statistiche accessi

Arcevia: brutto tonfo per l\'Amministrazione Comunale

Comune di Arcevia 2' di lettura 03/01/2009 - Chiusura del 2008 più che con il botto, con un tonfo, un brutto tonfo, per l’Amministrazione Comunale di Arcevia.

Nella seduta del Consiglio Comunale del 29 dicembre scorso con all’ordine del giorno l’approvazione del nuovo organigramma del personale comunale, la maggioranza è di fatto andata in crisi, perché la proposta della Giunta non è passata sia per l’opposizione dei tre consiglieri di minoranza presenti (Rossi e Impiglia di Arcevia Nostra e Terenzi Anna di Partecipazione e Trasparenza), sia per l’assenza o la dissociazione di molti consiglieri della maggioranza stessa.


Al momento della votazione, con l’uscita dei consiglieri di minoranza, è venuto a mancare il numero legale dei presenti, necessario per l’approvazione del provvedimento. Fatto molto grave e sintomatico su cui la Giunta dovrebbe meditare e trarre le conclusioni conseguenti, (cioè ritirare definitivamente la proposta) perché la presa di posizione dei consiglieri sia di maggioranza sia di minoranza riflette il disagio e la disapprovazione nei confronti di questo provvedimento non solo dei singoli, ma anche più in generale della stragrande maggioranza degli stessi cittadini arceviesi per delega dei quali la cosa pubblica è amministrata. La proposta, a cui l’Amministrazione teneva particolarmente, non è passata perché non risponde all’obiettivo imprescindibile che è quello di un effettivo miglioramento dell’efficienza della macchina comunale.


Nella sua elaborazione non si è tenuto conto dei bisogni e delle criticità di varia natura di alcuni settori chiave e non si sono pertanto individuati gli opportuni correttivi, attuando in via prioritaria la riorganizzazione delle sette aree funzionali. Quanto costeranno ai contribuenti le maggiori spese che ne deriveranno e che andranno a gravare sui bilanci futuri sempre più in affanno? L’Amministrazione non le ha quantificate come avrebbe dovuto, si è solo preoccupata di modificare la dotazione organica del personale, prevedendo alcune inopportune progressioni verticali di carriera, che non serviranno a migliorare la qualità, attualmente deficitaria, di alcuni servizi resi ai cittadini, ma anzi alimenteranno la sfiducia e il distacco fra i cittadini arceviesi e i politici che li amministrano.


da Anna Terenzi
consigliere di minoranza




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 03 gennaio 2009 - 2834 letture

In questo articolo si parla di arcevia, politica, anna terenzi





logoEV
logoEV
logoEV