Udc: raccolta di firme per cambiare la legge elettorale

unione di centro 2' di lettura Senigallia 23/10/2008 - Il cittadino italiano, da quando i politici di destra e di sinistra hanno tolto la possibilità di scegliere i candidati alle elezioni tutte, di fatto non esercita più a pieno il  diritto di voto perché non può che votare solo la lista.

La scelta di chi eleggere e’ fatta nelle segrete stanze del vero potere che sono le sgreteria nazionali dei partiti. i cosiddetti grandi decidono loro chi presentare e dove presentarli.Questo può significare che ad esempio a Senigallia si deve votare, per qualsiasi schieramento si scelga, un candidato residente in Lombardia o Puglie che niente sa dei problemi del territorio. E’ questa democrazia? La Costituzione parla di sovranità del popolo che la esercita con il voto, facendo scelte non solo di partito ma anche di nominativo da eleggere.


Le ultime tornate elettorali hanno imposto solo la scelta dello schieramento, poi i pasticci sono in esclusivo potere dei segretari nazionali e dei loro amici! Le liste che vediamo davanti ai seggi niente sono che il frutto di arroganza del potere centrale e non il frutto della democrazia. Se ricordiamo, anche nella vecchia Unione Sovietica, in Cina o nelle dittature sud-americane o africane si esercitava o si esercita il diritto di voto, ma tutto era o e’ stabilito dal “grancapo”, il dittatore, e le elezioni erano o sono una farsa! Riflettiamo: per il modo come si vota in italia oggi noi siamo in un paese dove non c’è più la democrazia con la vera sovranità dei cittadini. Una conseguenza di questo modo di eleggere i cittadini è che nel parlamento o in altri consigli non c’è più dibattito politico ma voto “telecomandato” senza più vera dialettica politica. Serve allora ritornare alla costituzione che stabilisce l’esercizio sovrano del voto con la scelta del candidato.


Sono quest i motivi per i quali l’Udc promuove la raccolta di firme per fare forte pressione sui grandi schieramenti affinche’, anche in vista delle elezioni europee del prossimo anno, si ritorni ad elezioni con la preferenza del candidato. No potere ai grandi, ai potenti ma potere ai cittadini! Sabato 25 e domenica 26 ottobre Piazza Roma e Piazza Garibaldi



da Giuseppe Gambelli
segretario Udc Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 ottobre 2008 - 5355 letture

In questo articolo si parla di udc, politica, unione di centro


Pindaro

ottima iniziativa, è bello vedere che alcuni partiti si diano da fare per battaglie che vanno oltre il colore o le appartenenza.<br />
(Questa come anche la raccolta contro il Lodo Alfano, sono battaglie CIVICHE che dovrebbero unire tutti i cittadini che si sentono appunto tali e non sudditi o zombie della televisione)<br />
<br />
Firmerò sicuramente. Grazie per l\'impegno all\' UdC.

Il voto di preferenza è sacrosanto, ma l\'UdC non è stato tra i votanti a favore del cosidetto porcellum, che ne prevede l\'assenza ?<br />
Quando era in maggioranza è stata per il si ed ora dall\'opposizione è per il no ?!<br />
Non voterò mai UdC.




logoEV