statistiche accessi

Anche a Senigallia esplode il movimento degli studenti

1' di lettura Senigallia 25/10/2008 - La manifestazione di venerdì 24 ottobre 2008 ha visto un migliaio di studenti medi sfilare per le vie della città con passione e allegria dimostrando unità ed idee chiare. l\'obiettivo è il ritiro della legge 133 Tremonti-Gelmini, che sta per essere approvata a tappe forzate in parlamento.

Legge nefasta per la scuola pubblica che taglia 180.000 posti di lavoro, riduce il tempo scuola delle superiori portando i licei a 30 ore e gli istitui professionali, tecnici e artistici (che hanno un monte ore che va dalle 36 alle 40 ore settimanali) a 32 ore, eliminando gran parte delle materie caratterizzanti (laboratori, materie professionalizzanti).

Inoltre toglie il tempo prolungato alle medie e il tempo pieno alle elementari, riduce il tempo scuola anche alle elementari e materne introducendo il maestro unico. Tagli su tagli per una la cifra astronomica di 8 miliardi di Euro.

Non meno importante il ripristino di forme di autoritarismo e controllo nelle scuole che passa con il voto di condotta e la valutazione degli alunni delle elementari con voti decimali sostituendo gli attuali giudizi.
Contro tutto questo si sono espressi gli studenti con grande maturità e coscienza civile e politica.

I Cobas Scuola della Provincia di Ancona sostengono e condividono questa battaglia convinti dell\'utilità di un coordinamento delle varie espressioni di questo movimento che lotta contro la politica del governo che assedia la scuola pubblica. Studenti, genitori, insegnanti e lavoratori della scuola uniti per la cancellazione della legge 133.

Esecutivo Provinciale Cobas Ancona
Cinzia Ruggeri e Paolo Turchi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 25 ottobre 2008 - 4813 letture

In questo articolo si parla di scuola, lavoro, Cinzia Ruggeri, Paolo Turchi, cobas





logoEV
logoEV
logoEV