statistiche accessi

Variante arceviese: la Provincia \'smonta\' il progetto del comune

rifondazione senigallia 2' di lettura Senigallia 24/01/2009 - La Provincia dà parere favorevole alla variante dell\'arceviese ma solleva obiezioni che smontano il progetto costruito dalla maggioranza.

La variante al prg, che ridisegna lo sviluppo lungo tutto l\'asse che va dalle porte della città fino a Casine di Ostra, è stata approvata nell\'aprile scorso dal Consiglio Comunale provocando l\'uscita dalla maggioranza di Rifondazione, contraria ad “una cementificazione ed una urbanizzazione indiscriminata del territorio”. Le osservazioni presentate dalla provincia sembrano ora dare ragione al partito di Luigi Rebecchini.


I rilievi apportati dalla provincia demoliscono la variante arceviese e accolgono quelle stesse obiezioni che sollevammo noi -ricorda Roberto Mancini, capogruppo consiliare di Rc- della variante pensata dalla maggioranza ne resta solo un terzo”. Ben 11 i punti contestati dalla Provincia. Nei suoi rilievi l\'ente critica le aree di nuova urbanizzazione previste a borgo Passera, a Vallone e a Bettolelle che “contrastano con la tutela del territorio” e ne chiede il ripristino a quanto stabilito dal prg. Di fatto si crea una “conurbazione pressochè continua fino a Vallone” che aggrava la situazione esistente, come la previsione residenziale a borgo Passera e di espansione di aree edificabili a Vallone. Le frazioni dovrebbero dunque svilupparsi con ordine, a partire dal nucleo centrale verso l\'esterno. La Provincia concorda con Rifondazione anche sull\' inappropiatezza del nuovo polo direzionale e terziario previsto all\'uscita del casello autostradale e sulla mancanza di studi che tutelino l\'oasi di San Gaudenzio.


Creare un polo direzionale in una zona già trafficata significa soffocare ancora di più l\'area di borgo Molino ma soprattutto la Provincia smaschera il Comune che per costruire di più all\'interno del comparto ha previsto i parcheggi fuori dall\'area direzionale e questo non è regolare -spiega il consigliere provinciale Fabrizio Petrolati- sull\'oasi di San Guadenzio la Provincia chiede la Valutazione Ambientale Strategica. Altrettanto scandaloso è che l\'ente sovraordinato riprenda il Comune perchè tutte le nuove espansioni residenziali vanno ad alterare il verde e perchè mancano studi idraulici sui rischi di esondazione da borgo Passera a Vallone”.


In attesa che il comune decisa se controdedurre entro 90 giorni o accogliere le osservazioni della Provincia entro 120 giorni, “il caso” arceviese infuoca la scena politica in vista delle elezioni del 2010. “Con questa amministrazione Senigallia è diventata una città drogata di edilizia la cui programmazione non avviene sulle reali necessità abitative ma sulle esigenze degli investitori immobiliari -attacca il segretario Luigi Rebecchini- con questa politica di massacro del territorio la distanza fra noi e Verdi e Pd è sempre più incolmabile. Alle elezioni del prossimo anno serve una svolta a sinistra, per il bene della città\".








Questo è un articolo pubblicato il 24-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 24 gennaio 2009 - 2031 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica





logoEV
logoEV
logoEV