Marotta: 17enne violentata fuori dalla discoteca

1' di lettura Senigallia 23/02/2009 - Una ragazza di 17 anni ha denunciato di aver subito abusi sessuali da parte di un suo amico, coetaneo, fuori dalla discoteca Miu J\'adore di Marotta. 

Un suo amico, coetaneo, avrebbe abusato di lei fuori dalla discoteca. A denunciare il fatto, accaduto intorno alle 3 e 30 del mattino, un ragazza senigalliese di 17 anni.

La violenza si sarebbe consumata davanti ad altri amici, tutti italiani.
La 17enne avrebbe lasciato il locale in compagnia di alcuni amici per appartarsi, le effusioni di uno dei compagni si sarebbero poi trasformate in violenza, senza che nessuno dei presenti intervenisse.

Tutto il gruppo, compresa la 17enne, aveva bevuto molto e a causa dello stordimento provocato dall\'alcool la ragazzina avrebbe realizzato compiutamente quanto accaduto solo una volta tornata a casa. Subito si è recata al commissariato di Senigallia per sporgere denuncia.

Sarebbe tutt\'ora in corso l\'identificazione del responsabile dello stupro; la minorenne, infatti, sotto l\'effetto dell\'alcol, non sarebbe stata in grado di riconoscere con precisione chi del gruppo avrebbe compiuto la violenza. Solo in un secondo momento ha potuto fornire agli investigatori elementi utili all\'identificazione del suo violentatore.

Gli amici e le amiche della ragazza sono stati ascoltati dagli investigatori.

La giovane, dopo la denuncia, è stata visitata dai medici del pronto soccorso. Nonostante la ragazza non sia stata picchiata e non presenti segni di altre violenze esterne i sanitari hanno preferito trattenerla per qualche ora in osservazione.





Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2009 alle 17:45 sul giornale del 23 febbraio 2009 - 1281 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, mondolfo, marotta, stupro


Ma porca miseria, a 17 anni ci si reca in discoteca e si beve come delle spugne? sotto l\'effetto dell\'alcool ci si apparta con più ragazzi e poi ci si lamenta che succedono queste cose?<br />
<br />
In galera chi ha compiuto lo stupro.<br />
<br />
Ma anche due sonori ceffoni alla ragazza che lo ha subìto.<br />
Con tutto il rispetto per il dramma.<br />
<br />
E per fortuna che gli autori non sono stranieri. Altrimenti sai che cagnara che ne veniva fuori!

cittadino senigalliese 80

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Scusi è ma quale è la differenza se gli aggressori sono italiani o stranieri?<br />
<br />
E poi essere ubriachi e scambiarsi un paio di bacetti non è un biglietto di ingresso per farsi stuprare.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

yuri corinaldo

si , è un dramma, certre cose nn dovrebbero accadaere e dovrebbe essere castrato fisicamente chi fa questi atti , mi vergogno per il genre maschile quando sento queste cose , e poi concordo cn quanto detto da belraga 91 pr la differenza tra italiani e extra comunitari(ps anche un americano è extra comunitario , nn solo persone dell\'est o dell\'africa) .....

Carlo Montanari ALA

L\'unica cosa per me, per eliminare questa ondata di stupri e violenza alle donne è: LA PENA DI MORTE.( Se vi fa paura pensate se fosse successo ad una vostra di casa ) Possibile che una donna non possa circolare da sola a qualsiasi ora per strada o con abiti succinti? Siamo un popolo di INCIVILI e LA GIUSTIZIA NON FUNZIONA!!!!!!!!!!!!!!

\"Avrebbe realizzato compiutamente quanto accaduto solo una volta tornata a casa\".....<br />
Come si fa ad accorgersi di essere state stuprate solo una volta tornata a casa?<br />
Questa vicenda è poco chiara.....

Ill.mo sig. Alberto,<br />
la differenza sta nel fatto che, se gli stupratori fossero stati stranieri, adesso i \"bempensanti leghisti dell\'ultima ora\" avrebbero creato un caso ad arte senza minimamente pensare che le bestie si trovano dappertutto.<br />
<br />
Concordo però con quilly sul fatto della poca chiarezza.<br />
<br />
Sei ubriaca fradicia, ti apparti con più ragazzi, ti accorgi di essere stata stuprata solo quando sei arrivata a casa?<br />
<br />
Provocazione: non sarà, ma di sicuro mi sbaglio, che prima ne era ben contenta e poi, parlandone a mente più lucida, ha capito di poterne ricavare qualcosa denunciando gli autori?

manu

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Dove sono quelli che appena ieri si scandalizzavano per il comunicato antimaschilista del mezza canaja?<br />
Da questi ultimi commenti poi mi sembra chiaro qual\'è lo stereotipo che da sempre e ancor oggi è fisso nella mente degli uomini: <br />
\" Le donne sono tutte p... meno mia moglie mia madre e mia sorella\".<br />

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

Qui non c\'entra niente il comunitario, l\'extracomunitario, l\'italiano, il rumeno o l\'americano...<br />
Uno stupro è un atto gravissimo, da chiunque venga commesso, senza attenuanti o aggravanti.<br />
<br />
Però, alcuni delle considerazioni di coloro che hanno scritto più sopra le condivido anche io. Come fa una ragazza di 17 anni alle 3.30 ad essere in discoteca ubriaca fradicia, talmente ubiraca da non accorgersi di appartarsi con più ragazzi e di venire stuprata. Ci rendiamo conto di dove stanno arrivando i ragazzi (maschi e femmine) di oggi???<br />
<br />
Io questo mi chiedo...e ripeto, lo stupro è un atto gravissimo, in qualunque circostanza...sono una ragazza anche io, solo con qualche in più della ragazza di cui sopra...<br />
<br />
Io lo dico, perchè di storie raccontate dai ragazzini ne ho sentite diverse... Cito solo un caso... Quest\'estate, al mare, nell\'ombrellone di fianco al mio c\'era un gruppo di ragazzini poco più che quattordicenni... Parlavano di sesso e di giochi erotici, con loro stessi e/o loro coetanei protagonisti, come se fosse la cosa più naturale e scontata di questo mondo...<br />
Io non dico che tutti i ragazzini siano uguali, xchè generalizzare è sempre sbagliato, ma qualcuno è ora che apra gli occhi e le orecchie perchè il fenomeno è sempre più esteso... \"mio figlio non è sempre un bravo ragazzo e mia figlia non sempre è una santa\" a differenza di quanto affermano molti genitori quando i loro \"bambini\" vengono coinvolti in certe brutte storie.<br />
<br />
Una ragazza preoccupata.

Off-topic

mauri forse è ora che lei cambi gli occhiali da lettura.

Oltre la violenza che è inaccettabile, vorrei far notare come nessuno fa presente che \"Tutto il gruppo avrebbe bevuto molto\" , come è possibile che all\'interno della discoteca abbiano potuto fare tutto ciò dei minorenni ? <br />
Io prenderei un provvedimento anche per i titolari della discoteca (ovviamente se il gruppo ha bevuto all\'interno del locale ...) , ovviamente la colpa dello stupro non è la loro, ma a dei ragazzini non puoi dare da bere in continuazione senza un limite, già sono fragili mentalmente li aiuti anche a liberarsi dei freni inibitori ed ecco che poi questi reati aumentano.

\"che prima era ben contenta e poi ...ha capito di poterne ricavare qualcosa...\"<br />
<br />
i fatti sono sicuramente ancora da chiarire, ma per cortesia evitiamo di scrivere troppe schiocchezze!<br />

Luca

Ma da quando é legale far entrare dei minorenni in discoteca e da quando é legale servire loro super alcolici

hai perfettamente ragione... l\'unica soluzione è la pena di morte, sia per italiani che per stranieri, senza distinzione. è l\'unica soluzione.<br />
a forza di ammazzarli tutti prima o poi finiranno!<br />

Riccardo Galli

essere ubriachi a tal punto da non renderti conto se ti concedi spontaneamente o vieni stuprata, dovrebbe anche far pensare sulla fondatezza delle accuse, non è possibile stabilire la reale situazione a meno di una persona sobria all\'interno del gruppo che come emerge dall\'articolo non esiste. Per quanto riguarda la differenza tra italiani e stranieri sono perfettamente in accordo con quanto detto da Alberto, con la precisazione che la stampa dovrebbe pubblicare nome e cognome e foto dei delinquenti italiani come fa per quelli stranieri.

Mi piacerebbe avere degli occhiali che mi permettano di vedere la realtà diversa e come piacerebbe a me.<br />
Ma la realtà purtroppo, almeno da come la vedo io, è che siamo nella cultura delle veline e questi sono i risultati, la violenza sull\'altro sul diverso, sulla donna, sono ormai parte del bagaglio culturale di questa società. E se non proprio tollerati sono quasi giustificati perchè in fin dei conti sono tutti \" bravi ragazzi\" e \"brave persone\".<br />
Vorrei solo che di fronte a questi fatti ci fosse un pò di indignazione e si inorridisse un pò, senza disquisire su amenità quali \" come era vestita\", o \"perchè anche lei era ubriaca\".<br />
Se una persona non ha in sè il germe della violenza e della sopraffazione sull\'altro, può ubriacarsi ma difficilmente farà del male a qualcuno. <br />

Ma quali pedofili!!!!<br />
Qui si parla di un coetaneo, di un ragazzino di 17 anni.<br />
E poi prima di condannare subito il maschio \"bruto\" aspetterei di sapere come si sono svolti i fatti, perchè\' le ragazze d\'oggi non sono gigli immacolati!!!!<br />
S. Maria Goretti è morta da un pezzo...<br />

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Grifone hai perfettamente ragione; ormai in qualsiasi discoteca così come in qualsiasi locale minorenni (in certi casi anche ragazzi e ragazze di 13 anni!) hanno libero accesso all\'alcool; per di più il divieto di somministrare alcolici dopo le 2 di notte non viene minimamente rispettato.<br />
Bisognerebeb poi interrogarsi sull\'uso ormai dilagante di droga (cocaina in primis) che viene fatto specie durante il fine settimana.<br />
A me sembra che siamo entrati in una spirale perversa in cui i ragazzi (in particolare mi riferisco ai più giovani, che hanno l\'età di quelli di questo fatto) non hanno il benchè minimo rispetto di sè e degli altri; è diventato normale abusare liberamente di droga ed alcool in ogni occasione (complici coloro che lo permettono), cercare di sballarsi a tutti i costi e non avere quel briciolo di rispetto per le altre persone.<br />
Ritengo che un uomo che compie simili gesti non sia degno di essere chiamato tale; un uomo che solo pensa di poter sfiorare una donna contro la sua volontà è un vigliacco, un pauroso, un debole.<br />
D\'altra parte, in questa brutta situazione creatasi, le ragazze hanno il dovere di tutelarsi cercando di stare il più possibile attente; so benissimo che una ragazza deve essere libera di comportarsi come vuole senza temere simili atti ma, a voler essere concreti, certi comportamenti vanno evitati perchè espongono solo a simili pericoli; di certo appartarsi, ubriache, con un gruppo di ragazzi non fa presagire nulla di buono, così come passare una serata ad avere atteggiamenti eccessivamente provocanti può esporre a questi rischi.<br />
Ovviamente questo non giustifica e non potrà mai giustificare dei simili gesti, serve per cercare di prevenire, se possibile, queste situazioni, fermo restando%

geluca

stiamo attenti alle insinuazioni,però...senigallia è piccola,non so quanto la ragazza abbia da guadagnarci ad usare una cosa del genere.

Non capisco perchè il secondo commento a differenza del primo sia stato oscurato o si oscurano entrambi o nessuno dei due, anzi il primo contiene pezzi urlati ed è di un utente non registrato!<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Le normative vigenti oggi inibiscono la vendita di alcolici ai minori di 16 anni, ma solo nel caso che gli alcolici vengano bevuti subito, quindi nel caso venga versato in un bicchiere (in questo caso aggrediti e aggressori direi che avevano più di 16 anni); alla luce della legge se un bambino di 10 anni compra in un supermercato 3-4 o 200 bottiglie di vodka nessuno può negargliele perchè si intende che le porterà ad un genitore o comunque ad una persona sopra i 16 anni.<br />
Poi questa è la teoria, la pratica...<br />
<br />
Alberto Bartozzi

enrico dignani

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento modificato il 23 febbraio 2009

Io non sono un giurista, tantomeno un moralista, ma credo che la situazione oggettiva dei ragazzi fosse la stessa: tutti avevano bevuto molto, troppo. Tutti erano fuori di testa, almeno a leggere la cronaca di VS \"la ragazza era uscita per appartarsi con gli amici\". Con \"GLI\" amici?<br />
Se non fosse successo nulla la ragazza -ma vale per tutti- sarebbe tornata a casa ubriaca fradicia. E\' logico immaginare che quella poi non fosse una circostanza eccezionale. Boh, se mio figlio a 17 anni torna a casa alle 4 fuori come un vaso di gerani gli stronco la carriera, voi non so.<br /> Anche perchè in quelle situazioni, che senso ha negarsi il brivido di un bel frontale sulla via del ritorno?<br />
Qui forse c\'è un solo colpevole, ma tanti responsabili.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Diciassette anni la ragazzina stuprata mentre era sbronza così tanto da non ricordare lo stupratore. Diciassette anni il ragazzino, altrettanto sbronzo, che se il sesso non gli viene dato, se lo prende. Diciassette anni il gruppetto di amici che assiste come niente fosse. In fondo, è solo una scopatella rubata. Che vuoi che sia...<br />
<br />
E i genitori, dov\'erano? Al cinema? A giocare a burraco? A guardare il festival? A chiedersi ancora a cinquant\'anni chi sono e cosa avrà mai fatto la loro mamma per farli sentire così infelici? <br />
<br />
I ragazzi di oggi giocano col sesso, quello duro, già alle medie inferiori. Lo sapete? Nooo? Provate a chiedere a insegnanti e bidelli. E se lo possono avere a scuola in seconda media, perché no in discoteca? <br />
<br />
Forse un po\' più di sana noia casereccia in compagnia dei figli che sbuffano e si chiudono in camera imbronciati perché a sedici-diciassette-diciotto e anche vent\'anni non si può tornare a casa alle sette di mattina, non guasterebbe. E invece, ce li teniamo in casa fino a trent\'anni perché li vogliamo tutti manager a un milione di euro di stipendio, ma a sedici li sbattiamo fuori casa di notte, illudendoci, perché così ci fa comodo, che siano degli adulti...<br />
<br />
Che tristezza.

..., fermo restando, ripeto, che la colpa è di quei signori di sesso maschile che, da vigliacchi, se la prendono con una ragazza indifesa.<br />
Bisogna insegnare ai ragazzi ad avere rispetto in primis per se stessi, perchè se non si ha rispetto per la propria persona e per il proprio corpo, penso non si veda nemmeno lontanamente il concetto di rispettare gli altri.<br />

La pratica è che a tutti i minori di 16 anni vengono tranquillamente somministrate bevande alcoliche praticamente in tutti i locali; era stato messo un divieto di somministrazione a tutti dopo le 2 ma è stato praticamente sempre violato.<br />
C\'è anche da dire che il codice penale all\'art. 691 prevede il divieto di somministrare bevande alcoliche a persone in stato di manifesta ubriachezza e se ciò viene fatto da un pubblico esercente è prevista la sospensione dall\'esercizio; forse è ora che, oltre ai ragazzi e alle ragazze, anche i gestori dei locali cambino mentalità e inizino a rispettare questi divieti.<br />
Deve poi essere eliminata l\'assurdità della vendita.<br />
Tralasciamo poi il discorso dei genitori, che troppo spesso son sempre più disattenti e non educano più i figli; un genitore che manda il proprio figlio in giro fino alle 4 di mattina a 13 o 14 anni, come tanti che vedo in giro, ritengo sia solo un irresponsabile.

Caro Gabriel,<br />
non credo che reprimendo si ottenga molto.<br />
<br />
L\'unica cosa da fare è insegnare a questi ragazzi che nella vita ci sono tante cose belle e che vale la pena di viverla, senza bisogno di fuggire con droghe, alcool, sesso, musica stordente, trasgressione e quant\'altro.<br />
<br />
Anche se non è facile.

Direi che in questo caso più che nella violenza, il problema sta nella droga e nell\'alcol.<br />
<br />
Come quasi sempre.<br />
<br />
Ma a voi i giovani piacciono così tanto che non oso metterci bocca.<br />
<br />
Io sono per i vecchi.<br />
<br />
Se ad esempio là fuori ci fosse stata una bella ronda di pensionati...<br />

Arturo da Sassuolo (Mo)

Commento sconsigliato, leggilo comunque

alfonso da Milano

Commento sconsigliato, leggilo comunque

ermes favalli

Commento sconsigliato, leggilo comunque

penna bianca

Viviamo in un mondo,dove i nostri ragazzi, ebri e insoddisfatti di tutto quello che hanno, non vivono più le emozioni della vita. Tutto di tutto hanno a loro disposizione: \"Che noi la vita\"; allora che fare? Una notte da sballo potrebbe dare qualche emozione, le armi per farlo ci sono, se non ce l\'hai ti vengono fornite. Perchè non provare emozioni più forti? Che sia discoteca o altro non cambia è il genere di vita che è sbagliato. La colpa di chi è? Possiamo partire dalle istituzioni, dalla società, dalle famiglie, ma sicuramente il tutto viene da quello che riceviamo. Notte da sballo,alcol, ma una ragazzina cosa ci fa a quell\'ora all discoteca e sopratutto ubriaca? Chi c\'è dietro a lei? - Forse i genitori di una volta non ci sono più, o se ci sono, sono fuori moda. Quando succedono queste cose non ci sono nè italiani nè stranieri, solo ragazzi bravi di giorno ma scatenati la sera. Chi punire? forse la nostra società creata a doc.

VITO M. CARFI'

Sono Vito M. Carfì, Presidente del Rotary Club di Senigallia.<br />
Il Rotary ed il Rotaract Club di Senigallia hanno lanciato a livello nazionale una iniziativa, chiamata \"RAGAZZI SENZ\'ALCOL\", per spingere il Parlamento a promulgare una legge o una serie di provvedimenti basati su questi principi:<br />
<br />
1 - CHIUNQUE FA BERE UNA MINORE FINO ALL\'EBREZZA COMMETTE UN REATO<br />
<br />
2 - PROIBITA LA VENDITA DI PRODOTTI ALCOLICI E SUPERALCOLICI AI MINORI DI 18 ANNI IN QUALSIASI ESERCIZIO PUBBLICO O APERTO AL PUBBLICO, COME NEI CIRCOLI PRIVATI E CULTURALI.<br />
<br />
3 - PROIBITO L\'USO DEL NOME E DEL LOGOTIPO DI QUALSIASI PRODOTTO ALCOLICO O SUPERALCOLICO IN OGNI FORMA DI COMUNICAZIONE, ECCETTO LE RIVISTE SPECIALIZZATE E LE MANIFESTAZIONI DI SETTORE.<br />
<br />
Stiamo anche organizzando per il 30 marzo pv un incontro con le scuole dedicato specificamente al lato femminile del problema \"alcol\", lato che nella mia opinione riserverà al nostro Paese le peggiori sorprese nei prossimi anni.<br />
Sono pronto ad illustrare la campagna in qualsiasi sede.<br />
Chiunque voglia aderire (sono benvenuti singoli o associazioni o società)troverà tutti i particolari sul nostro sito www.rotaryclubsenigallia.it, <br />
o potrà scrivere per e-mail a ragazzisenzalcol@gmail.com

Una sola domanda:<br />
<br />
Come si fa a sapere se la ragazza fosse consenziente o meno, visto che non si ricorda praticamente nulla?<br />
<br />
Per carità, se un mostro di sesso maschile vede una ragazza ubriaca, dovrebbe astenersi dal compierci atti sessuali, ma non è che tutti gli uomini siano razionali...<br />
<br />
In pratica se una donna ubriaca, e quindi incapace di intendere e volere, mi chiede di fare sesso e poi, tornata in sè, si accorge del fattaccio, io sono da considerare uno stupratore?<br />
<br />
Giusto per sapere.<br />

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

paola

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento modificato il 23 febbraio 2009

Dottor ghost, il solo fatto di approfittare di una ragazza solo perchè ubriaca, e quindi inconsapevolmente consensiente, meriterebbe la recisione del pisello. Non so dove vive lei e che educazione sessuale abbia ricevuto, a me hanno insegnato che una donna si conquista con il corteggiamento, con gli sguardi e con la dolcezza, che ogni donna di questo mondo si merita. E siccome questo non sempre riesce, ci si può sempre avvalere della cara e fedele mano destra, compagna delle notti solitarie.<br />
Sentire discorsi come il suo mi fa capire perchè ancora nel 2009 l\'ignoranza produce mostri come questi che lei orribilmente cerca di giustificare.

E\' tutto studiato a tavolino ,tutto pianificato dai nostri padroni una popolazione cerebrolesa non riesce a far valere i proprio diritti. L\'alcol ,cocaina eroina sono fonti di guadagno non per delinquenti ma per le istituzioni e strumenti di controllo delle masse.<br />
Guardate questo e poi capirete perchè la società attuale ha questi problemi http://www.youtube.com/watch?v=5Tg2My1iGeI<br />
<br />
----------------------------------------<br />
Sono completamente daccordo con questo commento.

Si una bella Ronda di Consiglieri Comunali Senigalliesi dell\'Opposizione, quella che doveva essere ripetuta non so quante volte nel corso di un estate e invece si è rivelata solo una bufala che fortunatamente non ha avuto seguito.......

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Carissimo gatini,<br />
\"il solo fatto di approfittare di una ragazza solo perchè ubriaca, e quindi inconsapevolmente consenziente, meriterebbe la recisione del pisello\".<br />
<br />
La sua frase mi trova completamente d\'accordo ma la cosa, mi permetta, può essere vista anche dall\'altro lato: se una si ubriaca come una spugna penso sia quasi logico che possa attirare l\'attenzione di gente senza scrupoli, specialmente se certa gente ha 17 anni e di cervello ne ha sicuramente ben poco anche da sobrio.<br />
<br />
Anche a me piace conquistare una donna con la dolcezza, con gli sguardi e con il sentimento ma, mi permetta, in questo mondo non siamo tutti uguali e di questo, specialmente a quell\'età, alle tre di notte con un quintale di alcool in corpo, bisogna tener conto.<br />
<br />
Altrimenti, poi, se si subiscono delle conseguenze, non si può piangere sul latte versato.

La pensiamo perfettamente allo stesso modo, infatti in un altro mio commento qui sotto ci son le stesse idee.<br />
Ciao

Non ha avuto talmente seguito che ci hanno fatto una legge

...a Senigallia di Ronde non ne ho viste.<br />
E\' fatiga a camminà.....da più gust bev do\'bicchieri al Caffè Centrale......altro che legge....