Primavera: Gelmini e Tremonti assestano un colpo tremendo alla scuola pubblica

Roberto primavera 3' di lettura Senigallia 11/12/2008 - Recita l’art 3 della nostra Costituzione: “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l\'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”.

Certamente un ruolo fondamentale per superare gli ostacoli che si frappongono al “pieno sviluppo della persona umana” spetta alla scuola. L’accesso effettivo, pieno alla cultura, all’informazione e all’aggiornamento è una condizione fondamentale per consentire al Cittadino di costruirsi un adeguato corredo critico, una reale capacità di comprensione e controllo di ciò che gli accade intorno; di diventare quindi cittadino attivo, partecipe della sua realtà. Libertà è partecipazione.




E’ netta la nostra convinzione che i ministri Gelmini e Tremonti, con la loro azione di governo, stiano, tutt\'altro che rimuovere, ponendo un ostacolo enorme al raggiungimento di tali obiettivi, coerenti con la loro visione della scuola, aziendalista (e qui ci sarebbe da chiarirsi anche con ampi settori del Centrosinistra) ed elitaria (i soldi per la scuole private non si discutono). Stanno, costoro, assestando un colpo tremendo alla scuola pubblica spacciando i tagli di risorse per una riforma, con il pretesto della crisi economica. Ma non sarà che proprio nei momenti di grave crisi economica bisognerebbe tanto più garantire stabilità e risorse al sistema della formazione e della ricerca con lo sguardo volto al futuro?




A tutto ciò anche Senigallia ha reagito con tempismo e dignità, grazie ai comitati spontanei di insegnanti, genitori e studenti che, uniti in un coordinamento, sono riusciti a informare e sensibilizzare la città. Sono scese in piazza migliaia di persone e al loro fianco anche gli amministratori pubblici in un raro ma importante momento di condivisione. Perché importante? Perché Senigallia può vantare un’offerta dei servizi scolastici (mantenimento di alcuni plessi periferici, trasporti pubblico capillare, mense, assistenza individuale al disagio, integrazione) di alta qualità, costruita nel tempo con oculate scelte di politica amministrativa, socialmente attente e tarate sui bisogni espressi dal territorio.




Questo patrimonio cittadino oggi viene messo pesantemente in discussione dalla Legge Gelmini e la città giustamente reagisce. Unita. In questi giorni, per esempio, con due ottime iniziative, che si integrano perfettamente, proposte alla cittadinanza: la prima (oggi), organizzata dal Coordinamento Cittadino dedicata ad un ulteriore approfondimento di carattere generale; la seconda (sabato pomeriggio) , organizzata dai Gruppi Consigliari di Maggioranza(PD, Verdi, IdV), sulle norme attuative, in itinere, della legge e, soprattutto, sulla loro ricaduta, negativa, sul nostro territorio comunale. L’utilità di queste iniziative è data oltre che dall’aspetto conoscitivo, dall’impegno a predisporre strategie di “resistenza” atte a preservare un patrimonio comune di diritti consolidati, di ricchezza collettiva, stato sociale anche a livello locale. Con questa sua coralità Senigallia sta esprimendo in questi giorni una coscienza civile e democratica, un’unità d’intenti di cui può andare fiera. Spiace che in questo contesto il segretario di Rifondazione Comunista si ponga, per l’ennesima volta, a lato per marcare la differenza e additare chi non pensa come loro (facendo tra l’altro confusione di ruoli e posizioni, in parlamento e fuori).




Legittimo, ci mancherebbe! E poi lo capiamo: “tanti nemici, tanto onore!”(in questo caso sarebbe meglio dire “tanta visibilità”). Quando però arriva a dire che Senigallia è governata dalla “seconda destra”, poi deve spiegare agli elettori perché in Consiglio Comunale è il suo partito a condividere il megafono con la Destra, quella vera, di Gelmini, Tremonti & C. E non è un caso che gli esponenti della destra locale rispetto alla questioni della scuola siano muti, inesistenti. Sanno loro per primi, che su tale questione meno si fanno vedere e meglio è. Nella speranza che la “gente”, come la chiamano loro, dimentichi presto. Poi, appena avrà dimenticato, di nuovo a sbraitare: “che il liceo classico torni a Palazzo Gherardi”. Paga Tremonti?


da Roberto Primavera
Portavoce dei Verdi di Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 11 dicembre 2008 - 5451 letture

In questo articolo si parla di verdi, politica, senigallia, roberto primavera


La riposta alla domanda finale è: No, paga Pantalone.<br />
Solo che di questi tempi anche pantalone va in giro con diverse toppe in giro (però firmate!)

Primavera ha ragione in molte cose, ma poi ci deve spiegare perchè un verde approva senza fiatare qualsiasi cementificazione ... allora anche lui non è rispettoso dei suoi elettori e si comporta come quelli di dx e non deve lamentarsi se qualcuno (forse qualcuno è riduttivo ...) si è rotto le palle di questi verdi senigalliesi ...

Floriano Schiavoni

Primavera prima di scrivere dovrebbe documentarsi sulle risultanze della apposita commissione istituita dal governo Prodi. ( dove i verdi mangiavano a pieno titolo)<br />
Nel prossimo Consiglio Comunale del 17/12 comunicherò le conclusioni della citata commissione.<br />

...e poi si vuol sostenere che le questioni serie - scuola, università, cultura, connessioni tra politica e attività economiche private - non sono strumentalizzate! <br />
<br />
Primavera, se volete fare una sacrosanta battaglia per la scuola, fatela. Se volete cavalcare l\'onda dello scontento delle madri per la minaccia di chiusura delle sedi scolastiche privilegiate, fatelo. Ma basta con questa storia degli attacchi a RC. E\' noiosa e stomachevole. Sembra il balletto tra Veltroni che vuole essere invitato a cena da Berlusconi, e Berlusconi che risponde: \"No. Io a quello non ce lo voglio, se prima non si lava le mani...!\" <br />
<br />
I cittadini - loro - non sono pecore. Sanno osservare, giudicare e votare. Così facendo vi giocate quel poco di credibilità che vi è rimasta, credetemi.

Solo per informazione: ma da quando i verdi sono in maggioranza Senigallia è l\'unica città delle Marche dove gli indici di edificabilità sono stati ridotti.<br />
Con la variante arceviese sono stati ridotti anche gli indici sul lungomare e sono state eliminate le zone di completamento.<br />
Nel comparto colonie Enel sono stati ridotti da 0.86 allo 0.33 e per il comparto via cellini la proposta è di ridurle di due terzi.<br />
Si può dire che non basta, ma parlare di \"qualsiasi cementificazione\" mi sembra riduttivo e poco rispondente alla realtà.

Commento modificato il 11 dicembre 2008

Il partito dei Verdi è in piena crisi politica e di identità, ma visto che ognuno si lecca le sue ferite, non insisto su questo tasto.<br />
Roberto Primavera però ci deve spiegare, visto che mai come oggi la politica nazionale ricade pesantemente sulle vicende locali, come mai non prova a interloquire, a Senigallia lui a Roma i suoi, con un PD che come al solito traccheggia sulla difesa della scuola pubblica. Oppure leggiamo male quando sentiamo Uolter \"ma anche\" Veltroni approvare quei finanziamenti alla scuola cattolica che lo stesso Tremonti pensava di tagliare finchè i vescovi non l\'hanno cazziato?<br />
Dunque perchè se la prende con Rebecchini? Perchè Roberto ciurla nel manico quando contesta a RC di fare battaglie trasversali? Nel suo campo tutto bene? La Torre (PD) che sulla vigilanza RAI passa pizzini a Bocchino (AN) contro un esponente alleato (IDV-Di Pietro) in diretta TV è forse più edificante?<br />
Magari il senatore democratico (ex PCI-PDS-DS) avrà pensato \"i nemici dei miei nemici sono miei amici\" che in fondo lo diceva il buon vecchio Mao?<br />
Allora se la battaglia per Palazzo Gherardi è sacrosanta ma mette i Verdi in fuorigioco, se gli indici di edificabilità ridotti sono sempre troppi rispetto ad un prato (verde) fiorito, se a Senigallia si è costruito più in questi ultimi dieci anni che nei trenta precedenti...dai, sarà colpa di Rebecchini? <br />
Ah, sulla scuola, due parole veloci: la Gelmini/Tremonti è una mazzata per mille ragioni, ma prendere un pulmino per andare a scuola cinque minuti più in là non è la fine del mondo. <br />

Anche a me sembra che tutta questo interesse per la legge Gelmini sia l\'inizio di una pre-campagna elettorale. E lo capiscono tutti. <br />
Ma qualsiasi siano le motivazioni, ben venga parlare della scuola e dei problemi che vi si prospettano, soprattutto se Berlusconi afferma che la sinistra ha manipolato l\'informazione in proposito! <br />
Come si dice:il caldaro che parla male della adella.....<br />

Evidentemente è iniziata la campagna elettorale; da una parte i Verdi, dall\'altra sindaco e assessore che fanno inaugurazioni l\'una dopo l\'altra solo per far un po\' di brutta propaganda pre-elettorale.<br />
Primavera, non dovrebbe tirar per la giacca la Costituzione solo per far della propaganda fine a se stessa.<br />
Servirebbe, a mio modesto avviso, qualche parola in meno e qualche proposta in più, cosa che da una certa parte politica non arriva mai.<br />
E poi scusi, ma una frase migliore di questa \"E’ netta la nostra convinzione che i ministri Gelmini e Tremonti, con la loro azione di governo, stiano, tutt\'altro che rimuovere\" non c\'era?<br />
Lo dico da un punto di vista grammaticale, visto che si parla di scuola...

Che noia professorè!<br />
Avrà il diritto chi viene definito 2^ destra di rispondere?<br />
Poi i cittadini giudicano però devono comunque sentire due campane no?<br />
E che caspiterina!!!!!!

Tutti sono in campagna elettorale e RC no? ( per altro nessuno si è sentito in dovere di spiegare perchè in consiglio RC si è defilata sull’Odg antigelmini)<br />
O l’intervento di RC è stato solo per mettere il cappello su un movimento senigalliese antigelmini nato fuori dai partiti ed anche per dare patenti su chi è legittimato o no.<br />
E logicamente solo RC lo è, ma con che credibilità se a livello nazionale si dice una cosa e a livello locale il contrario? <br />
Quando lo stesso segretario che chiama questa maggioranza “ la seconda destra” e che mantiene un incarico che questa nuova destra gli ha conferito e che lui mantiene solo perché va d’accordo con il presidente?. (appreso da interventi su VS, un incarico che ha un emolumento superiore a quello di tanti giovani precari e sicuramente espletato con molta minor fatica, buo Dio, però ci paga le tasse) <br />
Questo non è attaccamento alla poltrona?<br />
Questo non è utilizzare problemi seri solo come trampolino di lancio per una visibilità che altrimenti non si avrebbe, autopromovendosi ad unici legittimati della protesta?<br />
Ora mi spiegate che differenza c’è con coloro che vengono criticati per gli stessi comportamenti ? <br />
La “gente”, di cui ci si riempie sempre la bocca, esiste solo se accetta “la verità rivelata”, se si fa dare le lezioni che vengono impartite, perché uno di sinistra non ha dubbi, sono sempre gli altri che sono stupidi, che non capiscono, che non sono legittimati a parlare.<br />
Io invece ne ho un’infinità di dubbi ed il primo è che: se per essere di sinistra bisogna essere così, allora forse mi sono sbagliato. Sicuramente sono io lo stupido, ma magari qualcuno potrebbe pensare anche di no. <br />

Caro Primavera ti invito alla lettura e alla riflessione di un comunicato tratto dal sito del PD. Naturalmente puoi essere d\'accordo a finanziare le scuole private, basta chiarire e chiarirsi.<br />
18 novembre 2008 Ufficio stampa - <br />
SCUOLA: MOZIONE SENATORI PD, \"RIPRISTINARE FONDO SCUOLE PARITARIE\"<br />
\"Garantire la possibilità che la scuola dell\'infanzia sia assicurata a tutti gli alunni nel nostro Paese\"<br />
Mozione dei senatori del Pd Antonio Rusconi, capogruppo in Commissione istruzione, Mariapia Garavaglia, ministro dell\'Istruzione del Governo ombra, Mariangela Bastico Mauro Ceruti, Anna Serafini, Albertina Soliani, Flavio Pertoldi, Vincenzo Vita.<br />
I senatori del Pd Antonio Rusconi, capogruppo in Commissione istruzione, Mariapia Garavaglia, ministro dell\'Istruzione del Governo ombra, Mariangela Bastico, Mauro Ceruti, Anna Serafini, Albertina Soliani, Flavio Pertoldi, Vincenzo Vita hanno presentato oggi una mozione che impegna il Governo a \"ripristinare immediatamente la somma di 133 milioni di euro sul fondo delle scuole paritarie per garantire la possibilità che la scuola dell\'infanzia sia assicurata a tutti gli alunni nel nostro Paese\". continua

Anonimo

della padella, sono d\'accordo :-)<br />

I parlamentari fanno presente che \"la libertà di scelta educativa delle famiglie e, quindi, la parità scolastica, è un diritto giuridico e costituzionale\" e che \"con la legge n. 62 del 2000 sono stati definiti i criteri per il riconoscimento delle scuole paritarie, gestite dagli enti locali o da soggetti privati, che sono parte, insieme alle scuole statali, del sistema nazionale di istruzione pubblica\". \"Dal 2002 però - sottolineano i parlamentari - il contributo alle scuole paritarie è fermo a 536 milioni di euro, per l’80% destinato alla scuola dell’infanzia che in molti piccoli comuni è l’unica risposta alle famiglie\". <br />
Aggiungono i senatori del Pd: \"Nel disegno di legge finanziaria 2009 e nel Piano triennale del Bilancio dello Stato risulta un \'taglio\' ingiustificato di oltre 133 milioni di euro/anno, che metterebbe anche le scuole F.I.S.M. – che rappresentano il 60% delle scuole paritarie – in condizione di non assicurare la prosecuzione del servizio per i 500.000 bambini che la frequentano e comprometterebbe l’applicazione del C.C.N.L. per gli oltre 40.000 dipendenti \"Inoltre - aggiungono i senatori - in questi anni, causa l’aumento di istituti accreditati, la somma versata dallo Stato a ogni sezione di scuola dell’infanzia o paritaria è diminuita progressivamente. Tali contributi non sottraggono comunque risorse alle scuole statali\". <br />
\"E\' necessario quindi - concludono - che il Governo riveda le sue posizioni e restituisca al fondo delle scuole paritarie la somma sottratta\"

Certo che i Verdi hanno diritto di rispondere. Ci mancherebbe. Ma che non si facciano scudo addiritttura della Costituzione mi pare il minimo per non dare degli imbecilli agli elettori...!<br />
<br />
Perchè quello che si legge della vicenda è molto chiaro. RC locale dà fastidio al PD locale, Sindaca in testa. Finalmente RC si leva dalle scatole e il PD (locale) esulta. Dopo la questione del \"voto utile\" Verdi e Sinistra Arcobaleno scompaiono. I verdi (locali) decidono di convertirsi e diventano marrani. RC, che tiene in piedi troppe giunte nelle Marche (per esempio, quella provinciale), non può essere fatta nera direttamente dal PD (locale), e dunque dalla sindaca & Co. E\' un rischio politico che il PD regionale e nazionale farebbe pagare troppo caro ai nostri.<br />
<br />
I Verdi - per ingenuità che sconfina nella stupidità oppure per calcolo, non è dato sapere - si prestano allo squallido scopo. E questo è il patetico risultato. Politico, purtroppo. Perché a pochi di noi interessa sapere cosa faranno Angeloni, Mangialardi e Ceresoni dopo il 2010. Ma che fine farà Senigallia invece ci interessa. Eccome!

Commento modificato il 11 dicembre 2008

Vedo che il sig. Mauri invece di entrare nel merito delle questioni comincia ad andare sul personale.<br />
Veniamo subito al consorzio Zipa. So già che da tempo è iniziata una lotta alla successione... Il compenso Le avevo già detto una volta è di 450 euro mensili, senza altri rimborse o aggiunte. Questa somma va a fare cumulo con il mio stipendio da insegnante ed ecco che ci pago altre tasse. Sempre da questa somma, ogni mese (ma questa è una scelta personale, e credo che anche altri rappesentanti dello stesso pd eletti nelle istituzioni abbiano lo stesso comportamento) con bonifico bancario verso al mio partito più della metà, per contribuire al pagamento delle spese della sede. Aggiungo altre spese occasionali come pagamento manifesti, tassa affissioni e altro ancora. Stia sicuro che alla fine non ne traggo alcun beneficio economico personale, anzi. <br />
Sulla questione del movimento non è mia volontà di legittimare o delegittimare alcuno. Chiedo, legittimamente, chiarezza su uno dei temi pricipali: il finanziamento alle scuole private.<br />
Porre questa questione (la stessa DC mai aveva avuto il coraggio di fare quello che oggi fa il PD) vuol dire portare acqua a Berlusconi o fare la necessaria chiarezza?<br />
So bene che il PD italiano non è purtroppo Zapatero.<br />
luigi rebecchini

Gent.mo dr Rebecchini, non entro nel personale, ma nel politico visto che l\'incarico è politico e non professionale , poi che i suoi emolumenti li dia al partito questo non cambia la sostanza che la poltrona se l\'è tenuta ben stretta.<br />
I cittadini hanno bisogno di conoscere per poter decidere la coerenza o meno di coloro che si fanno loro rappresenanti, e se mi permette la mia coerenza ( rappresento e parlo solo per me stesso) può avere delle sbavature la sua dovrebbe averne un pò meno.<br />
Per le sue analisi sul PD perchè ci coinvolge i Verdi, mi sembra che a livello nazionale siamo messi male più o meno come voi e poco abbiamo da incidere se non localmente, che forse si debba far cadere la maggioranza senigalliese per questo? <br />
E qui ripropongo la domanda, perchè RC si è defilata in consiglio comunale sull\'OdG antigelmini?<br />

Le rispondo che è la maggioranza che ci governa che deve garantire il numero legale non solo quando si parla di cemento (vedi immediatamente prima la discussione sulle colonie ex enel o tutte le altre pratiche urbanistiche). Credo che il consigliere Mancini faccia al meglio e con capacità il suo lavoro. Numerosi sono i suoi interventi a favore della scuola in questi anni. Rifondazione a Senigallia, come in tutta Italia, è a fianco degli insegnanti, degli studenti e delle famiglie che lottano contro la Gelmini.Mi si lasci criticare fortemente la politica del PD sulle scuole private. E\' una grande questione che, a mio parere, non puà essere sottaciuta.<br />
Tornando alla politica cittadina,<br />
visto che Lei si dichiara un ambientalista, Le ricordo che la Cava di San Gaudenzio da sola meritava una presa di distanza dalla maggioranza, comunque non voglio tirare nessun per la giacca, nè tantomeno chi non vuole avviare una riflessione critica seria, continui a votare serenamente con questo pd cittadino, noi continueremo la nostra ragionata opposizione, con i nostri contenuti.<br />
luigi rebecchini

Siccome lei sa bene dove stanno i buoni e dove stanno i cattivi....attendiamo lumi urgenti sulla crisi economica...la fame nel mondo.....la moria di conigli a Fabriano e la situazione coniugale della signora Ivana Tramp!<br />
Mi pare che per essere una fuori dai giochi di dietrologia (o avantologia) politica ne fa parecchia pure lei eh! Naturalmente attribuendo intenzioni furtive e malevole a chi non le piace!<br />
In fondo non è molto dissimile da chi dice di attaccare!

ho capito, RC pur di non votare col Pd un OdG che affermava ciò che lei stessa diceva ha preferito fare il gioco dell\'opposizione (quella sì di destra) che non l\'avrebbe mai votato.<br />
Ci voleva molto ? bastava dirlo subito .

Bhè considerando che ci sono partiti che la campagna elettorale l\'hanno iniziata nel 2005... Ma che PD e Verdi fanno un reato se fanno campagna elettorale? La campagna elettorale puo essere fatta solamente da chi decide di abbandonare la maggioranza?<br />
Non capisco perchè il consigliere Paradisi ha definito un traditore Monachesi nei confronti degli elettori e ha elogiato la scelta \"coraggiosa\" di Mancini?<br />
Sicuramente Rifondazione Comunista in questo periodo sta guadagnando consensi sottraendoli al centro-sinistra e per questo è spalleggiato dalla destra... \"i nemici dei miei nemici sono miei amici\" diceva Mao e ripeteva Renato_Pizzi! Ma un attimo... sto dicendo che quelli di destra di Senigallia la pensano come Mao, no dai non è possibile loro sono contro i matrimoni maoisti e il fascismo maoista... Forse sono io che sono in malafede!<br />
<br />
Alberto Bartozzi

claudiabalena

Off-topic

Scusate, commento che non c\'entra niente ma volevo chiedere a Michele come mai ho mandato il fax per avere i commenti registrati subito e invece non riesco a mandare neanche un commento. Mi fai sapere? Grazie e scudate l\'intrusione fuori luogo.

Allora diciamo che non mi sono spiegato: La maggioranza doveva garantire la presenza come l\'aveva garantita poco prima sulle colonie enel. <br />
Siamo felicissimi di votare odg contro la Gelmini.<br />
Intanto continuo anche a chiedere una presa di posizione da parte del PD contro i finanziamenti alle scuole private. <br />
cosmoblog<br />

Nessuno è buono o cattivo. Questi sono giudizi di valore che io non do. Certo che faccio politica. La faccio come tutti quelli che commentano e dicono la loro, anche su queste pagine. E non attribuisco intenzionui malevole e furtive. Analizzo e cerco di dare (a me) una spiegazione plausibile. E l\'unica è quella che ho scritto. Se lei intruso ne ha un\'altra, si faccia avanti anziché star lì col suo fiato sul mio collo. Sarò ben contenta di ascoltarla. Ma pare che lei abbia buona capacità solo nel ruolo di frondista. Buon per lei.<br />
<br />
P.S. Sulla crisi economica e la fame nel mondo, se vuole posso dirle. Della moria di conigli a Fabriano non ne so gran ché. So invece della moria di banche, dovuta anche alle solite \"politically-connected firm\" (filone di ricerca economica) che tanto piacciono al PD. Neppure del partenr della signora Trump ho notizie. Ma se le serve per fare sonni tranquilli, mi documento... Fosse mai che mi diventa nervoso/a!

caro sig. mauri, con questo suo commento - peraltro ripetuto ad ogni occasione - lei ammette che gli incarichi distribuiti da questa sua maggioranza nulla hanno a che fare con le competenze ma solo con le clientele elettorali e politiche. Tant\'è vero che chiede a Rebecchini di dimettersi non in nome di una sua - magari sopraggiunta a causa degli anni che passano - incapacità, ma in nome della sua non più \"appartenenza\" alla maggioranza da lei con così tanto ardore amoroso sponsorizzata.<br />
<br />
Era ora che qualcuno lo dicesse papale papale. Ce ne ricorderemo la prossima volta che vi arrampicherete sugli specchi per giustificare qualche altra prebenda.