statistiche accessi

Frisbee: Born to Play 2009, ottimo quinto posto per il SenaGallika

3' di lettura Senigallia 21/01/2009 - A Bologna, nelle giornate di sabato 17 e domenica 18 gennaio, si è tenuto il torneo di Ultimate Frisbee \"Born to play 2009\", torneo indoor che ha visto il debutto del Senagallika, neo-formata squadra senigalliese di Ultimate Frisbee (www.senadisc.it).

L\'esordio è risultato al di sopra di ogni più rosea aspettativa e il Senagallika ha ottenuto un meritato quinto posto nella divisione \"beginner\" (squadre con esperienza di gioco inferiore ai due anni), composta da dieci formazioni provenienti da svariate città italiane, quali Trento, Viareggio, Bologna, Rimini, Ravenna, con giocatori e giocatrici in età compresa tra i 15 e i 50 anni. Nella due giorni bolognese il Senagallika ha sostenuto sette incontri, collezionando tre vittorie e quattro sconfitte, le vittorie sono state ottenute con i Cus Black di Bologna (8-4), i Pirates di Viareggio (11-4) e le Furie romagnole di Ravenna (9-5), mentre tre delle quattro sconfitte sono sopraggiunte dal confronto con le migliori squadre del torneo ovvero gli Shimi Gani di Bologna, primi classificati assoluti (8-9), gli Ultra Old di Trento, secondi classificati (7-8) e gli Ultra Young di Trento, terzi classificati (5-7), a seguito di partite combattutissime e giocate con passione fino all’ultimo punto.




Quindi, nonostante l’inesperienza e l’emozione dell’esordio, le semifinali e la possibilità di raggiungere il podio sono state veramente ad un passo, facendo onore alla neonata SenaDisc e a tutti i ragazzi che ogni sabato si allenano in uno dei parchi pubblici della città (Piazza d’Armi), non avendo ancora la possibilità di contare su una struttura idonea ad ospitare gli allenamenti per far crescere l’Ultimate a Senigallia. La divisione \"expert\" (esperti) del torneo, per la cronaca, è stata vinta dagli \"Stilosi\", una squadra pick-up, composta da giocatori appartenenti ad altre società che si sono uniti per l’occasione formando un unico team. La finale, disputata contro i sempre fortissimi riminesi del CotaRica, si è conclusa con soli due punti di scarto.




Non dimentichiamo infine che nell’Ultimate lo \"spirit of the game\" (spirito del gioco) è considerato il traguardo più importante da raggiungere in un torneo e si guadagna giocando sportivamente e dimostrando che il fair play deve sempre essere il protagonista principale. Per aggiudicare questo importante riconoscimento al termine di ogni partita ogni squadra ha dovuto valutare lo spirito del gioco della squadra contendente, attribuendo un punteggio da 1 a 5 e nell’edizione 2009 del “Born to Play” il premio per lo spirito del gioco è stato vinto dai Windy di Aosta. I membri della squadra del Senagallika che hanno partecipato al Born to Play 2009 sono Luca Giancarlo Basta, Guido Calamosca, Daniel Fiacchini, Giovanni Garbatini, Augusto Giuliani, Marco Mosca e il capitano, nonché unico giocatore con esperienza pluriennale, Raffaele Gambelli.




Ed ora, archiviata la positiva esperienza maturata a Bologna, i ragazzi dell’Ultimate di Senigallia non si fermano e annunciano che il prossimo impegno del SenaDisc sarà quello di organizzare una partita dimostrativa di Ultimate proprio a Senigallia, allo scopo di presentare alla città questo fantastico sport.


da SenaDisc Ultimate Frisbee Senigallia






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 21 gennaio 2009 - 2646 letture

In questo articolo si parla di sport, SenaDisc Ultimate Frisbee Senigallia





logoEV
logoEV
logoEV