Picchia la moglie e aggredisce i Carabinieri, in manette un extracomunitario

carabinieri senigallia 1' di lettura Senigallia 03/02/2009 - Prende a botte la moglie che chiama i carabinieri ma alla vista dei militari li aggredisce. L\'uomo è stato arrestato.

L\'allarme è scattato intorno alle 13,30. Una donna in lacrime ha telefonato al 112 per chiedere aiuto. Al centralino dei militari la donna, di trent\'anni, ha detto, in tono concitato, che il marito la stava picchiando e che insieme a lei c\'era anche il figlio che aveva partorito da appena un mese. I carabinieri si sono subito diretti nell\'abitazione dove stava avvenendo l\'accesa discussione, alla prima periferia della città.


L\'arrivo dei militari però non è stato accolto troppo bene dall\'uomo, un operaio di colore, extracomunitario, poco più che trentenne, che ha cominciato a dare ancora di più in escandescenza. Alla vista dei militari in divisa, che si sono presentati alla porta, l\'uomo sulle prime voleva rifiutarsi di aprire ma una volta dentro ha fatto anche di peggio. I carabinieri ovviamente hanno verificato subito le condizioni della donna e del neonato chiedendo all\'operaio di fornire loro i documenti necessari per l\'identificazione. E qui apriti cielo. L\'esagitato ha cominciato ad inveire contro i due carabinieri fino a scagliarsi contro di loro sferrando calci e pugni. I militari sono comunque riusciti a bloccare l\'uomo che è stato subito arrestato per maltrattamenti e violenza a pubblico ufficiale e portato nel carcere di Montacuto.


La donna invece è stata accompagnata al pronto soccorso per essere medicata. I sanitari le hanno riscontrato alcuni ematomi e contusioni guaribili in sette giorni. Prognosi invece di otto e cinque giorni per i due militari aggrediti dall\'operario.






Questo è un articolo pubblicato il 03-02-2009 alle 01:01 sul giornale del 03 febbraio 2009 - 5437 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, carabinieri, senigallia, arresto e piace a Francesco_Novelli





logoEV