Assemblea Sociale: No alla privatizzazione della Bruno da Osimo

Simone Bompadre 2' di lettura Senigallia 27/03/2009 - In una nota congiunta il candidato a sindaco dell\'Assemblea Sociale Simone Bompadre, Fabio Pasquinelli (Rifondazione Comunista) e Carlo Catena (Consiglio di Quartiere Osimo Centro) stigmatizzano il progetto delle liste civiche di Latini e Simoncini di riconvertire l\'attuale scuola in appartamenti di lusso....

\"La permuta dell\'edificio che ospita da sempre la scuola Bruno da Osimo rileva una problematicità di carattere sociale ed urbanistico. Da un lato l\'amministrazione uscente continua nell\'opera di decentramento dei servizi, che sta trasformando il centro storico - un tempo anima della vita civile osimana - in un desertico dormitorio; dall\'altro ci promette di portare a compimento l\'ennesima speculazione edilizia a danno della cultura, dell\'ambiente e del servizio pubblico\".

In una nota congiunta il candidato a sindaco dell\'Assemblea Sociale Simone Bompadre, Fabio Pasquinelli (Rifondazione Comunista) e Carlo Catena (Consiglio di Quartiere Osimo Centro) stigmatizzano il progetto delle liste civiche di Latini e Simoncini di riconvertire l\'attuale scuola in appartamenti di lusso.


\"Tale progetto non ha nulla a che vedere con il sano decentramento dei servizi, in quanto comporta la chiusura delle scuole elementari diffuse sul territorio, le quali rappresentano una risorsa da difendere in termini di qualità della vita nelle frazioni e nei quartieri.La realizzazione di poli scolastici, con tanto di strutture sportive e multimediali, può andar bene per le scuole medie e superiori, mentre per i bambini è doveroso garantire strutture più ridotte ed accoglienti.


Ci opporremo fermamente alla privatizzazione della Bruno da Osimo, in quanto tale struttura rappresenta un bene intoccabile della comunità osimana, non sacrificabile agli interessi speculativi dei palazzinari. Proponiamo di adibire detto edificio - o, in alternativa, l\'ex Istituto Corridoni -, fermo restando la necessità di una scuola elementare che serva il quartiere Osimo Centro, a struttura di servizi per studenti degli istituti medi e superiori (biblioteca, sale studio, sala conferenze, mediateca, caffè letterario, forum giovanile, ufficio \"InformaGiovani\"), al fine di dare un servizio adeguato alle loro esigenze e ripopolare il centro storico di giovani osimani\".


- Osimo in Comune
- Rifondazione Comunista - Comunisti Italiani

www.osimosociale.net





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2009 alle 19:06 sul giornale del 27 marzo 2009 - 2985 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifondazione comunista, politica, osimo, fabio pasquinelli, comunisti italiani, appello sociale, osimo sociale, simone bompadre, carlo catena


\"(...)Proponiamo di adibire detto edificio, fermo restando la necessità di una scuola elementare che serva il quartiere Osimo Centro, a struttura di servizi per studenti degli istituti medi e superiori (biblioteca, sale studio, sala conferenze, mediateca, caffè letterario, forum giovanile, ufficio \"InformaGiovani\"), al fine di dare un servizio adeguato alle loro esigenze e ripopolare il centro storico di giovani osimani\". <br />
<br />
Mi semmbra il punto più importante della discussione: da un lato è vero che la Bruno da Osimo per continuare ad essere una scuola dovrebbe essere messa a norma, con un dispendio notevole di quattrini del Comune che in tempo di crisi vanno, a mio avviso, destinate al sociale e alle famiglie colpite da licenziamenti.<br />
<br />
Ma dall\'altro lato non sta scritto da nessuna parte che una volta dismessa da scuola elementare, quella struttura dovrebbe cessare di essere pubblica e lascia posto agli ennesimi appartamenti di lusso.<br />
<br />
Basta case e colate di cemento, abbiamo già oltre 2.000 appartamenti invenduti!

Dalila

Sottolineo e sottoscrivo:gli appartamenti superano i possibili abitanti. Ancora speculazioni. Una scuola elementare al centro deve essere mantenuta.

commento sconsigliato

Off-topic

giusto è proprio vero sono d\'accordo con tutti voi(solo commenti di questo tenore sono pubblicati)

Off-topic

La redazione non censura alcun commento. Ci limitiamo a sconsigliare la lettura dei commenti anonimi per incentivare i commentatori a registrarsi.




logoEV