statistiche accessi

Landi: rivoluzionare il centro storico per valorizzare il suo rapporto col lungomare

1' di lettura Senigallia 19/01/2009 - Nella “passeggiata urbana” organizzata ieri dal Circolo di Iniziativa Politica l\'ingegner Paolo Landi ha analizzato a fondo il problema tutto senigalliese del rapporto fra centro storico e Porto, avanzando importanti proposte strutturali per valorizzare questa particolarità.

Durante la camminata, che ha attraversato il centro storico passando da Piazza Roma a Piazza Simoncelli, Piazza Manni, il piazzale della stazione e terminando al porto, Landi ha individuato tre importanti modifiche al Piano “Cervellati”. “Il primo e più suggestivo accesso al mare dal centro storico è sicuramente quello che da Piazza Manni porta al porto. Un lungofiume che fungerebbe da vera e propria cerniera fra i due lungomari e la parte antica di Senigallia -ha spiegato l\'ingegner Landi-. Credo che la non edificabilità di Piazza Manni vada rivista in senso più elastico. Secondo me bisogn parlare di una edificabilità parziale.”

Il secondo accesso molto più complicato potrebbe nascere alla posto del piazzale della stazione. Basandomi su studi fatti dall\'Università di Tor Vergata e di Tolosa ho ipotizzato l\'arretramento della stazione ferroviaria più in prossimità del lungomare e lo spostamento dell\'Hotel Marche. Ciò darebbe la possibilità a chi si trova in spiaggia di godersi anche lo spettacolo della Rocca Roveresca direttamente dal mare. Infine -ha concluso Landi-, il terzo accesso al lungomare deve essere quello attuale del Sembhotel ma migliorandolo, togliendo il semaforo e agevolando il passaggio da Corso 2 Giugno a Viale Leopardi.







Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 19 gennaio 2009 - 2457 letture

In questo articolo si parla di attualità, riccardo silvi





logoEV
logoEV
logoEV