Antenna alle Saline: il Tar respinge la richiesta di sospensiva

ceresoni 2' di lettura Senigallia 07/11/2008 - Il Tar respinge la richiesta di sospensiva avanzata dai comitati dei cittadini delle Saline e dei genitori dei ragazzi della pista di pattinaggio contro l\'installazione del traliccio per la telefonia mobile. 

È rinviata invece al prossimo 6 maggio il definitivo giudizio di merito sulla validità o meno della decisione del Comune di delocalizzare all\'interno di un parco urbano i ripetitori della telefonia mobile.


\"Il Tar per la seconda volta ha respinto una richiesta di sospensiva. Ne prendiamo atto e vogliamo ristabilire il diritto alla verità -afferma l\'assessore all\'ambiente Simone Ceresoni- sulla base del principio della tutela della salute pubblica, questa Amministrazione ha studiato e redatto un piano che ha individuato su tutto il territorio comunale le aree dove è possibile installare e delocalizzare le antenne della telefonia mobile. Il fatto che siano aree pubbliche ci permette di avere un controllo diretto e di monitorare costantemente l\'inquinamento elettromagnetico. Questo ci chiedeva nel 2002 il comitato Cocigem che raccolse 5 mila firme\".


Ceresoni replica punto per punto alle accuse mosse dai due comitati. \"Il traliccio alto 39 metri consente di allontanare al massimo la distanza fra il punto di irradiazione delle onde elettromagnetiche e i tetti delle abitazioni o il terreno della pista di pattinaggio. Le due antenne che saranno qui delocalizzate oggi si trovano sopra due hotel (Cristina e Argentina ndr) vicinissimi alle abitazioni dove le onde hanno superato anche il limite dei 6 V/m -aggiunge Ceresoni- nel nuovo sito, dove ora c\'è già un gestore, i rilievi dell\'Arpam hanno evidenziato valori massimi non superiori all\'1,5. Valori che diventano pari a 0,3 a terra, al livello della pista di pattinaggio, perchè le onde, essendo molto distanti dal punto di irradiazione, perdono la loro potenza. Verrà inoltre installata a breve una centralina di monitoraggio fissa, h24\".


\"Le 70 firme raccolte dal comitato non rappresentano i genitori dei ragazzi che si allenano alla pista perchè figurano anche parenti e residenti e molti altri genitori non hanno espresso alcuna preoccupazione -sottolinea l\'assessore allo sport Gennaro Campanile- lo stesso Mauro Guenci non mi risulta abbia firmato la protesta\".






Questo è un articolo pubblicato il 07-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 novembre 2008 - 4460 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, ceresoni


\"...nel nuovo sito, dove ora c\'è già 1 gestore, i rilievi dell\'Arpam hanno evidenziato valori massimi non superiori all\'1,5...\"<br />
Che poi scendono nettamente man mano che ci si allontana, questo è sicuro.<br />
Però 1,5x4(gestori)=6<br />
Si certo, poi nella realtà l\'incidenza dei campi non si ottiene per semplice somma algebrica, gli alberghi con le antenne sono meno alti di 36 m, le antenne attuali sono due mentre dopo ce ne sarà solo una, però...alla fine mi sa che cambierà poco.<br />
Stiano tranquilli quindi quelli del comitato, nella peggiore delle ipotesi tutto resterà esattamente come adesso.

........certo che lui non firma, della serie ARMIAMOCI E PARTITE..........<br />
......e ancora una volta è riuscito a far fare una figuraccia ai genitori.........e non sarà nemmeno l\'ultima

Io adoro Ceresoni.<br />
Scusate ma un verde che difende i ripetitori di telefonia mobile non è facile da trovare.<br />
E\' una razza rara, molto.<br />
Tipo un panda carnivoro. <br />
<br />
D\'altronde è assessore...e per mantenere la poltrona l\'assessore si piega.<br />
<br />
PANDA CARNIVORO FOR PRESIDENT

Daniele, se 1,5 V/m è il campo di 1 gestore, il campo di 4 gestori è 3 V/m e non 6 V/m.

Gentile Tonysoprano, se Ceresoni ti sta antipatico è affar tuo ma per favore non giustificare questo con delle stupidaggini.<br />
Sai benissimo che se non ci fosse una qualche regolamentazione pubblica le compagnie telefoniche potrebbero fare ciò che vogliono, persino fare un accordo col tuo vicino di casa e metterti un\'antenna davanti al tuo balcone, e, secondo la legge gasparri per la manutenzione possono passare anche dal tuo giardino senza neppure chiederti il permesso. Inoltre possono sparare quanti volt vogliono, magari poi il tuo vicino ci fa un lucroso guadagno.<br />
Quindi se c\'è un piano, per altro sotto controllo pubblico, che cerca di razionalizzare e dare una minima garanzia ai cittadini credo non si possa che vedere la cosa con soddisfazione.<br />
O sei anche tu fra quelli che col telefonino danno l\'adesione ai comitati antiantenna?<br />
<br />
P.S.siccome anch\'io posso considerarmi di quella razza rara che tu disprezzi , su queste pagine ho già più volte invitato Ceresoni a spegnere tutte le antenne, facendo di Senigallia la prima città decellularizzata. <br />

...te l\'avevo detto che l\'incidenza dei campi non si ottiene per semplice somma algebrica ;)

logicus

mettere le antenne dove la legge lo consente no?!?

Volete un consiglio? Cominciamo ad usare il cellulare solo per cose urgenti ed indispensabili.<br />
La stessa cosa vale anche per i piccoli forni a<br />
micronde che sono molto ma molto più inquinanti.

mama

Commento sconsigliato, leggilo comunque