Maurizio Perini esce dal Pdl

maurizio perini 1' di lettura Senigallia 12/12/2008 - Preso atto della impossibilità a trattare e mettere in discussione le tematiche a me care della Famiglia e della sua protezione sociale , ho rinunciato a prendere parte attiva alle trattative per la creazione del nuovo PdL locale, accettando serenamente l\'esclusione che ne è seguita.

Difatti, nonostante i numerosi tentativi di sensibilizzare i dirigenti locali sul tema, dapprima attraverso l\'elaborazione di un corposo programma di intervento, poi sfociato nella proposta diattivare da subito il cd.”Fondo Comunale per la Famiglia” e nella creazione dell\' “Osservatorio sulle povertà”; nonostante il tentativo di intraprendere un dialogo bi-partisan, che consentisse di giungere in tempi brevi alla realizzazione di questi pochi interventi di immediato riscontro per i cittadini, non mi è stato materialmente possibile giungere ad una conclusione.


Con tutta evidenza, la direttiva politica era indirizzata altrove, secondo logiche che , mi auguro lo comprendano i “nuovi Dirigenti”, ci allontanano progressivamente dalle persone le quali dubito abbiano un beneficio mensile dalla scelta della destinazione di Palazzo Gherardi, piuttosto che dalla impostazione archittettonica del Piano Cervellati. Non c\'è stata condivisione di intenti e questo mi spinge a continuare l\'attività all\'interno di quelle associazioni che nell\'ombra portano risultati piccoli, ma concreti per la vita di tutti i giorni; abbandonando dunque non già la vita politica attiva, bensì quella logica di partito che considera il raggiungimento di un incarico, quale scopo ultimo anziché quale mezzo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 dicembre 2008 - 3778 letture

In questo articolo si parla di forza italia, politica, maurizio perini, Popolo delle Libertà





logoEV