Serra de\' Conti: Pcl, è allarme per la crisi occupazionale

Partito Comunista dei Lavoratori 1' di lettura 12/11/2008 - La grave situazione occupazionale che si sta abbattendo anche nel nostro territorio richiede un impegno coerente da parte di tutti affinchè dopo una approfondita analisi delle cause che l\'hanno determinata, ci si impegni per una proposta di ampio respiro.

Una proposta che coinvolga l\'Amministrazione Comunale, le forze politiche, sindacali e sociali esistenti nei nostri territoriali (la crisi coinvolge non solo il nostro comune) e che vada oltre l\'espressione della solidarietà per quanti hanno perduto il lavoro e che si esprima in un progetto, a breve-medio e lungo termine che garantisca, data l\'emergenza che si è creata almeno quel minimo vitale di sostentamento di cui interi nuclei familiari si vedranno privati o drasticamente ridimensionati.


Il Pcl nel mentre esprime solidarietà alle lavoratrici ed ai lavoratori e a quanti da questa drammatica situazione rischiano di pagare una crisi determinata da altri, si impegna a sostenere progetti credibili di impegno concreto per costruire forme di aggregazione che contribuiscano a superare la crisi che dovrebbero pagare coloro che l\'hanno determinata e non le classi lavoratrici del nostro paese.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 novembre 2008 - 1657 letture

In questo articolo si parla di economia, serra de' conti, Partito Comunista dei Lavoratori, Giorgio Bendelari


Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

BALDO

Commento sconsigliato, leggilo comunque

anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Off-topic

I commento vanno firmati, altrimenti sono costretto a sconsigliarne la lettura.




logoEV
logoEV