I commentatori di VS ridipingono il sottopasso di via Perilli

2' di lettura Senigallia 27/10/2008 - Dopo tanto chiacchierare, e litigare, su cosa è bene e cosa e male per la città una trentina di commentatori di Vivere Senigallia hanno deciso di rimboccarsi le maniche e passare dalle parole ai fatti.

Lo stimolo lo ha dato Franco Giannini con un articolo in cui denunciava l\'incuria del sottopasso di Via Perilli.

Nei commenti l\'incontenibile Piaga di Velluto ha lanciato l\'idea: \"una domenica prendiamo il sottopassaggio di Franco e lo rivoltiamo come un guanto\". L\'idea è piaciuta a tutti così Piaga, con il contributo tecnico di Daniele Sole, Patrizia Tardelli e Franco Giannini, ha studiato il sottopasso e le modalità per ridipingerlo.

Le spese per l\'acquisto della vernice erano notevoli, così i volontari hanno trovato cinque sponsor, il Matt Bar, l\'Hotel Patrizia, l\'Hotel Duchi della Rovere, il Ristorante la Tartana e Vivere Senigallia, ma è stata necessaria anche una raccolta di fondi da parte dei volontari per permettere l\'acquisto della vernice.

Così finalemente domenica mattina alle otto, con il beneplacito del Comune, 30 volontari si sono ritrovati a pulire, grattar via vecchi murales e manifesti, pitturare e ancora pulire.
Cinque ore più tardi il sottopasso è stato restituito alla città tirato a lucido.

Tra i volontari, tutti blogger e lettori di Vivere Senigallia, anche due redattori del giornale ed alcuni esponenti politici locali di maggiornaza ed opposizione, ma non farò i loro nomi perché l\'iniziativa, denominata Cittadinanza Fattiva, è scevra da qualsiasi paternità politica o spirito polemico. Solo tanta voglia di fare, insieme, per il bene di tutti.

Tanta voglia di dimostrare che le parole che scorrono a fiumi su questo giornale non solo fini a se stesse ma portano a qualcosa di concreto.









Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 27 ottobre 2008 - 15414 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, politica, patrizia tardelli, via perilli, sottopasso via perilli, cittadinanza fattiva





logoEV