contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

A Palazzo del Duca la mostra dedicata a Senigallia e Scanno, città della fotografia

4' di lettura
1444

mario giacomelli
La mostra, dedicata a Senigallia e Scanno, città della fotografia, che verrà allestita a palazzo del Duca a fine dicembre, apre la programmazione espositiva senigalliese per il 2009.

Si tratta di una programmazione, in cui viene sottolineato anche il ruolo del Musinf come centro artistico creativo, documentario e informativo. “L’accento internazionale, proposto dalla mostra documentaria dedicata alla fotografa tedesca Hilde Lotz Bauer, che ha fotografato Scanno prima di Giacomelli e di Cartier Bresson” preannuncia il prof. Stefano Schiavoni, consigliere delegato alla fotografia “è coniugato insieme alla esposizione di vari maestri della fotografia senigalliese, che hanno dedicato loro fotografie alla cittadina abruzzese”.




Infatti nell’itinerario espositivo, previsto a palazzo del Duca, si passa dagli storici scatti della Lotz Bauer per giungere alle bellissime suites di fotografie di Renzo Tortelli e di Paolo Megucci, che documentano il lavoro di Mario Giacomelli a Scanno, proprio mentre sta scattando alcune delle fotografie, che hanno reso il maestro senigalliese famoso nel mondo. “Poi” preannuncia il prof. Schiavoni “saranno allineate in esposizione alcune fotografie inedite di Scanno, eseguite da Giorgio Pegoli e abbiamo recuperato per l’occasione anche alcuni scatti di Marco Mandolini, che sono stati recentemente ritrovati nel vasto e finora sconosciuto archivio di questo fotografo, bravissimo quanto riservato”.




Nel 2009 l’attività espositiva del Museo sarà indirizzata in maniera innovativa. Infatti il prof. Bugatti, che dirige il Museo senigalliese ha già comunicato che il 2009 sarà dedicato ad un attento lavoro di valorizzazione delle raccolte museali, che hanno particolare rilievo nei settori, della fotografia, della scultura, dell’incisione, del libro d’artista, della poesia visiva e della video-arte. Si tratta di raccolte, che hanno un grande valore storico. Si sapeva dell’apprezzamento internazionale per le raccolte di fotografia del Musinf, per via del crescente successo della fotografia di Giacomelli, Cavalli e Ferroni, ma recentemente, dalla prestigiosa fondazione internazionale Brancusi, è venuta anche una segnalazione, diretta al Sindaco di Senigallia, Luana Angeloni, per le raccolte di scultura senigalliesi del Musinf , che comprendono le sculture di Alfio Castelli, Mazzolani e Ceccarelli.




“Nel 2009” “dice il direttore del Musinf” non ci limiteremo alle fasi espositive, infatti nel programma 2009 del Musinf è prevista la valorizzazione anche delle attività laboratoriali e didattiche, specie nel settore della fotografia e della stampa fotografica sia in camera oscura, sia in camera chiara”. Si tratta di attività nelle quali sono già volontaristicamente impegnati numerosi artisti, con risultati di eccellenza ed innovativi nei settori della fotografia d’arte, delle antiche tecniche di stampa, del cliché verre, della rayografia e del laser per la fine art. La nuova sistemazione dell’archivio fotografico e della biblioteca d’arte contemporanea consentirà la valorizzazione del Musinf come luogo di consultazione, attraverso touche screen, delle opere d’arte conservate, ma anche di cataloghi e video. Verrà, infine. promosso il ruolo del Museo come luogo di accesso a reti informatizzate nazionali ed internazionali per l’arte contemporanea.




Individuando come progetto positivo quello di fare di Senigallia un grande spazio espositivo urbano, il Musinf ha in programma per il 2009 di intensificare la collaborazione agli allestimenti di mostre e di eventi comunali, che troveranno varie dislocazioni: in un luoghi storici della città, ma, anche presso scuole e sodalizi culturali. In tal modo, dopo il successo registrato, con le oltre cinquemila presenze della mostra sulla storia della fotografia senigalliese, allestita nella scorsa estate, il Musinf mira ora a coinvolgere nell’arte contemporanea un pubblico vasto ed eterogeneo. Il programma 2009 prevede, a maggio, una notte dei Musei dedicata alla mostra nazionale di fotografia stenopeica a palazzo del Duca ed una sessione dedicata alla video-arte, alla piccola Fenice.




La fotografia stenopeica a Senigallia ha come riferimento operativo Massimo Marchini e la video-arte ha come protagonista Maurizio Cesarini, le cui quotazioni internazionali sono in continuo aumento. Poi ci sarà, in autunno, la partecipazione del Musinf alla giornata nazionale del contemporaneo, in collaborazione con l’associazione nazionale dei musei d’arte moderna. Fitta, infine, per l’estate 2009 la serie degli incontri programmati sulla storia e la didattica della fotografia.




A partire dai cliché verre di Corot , di Picasso e degli impressionisti per giungere alle rayografie di Man Ray. Per l’estate 2009 al Musinf pensano ad un vero tour de force di presentazione di fotografi senigalliesi. “A parte Lorenzo Cicconi Massi, che ormai tutti conoscono ed apprezzano, ci sono tanti talenti” dice Stefano Schiavoni “che aspettano solo di essere meglio conosciuti anche in sede locale. Dobbiamo solo organizzarci per mostrare i talenti che Senigallia ha prodotto e sta producendo nella fotografia. Penso” conclude il prof. Schiavoni “a fotografi come Renzi, Valenti, alle fotografie recentemente donate da Angelini al Musinf, penso alle tante nuove acquisizioni dell’archivio fotografico della collezioni civica”.



mario giacomelli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 22 dicembre 2008 - 1444 letture