Perini: stanco di chi ridicolizza i crimini commessi da extracomunitari

maurizio perini 2' di lettura Senigallia 21/02/2009 - \"Contesto il comunicato del Mezza Canaja\".

Molte persone sono stanche di questo atteggiamento che tende a ridicolizzare chi pone un problema, quello dei crimini commessi da extracomunitari. Questa volta scrivo a titolo puramente personale, come professionista che vive e lavora nella zona del rione porto e che ha dato il suo sostegno ad alcune petizioni di residenti.



Usare espressioni come “Vengono qua e ci stuprano le nostre donne”, e, cosa più grave, attribuirle a chi in un clima democratico manifesta il proprio disagio, che molti politici trascurano, è assai grave. Nessuno mai ha inteso utilizzare il problema della immigrazione per giustificare atteggiamenti razzisti, che purtroppo esistono e persistono; al contrario molti immigrati regolari e ben integrati, si rifiutano di aprire attività nella zona del rione Porto, laddove il Mezza Canaja, intende manifestare contro un presunto atteggiamento discriminatorio e addirittura contro un provvedimento di legge, quello recentemente adottato dal Governo Berlusconi, con cui non si obbliga, bensì si concede facoltà al medico di effettuare denuncia, tra l’altro come già imposto dai principi dello stesso Codice Penale, per cui è obbligo del cittadino segnalare alle Autorità competenti i reati avvenuti in sua presenza.



Leggendo il comunicato , dei giovani del Mezza Canapa, si notano i soliti luoghi comuni, che meritano ammirazione per la forza e credo buona fede con cui vengono portati avanti, nonostante siano superati dalla storia del nostro Paese e soprattutto dalla realtà concreta di una Città che non è razzista, non lo è mai stata e avrebbe al contrario bisogno di una buona Amministrazione, scevra da collusioni con quei poteri forti, che in apparenza il Mezza Canaja, pare combattere.



Mi auguro che questi giovani, molti dei quali hanno la mia stessa età, si accorgano di quanta mala fede, c’è in quella politica, anche e soprattutto di Sinistra che qui in Città, alla faccia della integrazione, ha consentito che si creasse un ghetto di disperati, con lo scopo nemmeno tanto celato, di operare una svalutazione di una zona a stretto ridosso dell’Area Sacelit, a breve oggetto di fortissima urbanizzazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2009 alle 15:11 sul giornale del 21 febbraio 2009 - 5527 letture

In questo articolo si parla di attualità, forza italia, maurizio perini, Popolo delle Libertà


Pera che stai dicendo?<br />
\"non si obbliga, bensì si concede facoltà al medico di effettuare denuncia, tra l’altro come già imposto dai principi dello stesso Codice Penale, per cui è obbligo del cittadino segnalare alle Autorità competenti i reati avvenuti in sua presenza.\"<br />
Forse non conosci le leggi che fino ad oggi hanno tutelato la salute degli stranieri senza regolare permesso di soggiorno... Legge 40 del 6 marzo 1998, D.lgs 286 del 25 luglio 1998 e il DPR 394 del 31 agosto 1999... il fondamento che ha consentito fino a oggi a stranieri irregolari di affidarsi alle cure mediche, proteggere se stessi e gli altri sta in queste normative e quello che sta accadendo è vergognoso e, scusa se è poco, anticostituzionale... art 32: La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell\'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.


Perini, fai troppi comunicati stampa e ancora metti le virgole a casaccio, riduci l\'attività e concentrati sulla qualità del prodotto

Commento modificato il 21 febbraio 2009

Maurizio, potrei pure essere daccordo su molti punti che citi, ma il discorso fatto dal governo di \"permettere\" ai medici di denunciare dei pazienti se irregolari avrà sicuramente nel breve raggio di 5 anni i seguenti effetti:<br />
1- sull\'immediato ben poco;<br />
2- sul breve quasi tutti i cittadini irregolari (e intendo pure quelli che pur avendo un regolare permesso di soggiorno devono aspettare MESI per averne la conferma), per timore, eviteranno le possibili visite;<br />
3- chi sta davvero male si affiderà ad altre forme di \"medicina\", ovviamente illegali, ovviamente non controllate, ovviamente illecite: e con illecite intendo pure \"controllate\" da altre organizzazioni...non c\'è bisogno ti dica quali.<br />
4- quindi come minimo si avrà un mancato controllo sanitario del territorio, con evidente certezza (non rischio, ma certezza) del diffondersi di malattie provenienti da vari paesi inclusi i sub-sahariani, da dove arrivano la quasi totalità dell\'immigrazione attuale: emorragie, ebola (forse) epatiti, aids e quant\'altro, che non verranno fermati per tempo...e con costi economici per la società, per le necessarie spese mediche, che si possono immaginare, e proprio in periodo di austerity.<br />
Questo come minimo.<br />
Come massimo, oltre a quanto detto, ci sarà un\'ulteriore forma di economia sommersa incontrollabile e ingestibile legata ai controlli medici illegali.<br />
<br />
In soldoni, per evitare un problema, il cui compito è solo delle forze dell\'ordine (che dovrebbero avere i mezzi per agire, e non dei medici che fanno ben altro), se ne creano due e per giunta molto più grossi.<br />
E il tutto viene spacciato come soluzione!

mahh

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Le parole di Daniele Sole sono da incorniciare.

Perini, ti sei contraddetto nel giro di una riga:<br />
\"<i><b>non si obbliga</b>, bensì si concede facoltà al medico di effettuare denuncia, tra l’altro come già imposto dai principi dello stesso Codice Penale, per cui <b>è obbligo</b> del cittadino segnalare alle Autorità competenti i reati avvenuti in sua presenza\".</i><br />
Insomma, è obbligo o no?

Se si fosse firmato con il solo nome e cognome, da semplice cittadino che ha diritto ad esprimere un suo pensiero mi sarei gentilmente astenuto dal commentare, ma quelle sigle partitistiche di cui sembra non poter far meno, me lo fa classificare come politico ed allora, come tale, soggetto anche a quelle critiche che mi sarei tenuto per me.<br />
Come politico, allora, debbo dire che, secondo il mio parere, non conosce quella praticità sull\'argomento trattato, che solitamente si acquisisce sul campo o sfogliando leggi e libri. Che le cose che scrive non sono di certo frutto del suo sacco, ma si basano solo sul sentito dire dai suoi \"superiori di partito\", un copia-incolla dell\'altrui pensiero....Un recitare, come si dice, a pappagallo. Ed i commenti assai ragionati che mi hanno preceduto, di un medico e di un ingegnere,lo stanno a dimostrare e lo dovrebbero far riflettere, su quanto da lei esternato ed in modo molto meno autorevole e convincente. Un consiglio inoltre...non pecchi di superbia, legga ed ascoltipure, anche gli altri commenti e suggerimenti...le potrebbero essere utili anche per altre professioni...forse anche maggiormente!<br />
Franco Giannini

tutta la mia solidarietà a Perini per quanto riguarda l\'uso creativo delle virgole. Per me l\'uso delle virgole al posto giusto rimane uno dei più grandi misteri. Si accettano consigli e suggerimenti.<br />

JekMark

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Vivi in un mondo davvero fantastico JekMark, riesci a vedere cose che noi umani... Attento o la paranoia te se magna, se non lo farà prima qualche comunista irregolare...

JekMark

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Appunto, allora cos\'è che ti spaventa tanto..?