Poliziotti indagati per concussione, lunedì dal pm

polizia stradale 1' di lettura Senigallia 13/02/2009 - Saranno ascoltati lunedì dal pm Rosario Lioniello i quattro poliziotti della stradale di Senigallia accusati di concussione.

I quattro poliziotti sono stati raggiunti da un avviso di garanzia per consussione dopo la denuncia sporta da due imprenditori. Secondo l\'accusa i quattro avrebbero preteso \"regali\" per non mettere mano al blocchetto delle multe.


Lunedì prossimo i quatto poliziotti, che al momento sono stati adibiti a lavoro d\'ufficio e non più al pattugliamento, si presenteranno davanti al pm per raccontare la loro versione dei fatti. Secondo la denuncia di uno dei due imprenditori (un autotrasportatore di Senigallia) tutto sarebbe cominciato mesi fa. I quattro avrebbero cominciato a prendere di mira l\'imprenditore vessandolo con controlli continui e minuziosi trovando sempre il cavillo per multarlo. Alle multe sarebbe subentrata poi la controproposta. Da un caffè offerto per stralciare la multa o evitare i controlli si sarebbe passati a buoni benzina per 4.800 euro lasciati presso un distributore (il benzinaio è il secondo a sporgere la denuncia) si sarebbe passati a servizi gratis (come trasporti omaggio per i quattro) e anche regali in denaro.

A novembre è arrivata la denuncia che ha portato alla perquisizione venerdì negli uffici della Stradale. Diverso il racconto fornito da due dei quattro poliziotti, la cui posizione sarebbe più marginale, che hanno invece raccontato che l\'offerta di lassciare i buoni benzina al distributore sarebbe partita dall\'autotrasportatore.






Questo è un articolo pubblicato il 13-02-2009 alle 19:28 sul giornale del 13 febbraio 2009 - 5278 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, polizia stradale