statistiche accessi

Ok ai parcheggi sul lungomare Mameli, ma è scontro sulle Piramidi

piramidi 3' di lettura Senigallia 15/01/2009 - Sui parcheggi la IV circoscrizione accusa il colpo ma sulla questione “Piramidi” niente sconti. L\'assessore alla mobilità Simone Ceresoni ha respinto la proposta avanzata dal consiglio di circoscrizione che chiedeva l\'eliminazione dei parcheggi lato monte sul lungomare Mameli per agevolare il traffico.

Una decisione motivata dal bisogno di aree di sosta a servizio delle attività del lungomare e dal fatto che per l\'estate nel tratto tra il porto e il sottopasso di via Zanella gli autobus del trasporto pubblico saranno sostituiti con minibus.


\"Abbiamo compreso le motivazioni addotte dall\'assessore Ceresoni e alla fine accettiamo il fatto che i parcheggi lato monte restino al loro posto -riferisce il presidente della IV Circoscrizione Fabio Giardini- capiamo che gli operatori turistici hanno bisogno di parcheggi a ridosso del mare ma il problema della carenza di aree per la sosta sul lungomare di ponente resta. Occorre trovare soluzioni che individuino nuovi parcheggi magari a ridosso della statale, altrimenti il problema del caos sul litorale resta\". La conformazione del lungomare Mameli (con una carreggiata più stretta rispetto al lungomare di levante), con una doppia fila di parcheggi, rende difficoltoso e a anche pericoloso il transito di veicoli, ciclomotori e biciclette nel periodo estivo. L\'introduzione di mini-autobus dovrebbe però in parte rendere più fluido il traffico veicolare.


La decisione della Giunta soddisfa gli operatori turistici che da anni lamentano la carenza di parcheggi a ridosso del mare. \"La proposta di togliere i parcheggi lato monte dal lungomare Mameli era assurda -afferma il segretario di Confesercenti Iorio Tombesi- già le aree di sono poche e togliere i parcheggi che ci sono avrebbe penalizzato ulteriormente albergatori, gestori di bar, ristoranti e anche i bagnini. Il punto è che con la chiusura del passaggio a livello la situazione, dal punto di vista del traffico, è destinata a peggiorare. I mini-autobus sono un palliativo ma non risolvono certo definitivamente il problema del traffico né tanto meno dei parcheggi. Servono spazi aggiuntivi per la sosta anche se ci rendiamo conto che la situazione sul lungomare di ponente è complicata. Non è facile individuare parcheggi neanche lungo la statale ma il comune una soluzione dovrà pur trovarla\".


Se sulla questione parcheggi la soluzione trovata da Ceresoni mette momentaneamente d\'accordo tutte le parti in causa, sul contenzioso legato al complesso residenziale delle Piramidi la battagli resta aperta. Lo stesso Ceresoni aveva respinto la seconda proposta della IV Circoscrizione, che chiedeva al comune di aprire una trattativa con la società Quadrifoglio srl, proprietaria del complesso delle Piramidi, e rappresentata dall\'ingegnere Angelo Utili. La Quadrifoglio ha infatti presentato un ricorso al Tar per poter completare la costruzione dell\'area, bloccata dalla varianti introdotte dal comune a tutela della fascia costiera.


Una decisione impugnata dalla Quadrilatero che si appella invece alle previsioni contenute nel prg che in quell\'area prevede la creazione di un albergo. \"Noi siamo per aprire un trattativa con la Quadrifoglio che blocchi il ricorso al Tar -ribadisce Giardini- la proprietà chiede il completamento dell\'area delle Piramidi, per circa 3.800 mc, e la costruzione di un albergo. Come contropartita la Quadrifoglio potrebbe accollarsi gli oneri di urbanizzazioni, come la realizzazione di una nuova strada antistante le Piramidi. Nelle prossime settimane ci sarà un incontro, insieme agli assessori Ceresoni e Mangialardi, e al rappresentante della Quadrifoglio Utili, dove noi ribadiremo la nostra posizione\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 15 gennaio 2009 - 1843 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, piramidi, parcheggi





logoEV
logoEV
logoEV