statistiche accessi

Mandolini era in grado di intendere e di volere, il risultato della perizia

renzo mandolini 1' di lettura Senigallia 18/10/2008 - Mandolini era capace di intendere e volere, questo il risultato della perizia.

Renzo Mandolini secondo lo psichiatra Pierluigi Andreoni, incaricato dal pm della perizia, non è stato mai affetto da alcuna patologia psichiatrica tale da diminuire o escludere la capacità di intendere o di volere al momento dell\'omicidio. Il fisioterapista, 55 anni, lo scorso 17 luglio uccise a coltellate l\'ex moglie Francesca Lorenzetti, di 53 anni.


Al fisioterapista è stata notificata la citazione per il giudizio immediato, il 2 dicembre alla Corte d\'Assise di Ancona. L\'avvocato di Mandolini, Marco Manfredi, chiederà il rito abbreviato. La difesa produrrà inoltre una perizia di parte.
I tre figli della coppia ed il compagno della vittima, difesi dai legali Marina Magistrelli e Paolo Bortoluzzi, si costituiranno parti civili.


Mandolini afferma di aver avuto un black-out mentale nel momento in cui aggredì l\'ex moglie sostenendo che non aveva intenzione di ucciderla.








Questo è un articolo pubblicato il 18-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 ottobre 2008 - 2009 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, renzo mandolini





logoEV
logoEV
logoEV