contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA >

L\'anno che verrà: matrimoni alla Rotonda e un nuovo lungomare

3' di lettura
1471

matrimonio
Nel 2009 la Rotonda si colorerà di fiori d\'arancio. La Giunta sta mettendo a punto una sorta di regolamento per la celebrazione dei matrimoni con rito civile nella suggestiva cornice dell\'edificio simbolo della spiaggia di velluto.
Il successo del matrimonio collettivo, lanciato in occasione del Caterraduno quando il 14 giugno 100 coppie scelsero di dire il loro “sì” alla Rotonda, ha aperto una nuova strada. E così tra le novità in cantiere per l\'anno ormai alle porte c\'è anche una vera chicca. Del resto già esiste una delibera di Giunta (emanata proprio per consentire il matrimonio collettivo) che indica la Rotonda come “un\'espansione della sede Municipale”. Si tratta ora solo di organizzare la gestione dei matrimoni civili.

“L\'idea di celebrare i matrimoni alla Rotonda piace e ci stiamo ragionando -annuncia il sindaco Luana Angeloni- si tratta però di stabilire una sorta di regolamentazione. Questo per dare anche una certezza agli sposi. Stiamo pensando di individuare dei periodi nell\'arco dell\'anno in cui la Rotonda può essere messa a disposizione delle coppie che vogliono sposarsi”. I matrimoni però non sono l\'unica novità che interesserà il restaurato edificio sull\'acqua. “La Rotonda si è confermata il grande volano di promozione di Senigallia -ammette il primo cittadino- in tanti la richiedono e su questa strada noi vogliamo continuare. Potenzieremo l\'offerta perchè la struttura, seppure di piccole dimensione, è un contenitore che si adatta ad ospitare grandi eventi ma anche spettacoli, intrattenimento, esposizioni, mostre, degustazioni di alta cucina, convegni e quant\'altro. Presto arriveremo anche alla definizione della forma di gestione per la Rotonda e la Fenice. La Giunta sta mettendo appunto, su mandato del Consiglio Comunale, la costituzione di una fondazione di partecipazione in grado di poter creare marketing”.

Il 2009 però sarà l\'anno delle infrastrutture che cambieranno il volto della città. “Dopo 9 anni completeremo i lavori del nuovo porto, la più grande opera mai realizzata a Senigallia -ricorda la Angeloni- si apriranno poi i cantieri per la terza corsia dell\'autostrada e per la complanare. Mi auguro che possa essere l\'inizio anche dei lavori nell\'area ex Sacelit che darà una boccata di ossigeno anche alle nostre imprese e a tutto l\'indotto”. Un\'accelerazione significativa è prevista anche per la riqualificazione e il rilancio di tutto il litorale con una delocalizzazione dei servizi e delle strutture. “Stiamo gettando le basi per la trasformazione del lungomare, dalla Sacelit alle ex colonie Enel e non solo -afferma il sindaco- occorre riprogettare l\'uso dell\'arenile e per questo sono in corso studi puntuali, in collaborazione con l\'Università Tor Vergata di Roma, per valorizzare le diverse peculiarità dei 14 km di costa. Discuteremo di nuove proposte tra cui la sistemazione del piazzale della Libertà (con la delocalizzazione prevista dell\'edicola e delle due concessioni antistante la Rotonda ndr). Va ripensato anche l\'uso della spiaggia, rimettendo in gioco il fronte mare e pensando ad una pedonalizzazione del lungomare”. Obiettivi ambizioni che il primo cittadino cercherà di concludere o quanto mento avviare entro il prossimo anno e mezzo, alla scadenza cioè del suo secondo mandato.

“In questi anni la città è cambiata, è più bella e questo è sotto gli occhi di tutti ma quello che mi dà più soddisfazione è vedere come è cresciuto il senso di appartenenza ad una stessa comunità -osserva la Angeloni- l\'augurio che mi sento di rivolgere a tutti i cittadini per il 2009 è quello di continuare su questa strada e di rafforzare ulteriormente il senso di solidarietà e altruismo verso chi ha più bisogno”.


matrimonio

Questo è un articolo pubblicato il 22-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 22 dicembre 2008 - 1471 letture