Senigallia: ragazzina violentata, arrestato un minorenne del branco

polizia 2' di lettura Senigallia 01/03/2009 - Dopo giorni di serrate indagini condotte dalla Polizia e ad una settimana di distanza dalla violenza sessuale perpetrata contro una diciassettenne di Senigallia al\'uscita della discoteca di Marotta, è arrevato il primo arresto.

In manette è finito uno dei sei ragazzi, tutti minorenni e della provincia di Ancona, accusato di violenza sessuale. Il minore, sedicenne di Senigallia, è accusato dello stupro della coetanea. Secondo l\'accusa avrebbe violentato due volte la ragazza, stordita dall\'alcol. Ma si parla di violenza di gruppo.

Sabato mattina, gli uomini della Squadra Mobile e del Commissariato Pubblica di Senigallia, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare emesso dal Tribunale dei Minori di Ancona, hanno tratto in arresto uno dei minorenni indagati per violenza sessuale e concorso nella violenza sessuale. A carico degli altri cinque sono state eseguite invece perquisizioni domiciliari durante le quali sono stati sequestrati telefoni cellulari e computers. Secondo la ricostruzione dei fatti eseguita dagli inquirenti, la ragazzina (che non era nelle condizioni psico-fisiche per poter reagire) sarebbe stata indotta al sesso orale verso alcuni ragazzi del branco che a loro volta l\'avrebbero palpeggiata mentre uno di loro, l\'arrestato, ha consumato il rapporto sessuale come riscontrato dal Dna trovato sul corpo della giovane.



Il sospetto degli inquirenti è che alcuni dei ragazzi abbiamo anche ripreso tutta la scena con i telefonini. Le indagini serrate condotte a seguito della denuncia per violenza sessuale sporta dalla ragazza minorenne, hanno consentito di giungere all’individuazione del gruppo responsabile dello stupro, costituito da sei giovani, tutti minorenni. Le operazioni hanno visto coinvolti anche gli uomini della Polizia Scientifica, incaricati di raccogliere materiale biologico, per le comparazioni. Tutti gli indagati, studenti di famiglie medio-borghesi e senza particolari problemi, rischiano ora condanne da 6 a 12 anni. Il ragazzo arrestato si trova ora nel carcere minorile dell\'Aquila.


La discoteca Miù J\'Adore di Marotta (PU) intanto è stata fatta chiudere per una settimana dopo la revoca della licenza disposta del
questore di Pesaro \"per aver venduto alcolici a minori già in evidente stato di ebbrezza\".






Questo è un articolo pubblicato il 01-03-2009 alle 12:37 sul giornale del 02 marzo 2009 - 3302 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, giulia mancinelli, senigallia, arresto