I giovani del Partito Democratico sul \'caso Englaro\'

partito democratico 1' di lettura Senigallia 08/02/2009 - I Giovani del Partito Democratico della Provincia di Ancona esprimono la piena solidarietà al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano.

Il giorno 6 febbraio scorso, il Governo ha approvato un Decreto Legge che si pone in contrasto con una sentenza passata in giudicato sul cosiddetto “caso Eluana”. Con atto del Governo dunque si è tentato di porre nel nulla una decisione espressa in maniera definitiva dal potere giudiziario cosi violando il principio fondamentale della divisione dei poteri, cardine della Costituzione democratica. Per questa ragione il Capo dello Stato ha respinto tale decreto legge, rifiutandosi di promulgarlo. Scelta doverosa, poiché al contrario, se lo avesse firmato, si sarebbe reso complice di attentato alla Costituzione.


Al Presidente Napolitano, estremo difensore della Costituzione e della democrazia, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ha rivolto volgari minacce: se non firma, cambio la Costituzione, se non firma faccio approvare dalla Camere in due o tre giorni una legge ad hoc. Inoltre ha minacciato di cacciare i ministri che avessero osato votare contro tale provvedimento in Consiglio dei Ministri. Siamo di fronte perciò, ad un tentativo di sovvertire l’ordinamento democratico da parte di chi tiene nelle sue mani il potere legislativo ed esecutivo ed ora vuole abbattere gli ultimi baluardi della democrazia rappresentati dal Presidente della Repubblica e della Magistratura.


Facciamo appello alla cittadinanza affinché esprima solidarietà al Capo dello Stato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2009 alle 17:33 sul giornale del 09 febbraio 2009 - 3010 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, ancona, Giovani Democratici Ancona





logoEV
logoEV