Con la legge Gelmini a rischio le scuole di Scapezzano e Cesano

Fabrizio Volpini 2' di lettura Senigallia 11/11/2008 - \"La partecipazione di alcuni esponenti della giunta alla fiaccolata di protesta di sabato scorso contro i tagli alla scuola previsti dalla legge Gelmini non è affatto un atto di propaganda né tanto meno una strumentalizzazione\". 

Il segretario del Partito Democratico Fabrizio Volpini, anche assessore ai servizi alla persona, replica alle accuse mosse dal consigliere comunale Gabriele Cameruccio che aveva tacciato il centro sinistra di fare campagna elettorale e di strumentalizzare il Consiglio Comunale con la raccolta di firme avviata per una seduta \"straordinaria\" dedicata appunto al problema dei tagli alla scuola.


\"L\'accusa del centro destra è assolutamente fuori luogo -replica Volpini- la proposta di dedicare una seduta del Consiglio Comunale alla discussione sui problemi della scuola è un segnale di grande civiltà. Anche a Senigallia accuseremo le ripercussioni della legge Gelmini che mette a rischio la chiusura di due scuole che noi per anni abbiamo difeso\". Con la riforma del ministro Gelmini infatti con ogni probabilità andrebbero ad essere chiusi i plessi scolastici di Scapezzano e Cesano, che ospitato un numero inferiore di alunni delle elementari rispetto agli standard previsti dalla nuova legge. \"In questi anni abbiamo introdotto addirittura il tempo prolungato a Scapezzano e scongiurato la chiusura del plesso di Cesano perchè siamo convinti che la scuola è anche il luogo della socializzazione dei nostri figli -spiega Volpini- in quanto alla mia presenza al corteo di sabato (c\'erano anche il sindaco Luana Angeloni e gli assessorei Simone Ceresoni e Maurizio Mangialardi), devo dire che non mi sono accordato preventivamente con nessuno e poi in tanto abbiamo partecipato anche come genitori. Insieme a noi c\'erano però anche studenti e docenti, che non hanno mai manifestato alcuna appartenenza partitica\".


Sulla proposta lanciata dall\'ex consigliere comunale e assessore provinciale dei Verdi Luciano Montesi per un impegno formale del Comune contro i tagli alla scuola del governo, Volpini si dice più che favorevole. \"Mi auguro che i capigruppo presentino quanto prima un ordine del giorno o una mozione per una discussione quanto più allargata possibile con un consiglio comunale Grande o con una seduta straordinaria -ribadisce il segretario del Pd- al centro destra vorrei anche ricordare che in questi anni in consiglio abbiamo discusso di tanti argomenti di carattere nazionale e non strettamente locale come l\'abolizione dei ticket sanitari o la base Usa a Vicenza. Il centro sinistra non si è mai sottratto a questo tipo di confronto e auspico che ora non lo faccia neanche il centro destra\".






Questo è un articolo pubblicato il 11-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 11 novembre 2008 - 8074 letture

In questo articolo si parla di fabrizio volpini, giulia mancinelli, politica, partito democratico