Perini: stanco di chi ridicolizza i crimini commessi da extracomunitari

maurizio perini 2' di lettura Senigallia 21/02/2009 - \"Contesto il comunicato del Mezza Canaja\".

Molte persone sono stanche di questo atteggiamento che tende a ridicolizzare chi pone un problema, quello dei crimini commessi da extracomunitari. Questa volta scrivo a titolo puramente personale, come professionista che vive e lavora nella zona del rione porto e che ha dato il suo sostegno ad alcune petizioni di residenti.



Usare espressioni come “Vengono qua e ci stuprano le nostre donne”, e, cosa più grave, attribuirle a chi in un clima democratico manifesta il proprio disagio, che molti politici trascurano, è assai grave. Nessuno mai ha inteso utilizzare il problema della immigrazione per giustificare atteggiamenti razzisti, che purtroppo esistono e persistono; al contrario molti immigrati regolari e ben integrati, si rifiutano di aprire attività nella zona del rione Porto, laddove il Mezza Canaja, intende manifestare contro un presunto atteggiamento discriminatorio e addirittura contro un provvedimento di legge, quello recentemente adottato dal Governo Berlusconi, con cui non si obbliga, bensì si concede facoltà al medico di effettuare denuncia, tra l’altro come già imposto dai principi dello stesso Codice Penale, per cui è obbligo del cittadino segnalare alle Autorità competenti i reati avvenuti in sua presenza.



Leggendo il comunicato , dei giovani del Mezza Canapa, si notano i soliti luoghi comuni, che meritano ammirazione per la forza e credo buona fede con cui vengono portati avanti, nonostante siano superati dalla storia del nostro Paese e soprattutto dalla realtà concreta di una Città che non è razzista, non lo è mai stata e avrebbe al contrario bisogno di una buona Amministrazione, scevra da collusioni con quei poteri forti, che in apparenza il Mezza Canaja, pare combattere.



Mi auguro che questi giovani, molti dei quali hanno la mia stessa età, si accorgano di quanta mala fede, c’è in quella politica, anche e soprattutto di Sinistra che qui in Città, alla faccia della integrazione, ha consentito che si creasse un ghetto di disperati, con lo scopo nemmeno tanto celato, di operare una svalutazione di una zona a stretto ridosso dell’Area Sacelit, a breve oggetto di fortissima urbanizzazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2009 alle 15:11 sul giornale del 21 febbraio 2009 - 5529 letture

In questo articolo si parla di attualità, forza italia, maurizio perini, Popolo delle Libertà





logoEV