contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
articolo

Un milione di euro per nove persone, l\'opposizione attacca gli stipendi dei dirigenti

2' di lettura
4620
di Riccardo Silvi
vivere.biz/riccardosilvi

soldi
Popolo delle Libertà, Coordinamento Civico e Gruppo Misto, calcolatrice alla mano, hanno a gran voce chiesto chiarimenti sulle buste paga che i nove dirigenti comunali di Senigallia ricevono.
Sotto la lente di ingrandimento dell\'opposizione infatti non sono finiti solo gli stipendi tabellari, risultato di accordi contrattuali nazionali, ma anche tutte le voci economiche che si rifanno al volere diretto dell\'Amministrazione. In particolar modo gli incentivi di programmazione. Nel 2008 l\'unico dei nove dirigenti comunali che riceverà un incentivo di progettazione è l\'ingegner Gianni Roccato che, oltre allo stipendio tabellare di 37 mila euro, per l\'anno appena trascorso incasserà altri 69.750 euro.

Ma non solo. Sempre Roccato infatti godrà di 38.666 euro di “retribuzione posizione”, 9.484 di “Indennità aggiuntiva ad-personam” e 6.568 euro di “Retribuzione risultato”. L\'ingegnere comunale nel 2008 dunque riceverà in totale, sommando anche la tredicesima mensilità e l\'Indicizzazione Istat, 169.514 euro, mentre il comune di Senigallia dovrà sborsarne 206.065 euro, sommando tutti gli altri oneri. “La domanda è: il Comune ha bisogno di tutti questi nove dirigenti? -spiega Gabriele Girolimetti, PdL-. Non è meglio sfruttare eccellenze interne all\'Amministrazione comunale?” “Questo milione di euro che il comune spende per pagare questi signori è meglio spenderli per altre criticità -continua invece Fabrizio Marcantoni, del Coordinamento Civico-. Parlo delle strade dissestate, della situazione di via IV Novembre o della Cesanella. Insomma è ora di cambiare. Non appena sarà approvato il bilancio, andremo in ogni quartiere con questi dati.

L\'ingegner Roccato, secondo i dati di spesa, è il più pagato. In seconda posizione c\'è il dirigente Stefano Morganti con 105.283 euro, il direttore generale Rodolfo Ratiglia con 103.817 euro e Maurizio Mandolini con 83.659 euro. Per quanto riguarda le spese del comune, Roccato è il dirigente che costerà di più con una spesa totale di 206.065 euro, seguito da Ratiglia con 157.689 euro, Morganti con 121.108 e Mandolini con 105.627 euro. In totale la spesa ammonta a 1.106.564 euro, 30 mila euro in più rispetto al 2007.

Queste persone così strapagate dovrebbero avere un compito -spiega Lucio Massaccesi, PdL-: toglierci da certe situazioni come quella dell\'Ex Gil, ma a quanto pare così non è. Così ci ritroviamo a pagare due milioni di euro per il contenzioso e un milione di euro per questi dirigenti.” “Voglio lanciare una provocazione – ha concluso Roberto Paradisi del Coordinamento Civico-. Visto il brutto momento di crisi che stiamo passando, invitiamo questi dirigenti a restituire tutti quei soldi in più rispetto ai loro stipendi tabellari, così vedremo chi veramente ama la città e chi solo il suo conto in banca.


soldi

Questo è un articolo pubblicato il 21-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 22 dicembre 2008 - 4620 letture