Arcevia: \'Fai la differenza\', la raccolta differenziata passa attraverso i piccoli

3' di lettura 18/03/2009 - La soluzione di uno dei problemi più pressanti per il prossimo futuro della cosiddetta società civile e cioè quello dei rifiuti, passa attraverso un adeguato potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. 

Questo risultato però non cade dal cielo improvvisamente, ma necessita di una “nuova cultura” dell’ambiente che porti ogni singolo cittadino ad un approccio positivo verso il problema della differenziazione del rifiuto. Ben ha compreso questo, CIR 33, il Consorzio Intercomunale Vallesina-Misa per la gestione dei rifiuti che raggruppa 33 comuni delle Marche, che ha bandito un concorso/progetto per tutte le scuole primarie operanti sul territorio di propria competenza, denominato “FAI la DIFFERENZA”; progetto che ha per oggetto la educazione ambientale relativa alla raccolta differenziata dei rifiuti.

Chiaramente l’obiettivo vero è che l’insegnamento e la cultura della raccolta differenziata, passi dai piccoli studenti ai propri genitori, che grazie allo stimolo proveniente dai figli, sviluppino una maggiore consapevolezza in merito alla tematica dei rifiuti e migliorino la pratica di separazione dei materiali riciclabili da parte della popolazione.

La scuola primaria di Piticchio, dell’Istituto Comprensivo di Arcevia, Montecarotto e Serra de’ Conti, ha partecipato con entusiasmo a questo progetto e ha conseguito un riconoscimento di tutto rispetto, guadagnando il settimo posto in graduatoria, sulle trentuno scuole partecipanti al progetto.

Giovedì dodici marzo, gli alunni del Plesso scolastico di Piticchio, sono stati premiati per la raccolta differenziata fatta a scuola, durante un periodo predeterminato, alla fine del quale è avvenuta la verifica ed il peso della carta, plastica e metalli, sistemati negli appositi contenitori.

In questo modo gli alunni della scuola primaria di Piticchio, hanno imparato cosa significa differenziare e riciclare i rifiuti prodotti quotidianamente. Il Sindaco del Comune di Arcevia, Silvio Purgatori, gli Insegnanti del plesso, i Responsabili del CIR 33 e del Consorzio Nazionale Acciaio, hanno accolto i bambini e distribuito i premi. Ad ognuno di essi è stata consegnata una borsa di tela con il logo del Consorzio Nazionale Acciaio, contenente un libro/manuale utile al fine di agevolare l’approccio alle problematiche legate al riciclo dei rifiuti. Agli alunni che hanno meglio selezionato la carta, è andata in premio una piccola libreria in cartone pressato da montare e tenere nella propria aula; un frisby bianco con il logo del “CIR 33 – fai la differenza” è andato in premio a ciascun alunno componente la classe che ha meglio eseguito la raccolta differenziando le diverse tipologie di rifiuto.

Gli alunni del plesso di Piticchio, così come quelli delle altre scuole che hanno vinto questa prima tappa del percorso individuato dal progetto “Fai la Differenza”, si ritroveranno il 16 maggio p.v. al Palazzetto dello Sport di Jesi per celebrare un evento ludico educativo organizzato dal CIR 33, potendo partecipare, in questo modo, ad una giornata di giochi e didattica sulla cultura del recupero e del riutilizzo dei rifiuti riciclabili.

I nostri alunni hanno partecipato con entusiasmo a quello che, partito all’inizio come un gioco, è diventato un impegno veramente sentito per ciascuno di essi, che hanno trasferito quanto appreso giocando alla propria famiglia, facendosi ambasciatori, ciascuno nel proprio piccolo, di un messaggio importantissimo il cui recepimento sta diventando sempre più di vitale importanza per il futuro della nostra società e del nostro pianeta.

da Insegnanti del Plesso di Piticchio






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2009 alle 00:44 sul giornale del 17 marzo 2009 - 1363 letture

In questo articolo si parla di silvio purgatori, arcevia, scuola, attualità, rifiuti, piticchio, cir33





logoEV