In piazza contro il razzismo

scuola di pace Senigallia 20/09/2008 - Da qualche tempo gli organi di informazione riportano preoccupanti fatti di intolleranza ed aggressione nei confronti di persone ritenute diverse. Gli immigrati sono fatti oggetto di alcune campagne giornalistiche che ne mettono in luce solo una possibile pericolosità sociale.

Si è diffusa nell\'opinione pubblica, largamente condizionata dall\'egemonia culturale di pochi, l\'idea che l\'altro, il diverso, sia da vivere come nemico o potenzialmente tale.

E\' giusta e condivisibile la preoccupazione per il futuro, con la crisi finanziaria ed economica in atto, la perdita del lavoro, la riduzione di beni ed opportunità per tutti. Ma è pericolosa ed ingiustificata, strumentale spesso, la diffusione della paura per vincere tale senso di insicurezza: tolleranza zero è la parola d\'ordine che sta generando una deriva culturale e sociale razzista e xenofoba.


Tutti coloro che un tempo una società civile e una coscienza religiosa diffusa definivano poveri o deboli, quindi oggetto di assistenza, almeno di pietà, oggi devono essere repressi o bene che vada resi invisibili: i rom, le prostitute, i mendicanti… I crimini in Italia sono ridotti di numero ma si continua a chiedere nelle città il potenziamento delle forze dell\'ordine: chi è deputato alla sicurezza opera già per il rispetto delle regole da parte di tutti, nessuno escluso, perché la legalità è la condizione senza la quale non esiste alcuna convivenza. Non servono e sono deleteri la giustizia del fai da te o le ronde cittadine. Si vorrebbe con ciò ridurre la paura ma alimentando la paura si genera violenza, si incoraggiano e diffondono discorsi, pulsioni ed atti xenofobi e razzisti in una spirale di cui non si vede la fine.


Vorremmo far riflettere tutti su questo clima culturale e politico che si è instaurato e che è alimentato da forze politiche, dalla televisione, da molte testate giornalistiche. Pensiamo, e siamo la maggioranza, che occorra ripristinare il primato dei diritti umani e del rispetto della dignità umana. E parlare di donne e di uomini prima ancora di definire chiunque clandestino, straniero, povero…..Nei conflitti sociali in atto, proponiamo di ripartire, accanto alla legalità, dalla necessità di garantire a tutti i beni primari per vivere, un minimo di giustizia e di uguaglianza sociale senza il quale non hanno senso né sicurezza, né pace. La paura dell\'altro si supera impegnandosi a costruire ognuno nei propri luoghi e per la propria parte i percorsi finalizzati alla conoscenza reciproca, alla convivenza, alla costruzione di relazioni.


Siamo in piazza Roma sabato 20 settembre alle ore 18 per testimoniare insieme la volontà di contrastare a livello culturale e politico qualsiasi forma di intolleranza o razzismo.


Scuola di pace \"V. Buccelletti\" con le prime adesioni di: CGIL-CISL-UIL, Partito Democratico, Sinistra Democratica, Verdi, Rifondazione Comunista, Partito dei Comunisti Italiani, Associazione Multietnica Stranieri, ACLI






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 20 settembre 2008 - 5025 letture

In questo articolo si parla di scuola di pace, politica, Scuola di pace V. Buccelletti


Dalle parole dei familiari ai giornalisti:<br />
<br />
\"Io ero un uomo-macchina, andavo al lavoro tornavo a casa, anni e anni sempre così, è stata questa la mia vita. Sono da trent\'anni in Italia, sono tra i primi ad essere arrivato, lavoro in una fabbrica di ascensori, la Siag qua a Cernusco e il 23 luglio mi sono fatto male. Sono del Burkina Faso, di un posto chiamato Gnagho, ma mio figlio - dice papà Assane - è italiano. Ed era giovane, qualche volta usciva, ma non fumava, non beveva, aveva una ragazza. E sapete - chiede scuotendo la testa - di che cosa abbiamo parlato alle 23, l\'ultima volta che l\'ho visto? Di lavoro. Di che cosa avrebbe dovuto combinare… \"<br />
<br />
\"Per la prima volta - dice una sorella - ci siamo accorti di essere negri\". <br />
<br />
Speciale Milano - Razzismo Stop ! Fuori i razzisti dalle nostre città<br />
<br />
Abdul, 19 anni ragazzo: il razzismo uccide, è questa la vostra sicurezza?<br />
<br />
http://www.globalproject.info/art-16864.html<br />
<br />
Le tensioni sociali e le politiche dell’intolleranza<br />
http://www.globalproject.info/art-16902.html<br />
<br />
“I politici sono i veri colpevoli e noi stranieri non sappiamo organizzarci”<br />
Intervista allo scrittore senegalese che vive a Milano da 25 anni e che a sua volta è stato vittima di un\'aggressione razzista<br />
http://www.ilmanifesto.it/Quotidiano-archivio/16-Settembre-2008/art24.html<br />
<br />
Futili sprangate<br />
http://www.ilmanifesto.it/Quotidiano-archivio/16-Settembre-2008/art3.html<br />

Abdul, 19 anni ragazzo: il razzismo uccide, è questa la vostra sicurezza?<br />
<br />
Dalle parole dei familiari ai giornalisti:<br />
<br />
\"Io ero un uomo-macchina, andavo al lavoro tornavo a casa, anni e anni sempre così, è stata questa la mia vita. Sono da trent\'anni in Italia, sono tra i primi ad essere arrivato, lavoro in una fabbrica di ascensori, la Siag qua a Cernusco e il 23 luglio mi sono fatto male. Sono del Burkina Faso, di un posto chiamato Gnagho, ma mio figlio - dice papà Assane - è italiano. Ed era giovane, qualche volta usciva, ma non fumava, non beveva, aveva una ragazza. E sapete - chiede scuotendo la testa - di che cosa abbiamo parlato alle 23, l\'ultima volta che l\'ho visto? Di lavoro. Di che cosa avrebbe dovuto combinare… \"<br />
<br />
\"Per la prima volta - dice una sorella - ci siamo accorti di essere negri\". <br />
<br />
http://csoamezzacanaja.noblogs.org/post/2008/09/15/14-09-08-abdul-19-anni-ragazzo-ucciso-a-sprangate-a-milano

Il c.s.o.a. Mezza Canaja smentisce la propria adesione e partecipazione alla manifestazione di sabato 20 settembre. Non siamo mai stati contattati direttamente e non abbiamo partecipato ad alcun tavolo condiviso che ha portato alla stesura di questo comunicato non condivisibile in quanto demagogico e privo di alcun riferimento ai fatti dell\'omicidio di Abba. Noi non ci saremo.

\"...Pensiamo, e siamo la maggioranza, che occorra ripristinare il primato dei diritti umani e del rispetto della dignità umana...\"<br />
Totalmente daccordo, e ci aggiungo che è una maggioranza anche troppo silenziosa, ma non per causa sua: perchè non fa notizia una persona che pensa in questo modo, ma fa notizia la gente infuriata, fa notizia l\'aggressione alla gente (se poi è stato un clandestino meglio, è una notizia ancora più forte), per dirne solo alcune molto generiche.<br />
Di mio mi limito a non leggere/ascoltare queste notizie, paradossalmente scoprendo che molti telegiornali in questo modo potrebbero pure durare 5 minuti!!!!<br />
<br />
Son contento che si parli solo di \"prime adesioni\" andando ad elencare gruppi e associazioni, nella certezza che su certi argomenti anche le altre parti politiche non potranno non essere daccordo:<br />
dopotutto è proprio su questi cardini che si fonda la nostra società civile.

Pazienza...<br />
Che non siate stati contattati per la stesura del comunicato è abbastanza chiaro: infatti il comunicato è della Scuola di Pace \"Vincenzo Buccelletti\".<br />
Che avreste potuto associarvi come gli altri, visti gli argomenti di fondo, quella si sarebbe stata una buona e bella cosa: ma come ho detto...pazienza.<br />
<br />
Oppure avreste voluto solo ed esclusivamente una sfilata pro-Abdul, ragazzo italiano ucciso da altri italiani? E in questa maniera puntando solo ed esclusivamente su questa cosa, o peggio ancora escludendo per questo motivo tutte le altre cose che il fatto criminale trascende (vale a dire la difficoltà per molti cittadini italiani e non, per una loro presunta diversità esterna, ad essere trattati in maniera uguale a tutti)?<br />
No, non voglio crederlo, non proprio da voi che fate vanto di socializzare ed ospitare gente da ogni parte del mondo, razza, cultura e religione. <br />
<br />
Vorrei mi spiegaste chiaramente a questo punto dove sta la demagogia in una proposta di sfilata, tra l\'altro finora condivisa da un bel numero di soggetti partecipanti.<br />
<br />
Per la cronaca: pur non essendo schierato politicamente, ho partecipato benvolentieri alla vostra sfilata di protesta contro la violenza perpetrata da certi \"ceffi\" nei confronti di alcuni di voi ragazzi (anche lì assalto di italiani da parte di altri italiani), in quel caso anche perchè di fondo non voglio che la gente prenda la brutta piega di farsi giustizia da se per le proprie idee.<br />
Purtroppo, per via del mio lavoro, non potrò essere presente a questa sfilata, ma lo sono per tutto quello che rappresenta.<br />

Per fortuna che ci sono questi gendarmi della pace e dei diritti, sennò chissà che fine faremmo...

Commento modificato il 20 settembre 2008

forse qualcuno si è dimenticato dei sette immigrati ammazzati dalla camorra nel casertano...<br />
la manifestazione è anche per loro <br />
Giulia

Commento modificato il 20 settembre 2008

se non ci fossero questi gendarmi della pace e dei diritti, come tu li chiami, qualcuno ti avrebbe già preso a calci nel sedere...<br />
Giulia

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

goulois senon

in linea di principio concordo sul fatto che non dobbiamo essere razzisti ecc...ma ho l\'impressione che io, come tantti altri italiani, siamo già considerati colpevoli a priori. oh! la mia é una senzazione ma, io mi domando, perché un popolo che non é stato mai riconosciuto razzista improvvisamente viene colpevolizzato di tale misfatto? nella mia vita ho dimostrato ed applicato sul campo sempre il non razzismo, anzi, ma, adesso, mi sento colpevole...cosa mi sfugge.?...Forse che di questo sentimento o modo di pensare se ne appropriato una parte politica? io come uomo, a prescindere dal mio pensiero politico, debbo accogliere l\'altro uomo che é diverso e soccorrere chi ha bisogno di aiuto..,. é nel mio DNA. Ecco forse ci sono troppe sigle di un certo colore...forse se ci fossero state anche altre sigle di altri colori o forse meglio solo la scritta \"un gruppo di persone ignote\" forse avrei sentito questo messaggio molto più sincero. Qualcuno vuole appropriarsi dei miei sentimenti più belli e questo mi stona molto...

orfano della sinistra

Qualcuno si è anche dimenticato dei CPT, uno dei quali verrà impiantato a Falconara con il benestare dei firmatari di questo comunicato i quali,meno di due anni fa,hanno sostenuto che fossero necessari.Qualcuno si è anche dimenticato che nei due anni del governo Prodi sono stati stanziati molti più soldi per la sicurezza a favore del ministero dell\'interno, più dell\'attuale governo Berlusconi il quale per \"risparmiare\" si è visto bene nel mandare l\'esercito.Dunque avete chiesto anche voi il potenziamento delle forze dell\'ordine al contrario di quanto viene scritto.Per non parlare poi della questione Rom ed il trattamento che ha riservato per loro lo sceriffo Cofferati ed i mendicanti lavavetri messi al bando dal sindaco di Firenze.Semplicemente ipocriti.

Credo Lallino di interpretare: spacciavano droga, l\'omicidio è giustificato.

Gli italiani furono riconosciuti razzisti durante il ventennio, e non è una mia opinione, è storia. Che poi certi colori, più sullo scuro, non abbiano sigle di questo tipo mi sembra scontato. \"Persone ignote per il bene di persone\", capiscimi che non va molto avanti come progetto qualunquista, passami il termine.

Commento modificato il 20 settembre 2008

il comunicato è stato scritto dalla scuola di pace, che per definizione si colloca ad un livello superiore rispetto gli schieramenti politici...tant\'è che la pace in senzo sretto viene criticata aspramente negli ambienti (potrei dire movimenti) che si collocano più a sinistra. se proprio vogliamo parlare di ipocrisia, allora si riservi la definizione a certi partiti.<br />
Giulia

Gelopolare era solo per dirla tutta. Completezza di informazione, niente da interpretare

razzismo in Italia?<br />
ma avete mai messo un piede fuori di casa?<br />
l\'Italia è una delle nazioni più accoglienti:<br />
- fabbrichiamo moschee<br />
- abbiamo scuole speciali<br />
- nessuno fa cantare l\'inno agli immigrati<br />
- nessuno li considera diversi<br />
<br />
purtroppo i diversi, a prescindere dal colore, sono quelli che non rispettano la legge.<br />
<br />
Il resto è sola demagogia!

Caro Daniele Sole, quando ti riferisci al Mezza Canaja dicendo \"che fate vanto di socializzare e ospitare gente da ogni parte del mondo, razza, cultura e religione\" ti sei dimenticato di dire\"tranne la religione cattolica\". Nei confronti dei cattolici, infatti, fino ad oggi, il Mezza Canaja ha avuto soltanto atti di ostilità

Questa storia è molto triste, tuttavia è stata ampiamente strumentalizzata; il magistrato ha già escluso lo sfondo razziale infatti nell\'accusa con cui padre e figlio sono stati messi in carcere in attesa di giudizio si parla di \"omicidio d\'impeto\".Ciò non toglie che il razzismo mi faccia schifo, però non è questo il caso

Sono cattolico, praticante: e loro son liberi di dire e pensare quello che vogliono, come io sono libero di dire e pensare cose diverse dalle loro.<br />
Se quelle delle MC fossero le vere ostilità che i cattolici del mondo devono sopportare...ce ne fossero di mezzecanaje! India docet.

Tutti siamo liberi di dire e pensare quello che vogliamo, però non prendiamoci per il culo; quando si sostituisce il Corpo di Cristo nelle mani del Papa con un preservativo e ci si tappezza la città si compie un atto che a confronto le vignette su Maometto sono una barzelletta per i bambini dell\'asilo. Resta soltanto, per chi ci crede, e quindi anche per te, una grave umiliazione. Detto questo, li ho già perdonati, però adesso ho anche capito con chi ho a che fare, di conseguenza quando dici \"ospitare gente da ogni parte del mondo,razza, cultura e religione\" dici una cosa che non è vera perchè verso i cattolici c\'è questo profondo risentimento (per molti di loro anche odio, vedi le battute di Sabina Guzzanti). Ciao caro

gli immigrati nel casertano sono stati vittime di un \"regolare\" regolamento di conti...<br />
si dice non fossero stinchi di santo e che dassero fastidio ai clan locali...<br />
<br />
PUNTO!

Ma mi faccia il piacere!<br />
<br />
La scuola di pace si colloca ad un livello superiore rispetto agli schieramenti politici?<br />
<br />
E questo?<br />
Scuola di pace \"V. Buccelletti\" con le prime (e ultime...) adesioni di: CGIL-CISL-UIL, Partito Democratico, Sinistra Democratica, Verdi, Rifondazione Comunista, Partito dei Comunisti Italiani, Associazione Multietnica Stranieri, ACLI.<br />
<br />
Ma scusate? La pace è di sinistra?<br />

;)<br />
Ma dai \"Brick\", queste cose possono offendere al momento: ma poi penso che la libertà che ci hanno insegnato 2008 anni fa è anche la capacità di accettare queste cose, senza porre \"muri\".<br />
... e per quanto sia contestabile la Chiesa nel senso dei suoi rappresentanti, non si riferisce a tutti: non credo sarebbero capaci di dire qualcosa contro un missionario in zone disagiate del mondo.<br />
Ma in alcune zone del mondo li uccidono per quello che sono, fanno e rappresentano: quegli assassini si mi preoccupano.

Anonimo

Caro Daniele, è evidente che sei molto ma molto più \"buono\" di me, apprezzo molto il tuo modo di porti di fronte ai vari problemi che vengono trattati in libertà su questo sito, mi riconosco quasi sempre nelle tue posizioni che affronti con lucida pacatezza ed intelligenza, tuttavia, in questo caso, permettimi di dissentire: lascia stare le uccisioni in India, lascia stare i missionari nelle zone disagiate del mondo, lascia stare i rappresentanti della Chiesa......parliamo della sensibilità religiosa di un senigalliese, qui, non a 15.000 km da qui. Ho il diritto o no di incazzarmi con chi bestemmia pubblicamente contro il mio Dio? Ho il diritto o no di difendere il decoro della mia religione? Chi non la pensa come me sulla religione cattolica ha il diritto o no di rivolgersi verso i miei simboli in maniera blasfema? I fatti dicono che è evidente che questo diritto non ce l\'ho; Mi dispiace per questo ma MC dopo quelle affissioni non ha neanche chiesto scusa ai cattolici Senigalliesi perchè non gliene frega un cazzo della sensibilità dei suddetti. A questo punto è vero che io non ho neanche uno dei suddetti diritti, ma non puoi pretendere neanche che io faccia finta di niente. Ne consegue che, e qui lagnosamente ritorno al punto di partenza, quando dici che \"il Mezza Canaja si fa vanto di ospitare gente da ogni parte del mondo, razza, cultura o religione\" dici una cosa palesemente falsa, i cattolici di Senigallia non sono bene accetti al Mezza Canaja, e qui finiamola, perchè su questo non cambierò idea se non smentito dai fati concreti e non dalle chiacchiere accademiche come queste.Un affetuoso saluto




logoEV