x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Omicidio Lorenzetti: Renzo Mandolini condannato a 30 anni di carcere

1' di lettura
8893

renzo mandolini

E\' stato condanno con rito abbreviato a 30 anni di carcere Renzo Mandolini, il fisioterapista senigalliese di 55 anni, che il 17 luglio scorso uccise con due coltellate l\'ex moglie Francesca Lorenzetti davanti all\'ufficio postale di via delle Viole.

Il processo a carico dell\'uxoricida, difeso dall\'avvocato Marco Manfredi, si è tenuto ieri mattina davanti al Tribunale di Ancona. Dopo un\'ora e trequarti di camera di consiglio è arrivata la sentenza. Il giudice Francesca Zagoreo ha condannato Mandolini a 30 anni di carcere di reclusione, con l\'interdizione dai pubblici uffici e la sospensione dall\'esercizio della patria potestà per tutta la durata della pena.


L\'uomo, quella mattina era uscito di casa con un coltello da cucina in tasca, era accusato di omicidio premeditato, aggravato dall\'aver agito contro il coniuge. Si era sempre difeso dicendo di aver solo voluto spaventare l\'ex compagna (con la quale aveva fra l\'altro un contenzioso legato alla divisione del patrimonio) e di aver agito come in preda ad un black out mentale. Il giudice ha condannato Mandolini anche al risarcimento del danno pari a 212 mila euro per ciascuno dei tre figli della coppia, Lucia, 28 anni, Serena, 22, e Lorenzo, 21, difesi dall\'avvocato Marina Magistrelli e che si erano costituiti parte civile, e di 150 mila euro per il nuovo compagno della Lorenzetti, Lucio Mazzaferri, anche lui costituitosi parte civile.


“La condanna - ha commentato il legale di parte civile Marina Magistrelli - non allevierà il loro dolore, ma servirà a rendere la giustizia più giusta. Anche perchè la sentenza di primo grado è arrivata appena cinque mesi dopo il delitto”.



renzo mandolini

Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 dicembre 2008 - 8893 letture