro Time di Corinaldo (riduzione teatrale e direzione musicale di Vittorio Saccinto) e La Tela di Senigallia (adattamento-regia e traduzione in vernacolo di Laura Nigro) con il patrocinio del Comune di Corinaldo, parte attiva e fondamentale per la residenza e allestimento della produzione, venerdì 5 e sabato 6 giugno alle ore 21,15.

Questi i personaggi ed interpreti: Luisa Zardini e Elisa Testa (Adelina), Michele Castelli (Il diavolo-Max), Mauro Breccia (il re delle tenebre), Antonella Santinelli (Sora Lalla), Raffaele Mandolini (il principe), patrizia Zardini (Sora Cleofe). Le coreografie originali di Luisanna Gresta, le foto di scena e la grafica di Guido Calamosca, le scene di Mauro Morsucci e Agnese Mattioni, audio di Roberto Cerioni, luci di Giancarlo Balducci, coro Chiara e Cristina Toso e Elisabetta e Giovanna Diamantini, balletto Francesca Berardi, Irene Piazzai, Maria Savini, Sofia Lucchetti, Francesco Piazzai, Emanuele Piazzai, Marco Belogi e Rodolfo Papini, costumi di Patrizia Simonetti, aiuto regia e organizzazione di Carmen Frati, la supervisione tecnica di Francesco Pierfederici e quella artistica di Mauro Pierfederici.



Questa la trama: La sera del suo ottantesimo compleanno, Adelina, una dolce creatura molto sola, viene presa dalla nostalgia della giovinezza perduta ma soprattutto dalla curiosità di sapere come sarebbe stata la sua vita se, in un giorno lontano, avesse accettato la corte di un certo Principe. Tanto basta per risvegliare l\'interesse del Re delle Tenebre, grande collezionista di anime buone, il quale invia sulla Terra un suo emissario allo scopo di far commettere alla candida Adele quel peccato che non commise in gioventù. Il compito è modesto e non sembra presentare eccessive difficoltà.



Ma l\'incaricato di carpire l\'anima della vecchietta è una specie di impiegato di gruppo \"C\", fanalino di coda delle \"Legioni infernali\". Ma tornare indietro nel tempo non basta a cambiare il carattere di Adelina. Il nostro Diavolo ce la mette tutta per corrompere e tentare la sua preda: nonostante i suoi sforzi, la sua abilità di trasformista e l\'appoggio di Sora Lalla (madre di Adele, lusingatissima all\'idea che sua figlia possa diventare principessa) la ragazza non è di facile \"cattura\". Ma se il Male non ha presa sull\'anima schietta di Adelina, ecco che invece il Bene da lei rappresentato comincia ad esercitare un curioso fascino sul nostro Max che, proprio ad un passo dalla vittoria, compie un gesto imperdonabile per un essere infernale. Riuscirà Max a riconquistare il suo diabolico prestigio? E Adelina, riuscirà a salvarsi l\'anima? Non è detto, perché il Grande Tentatore odia le sconfitte e non demorde così facilmente...


Ingresso posto unico euro 5,00.


da Teatro Time
Produzione Spettacoli di Corinaldo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2009 alle 17:32 sul giornale del 03 giugno 2009 - 1249 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, Teatro Time