statistiche accessi

L’Amministrazione ha incontrato i giovani di Marzocca e le loro famiglie

2' di lettura Senigallia 22/10/2008 - La settimana scorsa si è tenuto a Marzocca un incontro tra numerosi giovani della frazione e i loro genitori con alcuni esponenti dell’Amministrazione Comunale, al fine di concordare assieme le migliori modalità di utilizzo nelle ore pomeridiane dello spazio del mercato di Marzocca, da sempre luogo di incontro spontaneo e aggregazione di alcuni giovani.

A questo appuntamento hanno partecipato l’Assessore alla Politiche Giovanili, Simone Ceresoni; il Comandante della Polizia Municipale, Flavio Brunaccioni; e il Presidente della II Circoscrizione, Devis Fioretti.



La riunione è stata indetta poiché nei giorni precedenti alcuni residenti nella zona avevano espresso lamentele per gli schiamazzi provocati dai giovani solitamente riuniti in tale spazio, al punto da causare un intervento dei Vigili Urbani. Esprimendo il desiderio di incontrare questi giovani assieme ai loro genitori, l’Assessore Ceresoni e il Presidente della Circoscrizione hanno voluto cercare soluzioni condivise per una migliore convivenza nel quartiere. Ai presenti sono stati per questo chiesti suggerimenti idonei a raggiungere una soluzione giusta per tutti e al contempo rispettosa del riposo degli abitanti del quartiere. Il confronto è stato tra l’altro un’occasione utile per concordare una serie di verifiche circa la possibilità di individuare a Marzocca ulteriori spazi di sosta per ciclomotori e anche per favorire le attività rivolte ai giovani della frazione.



A questo proposito, richiamando l’intervento fatto nei giorni scorsi sulla vicenda dal Consigliere comunale Roberto Paradisi, l’Amministrazione ribadisce che rispetto a tutti i giovani della città è aperto un dialogo sui problemi e un confronto sulle diverse questioni giovanili. In questo senso si segnala dunque ancora una volta come sia assolutamente falso continuare a parlare di una penale giornaliera per l’occupazione dell’area ex colonie da parte del centro sociale “Mezza canaja”.



Il Comune non ha pagato nemmeno un euro, né dovrà farlo, poiché a suo tempo l\'Ente trasferì il comodato gratuito sull\'area all\'Associazione “Il Pane e le Rose” e pertanto, una volta scaduto quel comodato, l\'occupazione abusiva posta in essere da “Mezza canaja” rappresenta un\'azione posta in essere sotto la propria diretta responsabilità e rispetto alla quale, di conseguenza, nessuna obbligazione giuridica, né diretta né indiretta, può essere posta a carico del Comune di Senigallia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 22 ottobre 2008 - 1283 letture

In questo articolo si parla di verdi, attualità, comune di senigallia, simone ceresoni, senigallia





logoEV
logoEV