statistiche accessi

Il conte di Senigallia in trasferta in Sicilia

martines 2' di lettura Senigallia 20/01/2009 - Martines Augusti in trasferta in Sicilia. “Stiamo cercando di creare un ponte culturale tra la più grande regione d’Italia e le nostre Marche attraverso iniziative legate al cinema con la mediateca, alla comunicazione e la cultura con l’università di Camerino la Sapienza di Roma e il Dams di Bologna”.

Martines Augusti è atterrato ieri nella città Etnea e accompagnato dal famoso avvocato bolognese Eugenio Bulgarelli e dall’imprenditore catanese Mimmo Coco, ha incontrato alcune personalità di spicco del mondo culturale siciliano tra cui il pittore Sciacca uno dei più apprezzati dal critico Vittorio Sgarbi poi si sposterà a Fiumefreddo nella villa del principe Platania, dove è stato girato “Il Padrino”, considerato dall\'Accademy il secondo della storia del cinema dopo “Via con il Vento”, poi a Siracusa dove nella primavera estate prossima Martines dovrebbe presentare nelle sette città della valle del barocco la terza edizione del suo libro Vivere il 900 un viaggio lungo un secolo con un’inedita intervista all’attore siciliano Lando Buzzanca e far tappa con incontri culturali dedicata all’arte al cinema e alla Comunicazione, infine in nottata ospite nel palazzo della baronessa Trigona a Noto.




Domattina il conte di Senigallia presenzierà ad una messa sotto la lapide marmorea nel salone d’onore del sacrario dentro la Basilica San Nicola all’arena in onore del suo prozio il valoroso Maggiore Giovanni Martines ucciso dal fuoco austriaco nella prima guerra mondiale e medaglia D’argento della città etnea. Nel pomeriggio un tuffo nel passato allo stadio dove il Catania affronta il Bologna squadra cara al Martines visto che ha militato nella famosi giovanili degli anni 80 con i gioielli Mancini Marocchi Pagliuca e poi per oltre dieci anni ha condotto programmi televisivi e radiofonici proprio nella Città petroniana prima di approdare alla corte di Zavoli a rai uno. Lunedì in serata rientro a Senigallia.




“Stiamo cercando con grandi sforzi, afferma, di creare un ponte culturale tra la più grande regione d’Italia luogo della civiltà e le nostre Marche attraverso iniziative legate al cinema con la mediateca, alla comunicazione e la cultura con l’università di Camerino la Sapienza di Roma e il Dams di Bologna”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 20 gennaio 2009 - 5090 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, giovanni martines augusti, centro studi antonelli, martines





logoEV
logoEV
logoEV