Città del dialogo interculturale: Senigallia tra le dieci città finaliste

Senigallia 17/09/2008 - Si è appena concluso il progetto A.C.I.D.E.,  che si proponeva di far acquisire competenze interculturali nell\'insegnamento della danza e della musica.

Ebbene, la nostra città è stata riconosciuta come una delle dieci finaliste, da cui usciranno in seguito le tre città che otterranno il Premio ideato dal Ministero dei Beni Culturali nell\'ambito dell\'anno del Dialogo interculturale promosso dalla Comunità Europea. Si tratta di un importante riconoscimento per Senigallia, che ha offerto nel tempo numerosi esempi di promozione del dialogo interculturale attraverso l\'attività dei settori politiche giovanili, cultura, istruzione e servizi sociali, ma anche grazie all\'attività di altri comparti dell\'Amministrazione e per merito dell\'apporto fornito dalle associazioni, dalle comunità di immigrati e dalla società civile tutta.


Va a questo proposito ricordato che la nostra Città ha eletto due consiglieri stranieri aggiunti, promuove l\'associazionismo delle comunità immigrate e inoltre sostiene l\'attività della Scuola di Pace \"Vincenzo Buccelletti\". Le politiche promosse dalla Comunità Europea in materia di cittadinanza europea e di riconoscimento delle diversità culturali vedono da oltre 6 anni in prima fila Senigallia, quale capofila di progetti, rivolti a giovani e meno giovani, che registrano la partnership di Città dell\'Europa dei popoli. Anche il riconoscimento del lavoro svolto per realizzare una \"città educativa\" è stato premiato in maniera significativa dalla Comunità Europea. Le nostre scuole, che accolgono ragazzi e ragazze immigrate con servizi dedicati e con progetti legati al Piano dell\'Offerta formativa territoriale, sono infatti le altre significative protagoniste dell\'azione che ha portato a questo prestigioso riconoscimento. Sul palco del Politeama di Viareggio verranno dunque premiate da Alain Elkann, in rappresentanza del ministro Sandro Bondi, le più significative esperienze di integrazione avviate nelle città italiane.


Un riconoscimento speciale della giuria andrà a Massimo Moratti per Inter Campus, la scuola che consente a diecimila bambini in ogni parte del mondo di giocare a calcio. Poi si darà spazio alla musica con le esibizioni della soprano coreana Moon Suk, del percussionista maltese Renzo Spiteri, del compositore cinese Guo Yue, del pianista inglese Ben Murray, della cantante danese Karen Mukupa, della solista svedese Sophie Jannok. Sarà presente anche la vincitrice dell\'Eurofestival 2007, la cantante serba Marija Serifovic. Particolare rilievo avrà la musica gitana: al Politeama infatti suoneranno Damian Draghici, artista gipsy, vincitore di un Grammy Award, e la Alexian Group, una band fondata da Santino Spinelli, un rom italiano nato a Pietrasanta, membro del parlamento della International Romani Union (IRU) e docente di Lingua e Cultura Romanì presso l\'Università degli Studi di Trieste. Tutti gli artisti presenti a Viareggio sono stati ambasciatori dell\'anno europeo del dialogo interculturale. Anche Senigallia, nella serata di venerdì 19 settembre, potrebbe dunque essere assegnataria a Viareggio di uno dei tre premi che verranno aggiudicati nell\'ambito del premio delle Città del Dialogo interculturale. Ma il fatto di essere tra le dieci finaliste rappresenta in ogni caso un prestigioso riconoscimento, che continuerà a spingere la nostra città verso la direzione di quelle politiche interculturali necessarie per il benessere della comunità.


Per ulteriori informazioni:

http://www.beniculturali.it/sala/dettaglio-comunicato.asp?nd=ss,cs&Id=2734







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 17 settembre 2008 - 1358 letture

In questo articolo si parla di cultura, comune di senigallia, senigallia





logoEV