x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Chester: la contea in allerta per l\'influenza suina

3' di lettura
2910
di Isabella Agostinelli
redazione@viveremarche.it

L\' \"influenza suina\" mette in allarme anche la contea di Chester.

Mentre le autorità inglesi continuano a mantenere un certo riserbo su quante persone abbiano richiesto di essere testate per il virus H1N1 nella contea, Paul Mannion, giornalista del Chester Chronicle, ha deciso di indagare più a fondo su come il Cheshire si stia organizzando per un\'eventuale pandemia.

In tutte le parti del globo, gli scienziati stanno cercando di creare un vaccino capace di guarire questa influenza che dal Messico è poi dilagata in tutto il mondo. La settimana scorsa si è inoltre verificato il primo decesso fuori dai confini messicani - un bambino americano del Texas - e le autorità della contea si stanno preparando per il peggio.

La popolazione, allarmata dalle notizie, ha, infatti, iniziato già a richiedere nei vari negozi le mascherine che potrebbero essere utili a non essere contagiati. L\'ospedale cittadino, la Countess of Chester, ha già predisposto un\'area solo per i malati dell\'influenza \"suina, anche se ancora non ci sono stati casi accertati.

Il portavoce dell\'ospedale Andrew Duggan ha detto ai giornalisti che non verranno date ulteriori notizie se non quando si riscontrasse un primo caso di malattia accertata. \"Ci stiamo comportando secondo il protocollo che deve essere seguito in questi casi. Abbiamo iniziato quindi delle operazioni preventive in modo da essere operativi ed efficienti nel caso l\'influenza dilaghi\".

Ian Callister, portavoce della \"Cheshire West and Chester Council\", ha sottolineato come la contea sia pronta a mettersi in moto nel caso di diffusione della malattia: \"siamo in continuo contatto con la società sanitaria in modo da poter coordinare al meglio le nostre azioni\". Intanto i call center degli organi sanitari della contea hanno registrato 1.300 chiamate riguardanti il virus dell\'influenza \"suina\", 238 delle quali sono state passate ai medici di condotta per degli accertamenti maggiori.

Ma l\'influenza \"suina\", oltre a creare allarmismo e preoccupazione, ha rovinato a molti il proprio viaggio di nozze. Infatti, il primo caso accertato in Inghilterra è stato proprio quello di una coppia di novelli sposi di ritorno dal Messico.

Èd è inoltre il caso di una coppia di Chester, Gemma Hopper, di 25 anni, e Neil Mackintyre-Holmes di trenta che hanno visto sfumare il loro viaggio di nozze. La coppia aveva prenotato il viaggio già nel 2007 spendendo migliaia di sterline, ma al momento nessuno dei due se la sente di raggiungere le spiagge di Cancan.

\"Pensiamo che sia meglio cancellare il viaggio e aspettare che le acque si calmino\" - ha detto Gemma - \"ma, in fondo al cuore, so di rovinare il mio matrimonio. Ho talmente paura che non desidero partire per nessun\'altra destinazione\".

\"La compagnia aerea con la quale avremo dovuto volare ci ha detto che possiamo cambiare destinazione o cancellare il viaggio\" - ha spiegato Neil - \"Il problema è che se cancelliamo perderemo il 70% del prezzo della prenotazione. Non è tanto il fatto di perdere molti soldi, ma è che non abbiamo altri soldi da mettere per un\'altra destinazione\".

Tutte le informazioni, i dati e le citazioni sono state prese dagli articoli: \"Cheshire couple forced to scrap honeymoon plans after swine flu hits Mexico\" di Paul Mannion, Chester Chronicle, 30/04/2009; \"How the Chester area is gearing up to deal withthe swine flu outbreak\" di Paul Mannion, 30/04/2009.



Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2009 alle 19:35 sul giornale del 05 maggio 2009 - 2910 letture