contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > SPETTACOLI
comunicato stampa

Due film al femminile alla Piccola Fenice

3' di lettura
1105

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


cinema
Due prime visioni dal 7 al 10 maggio alla Piccola Fenice di Senigallia. Giovedì 7, “Sole” di Mariangela Barbanente per la rassegna “Voglia di futuro”; sabato 9 e domenica 10 maggio “En attendant les hommes” di Kate Lane Ndiaye, secondo film della rassegna “Sguardi africani”. Inizio alle 21.15. 

Due prime visioni, due film al femminile, due sguardi profondi, forti e delicati che svelano e danno dignità a realtà attuali e viste come marginali tra Italia e Africa. Da una parte le donne braccianti in Puglia vittime del caporalato, dall’altra le donne artiste della città rossa alle porte del deserto della Mauritania. Bellissima la programmazione della prima settimana di maggio al cinema Piccola Fenice di Senigallia, che si distingue grazie a film in prima visione premiati a livello internazionale, ma raramente inseriti nei circuiti cinematografici consueti e commerciali. Giovedì 7 maggio, “Sole” di Mariangela Barbanente, sabato 9 e domenica 10 maggio “En attendant les hommes” di Kate Lane Ndiaye. Inizio alle 21,15.




La programmazione della Stagione cinematografica 2009 in corso alla Piccola Fenice del Comune di Senigallia, è a cura del circolo Linea d’ombra. Per la rassegna “Voglia di futuro” in collaborazione con la Scuola di pace, lo schermo della Piccola Fenice si accende grazie a “Sole”, film diretto da Mariangela Barbanente che ripercorre il dramma delle braccianti agricole in Puglia vittime del caporalato. Racconta i rischi e i ricatti quotidiani, la sconfitta sindacale, i sogni di chi vuole sfuggire a questa trappola in un vero e proprio road movie, al limite fra il viaggio nello spazio percorso ogni giorno dalle braccianti e quello nel tempo statico e immobile della loro schiavitù.




Vita, Teresa, Daniela e tante altre donne vivono una vita senza alternative, come già le loro nonne e le loro madri prima di loro. E pochi lo sanno fuori dai confini della loro terra. Co-prodotto dal canale Planète, “Sole” ha ricevuto una menzione speciale al Festival di Torino del 2000, ha vinto il 2° premio al festival Libero Bizzarri del 2001 ed è stato trasmesso in 15 paesi tra cui Giappone, Finlandia, Austria, Spagna, Israele. “Il fenomeno del “caporalato” non può essere affrontato in modo diretto: nessuna bracciante può concedersi il lusso di parlare contro chi le permette di sopravvivere. La sfida di questo documentario è stata lasciare che queste donne arrivassero a raccontarmi della loro vita lavorativa partendo da quella privata.




La loro quotidianità è talmente subordinata al lavoro che il “problema caporalato” impregna ogni momento della loro esistenza” (Mariangela Barbanente). Il film della rassegna dedicata al cinema africano è “En attendant les hommes” (Aspettando gli uomini - 2007), secondo documentario della regista senegalese Kate Lane Ndiaye girato nella città rossa di Oualata, alle porte del deserto della Mauritania. Presentato in anteprima nazionale all’ultimo Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina, dove ha vinto il Premio FNAC come Miglior documentario africano, il documentario segue tre donne artiste che decorano con l’argilla rossa le mura delle case della città. Tra il rosso, il color sabbia e il bianco, le donne di Oualata si muovono con i loro abiti colorati e sorridendo raccontano la loro vita e le tradizioni legate al matrimonio e alla coppia. Senza uomini, parlano e si lasciano andare a confidenze, riflettono e discutono anche di argomenti come l’aborto, con una naturalezza sorprendente. Il film è stato proiettato qualche giorno fa a Roma durante la settima edizione del RIFF (Rome Indipendent Film Festival), sorprendendo il pubblico. Il cartellone cinematografico 2009 della Piccola Fenice è realizzato dal Comune di Senigallia, a cura del circolo cinematografico Linea d’Ombra di Senigallia.



cinema

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2009 alle 11:22 sul giornale del 07 maggio 2009 - 1105 letture

All'articolo è associato un evento