La minoranza attacca: il prossimo Consiglio Comunale sarà incandescente

municipio senigallia 2' di lettura Senigallia 14/09/2008 - Non accenna a raffreddarsi il clima politico senigalliese che, dopo il Consiglio Comunale dello scorso 26 agosto, è pronto a infuocarsi di nuovo martedì prossimo, in occasione di un nuovo appuntamento del Civico Consesso.

La prossima riunione del Consiglio Comunale, prevista per martedì alle 18.30, infatti si annuncia essere molto turbolenta. “L\'incongruenza di questa maggioranza -ha spiegato il vice presidente del Consiglio Gabriele Cameruccio- si è manifestata ancora una volta in questi giorni. Il consiglio comunale di martedì è stato anticipato solo per sostituire all\'interno della Commissione Urbanistica, che si incontrerà mercoledì, il consigliere Andrea Bacchiocchi e permettere quindi la presenza del numero legale. All\'ordine del giorno non ci saranno pratiche a valenza tecnico amministrative. Un segnale di come la conferenza dei capigruppo serva a poco.” \"Si tratta -ha precisato Alessandro Cicconi Massi- di un modo per raggirare la nostra protesta e proseguire nei loro interessi.\" “Se nel giro di poco tempo il consigliere Bacchiocchi e il presidente di Circoscrizione Diamantini si sono dimessi un motivo c\'è -sottolinea Daniele Corinaldesi-. All\'interno del Pd non c\'è più unitarietà. La maggioranza è spaccata e il sindaco Angeloni è sordo alle richieste della città. L\'unica soluzione sono le elezioni anticipate.

La strada intrapresa dal sindaco-continua Roberto Mancini, Capogruppo di Rifondazione- è palesemente quella dell\'interesse personale. Oramai è un podestà.” “La coesione che la minoranza sta mostrando -spiega Lucio Massaccesi, An- insieme al maleserre generale che si respira in città è sintomo di una maggioranza allo sbando, indifferente alle nostre posizioni. Sono come unmuro di gomma, indifferenti ad ogni nostra idea.

Ma non finisce qui. Duro l\'attocco contro Monachesi e la sua decisione di abbracciare il patto di fine mandato della maggioranza. \"Se Monachesi si siederà fra i banchi della minoranza, abbandoneremo l\'aula -chiosa Roberto Paradisi-. Oramai è ovvio che a Senigallia rappresentiamo la vera e propria resistenza, come sessant\'anni fa.\"





Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 15 settembre 2008 - 6522 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, roberto mancini, alessandro cicconi massi, gabriele cameruccio, riccardo silvi, politica, senigallia, enzo monachesi, comune, lucio massaccesi, daniele corinaledesi


Lo spettacolo continua... alla faccia dei senigalliesi!

Ormai il vantaggio ce l\'hanno e lo sfruttano... Bel match. A proposito, chi ha vinto la gara per vendere noccioline e pop corn?

Vantaggio ? Lo sfruttano ? E se Bacchiocchi si siede fra i banchi della minoranza, abbandoneranno lo stesso l\'aula ? ...illusion, dolce chimera sei tuuu...

Ecco: ci mancava solo il richiamo alla Resistenza.<br />
Dopo il Paradisi-liberale, ora anche il Paradisi-partigiano.<br />
A quando l\'iscrizione al Mezza Canaja?

Off-topic

...ma sei pazzo, che fai Andrea: suggerisci?!?!?

Gaspa

Off-topic

LOL, chissà se alla prossima seduta del consiglio comunale inizierà a cantare \"Bella Ciao\"...<br />

Ahahahahahhahahah<br />
capite perchè governa la città l\'Angeloni e i verdi?<br />
Perchè la gente sceglie sempre il meno peggio e l\'idea di Paradisi Garibaldino è da Pippo Kennedy Show...come si fa a votare per questi....

Non è facile scegliere il meno peggio a volte.......

Intruso, forse non ti conviene buttarla sui voti. All\'opposizione ci sono tre candidati sindaci che da soli hanno raccolto oltre 11.600 voti su un totale di 27.930 votanti. Poi ci sono tutti gli altri. In tutto quasi 12.600 voti. I consiglieri di maggioranza tutti assieme ne hanno raccattati 2.227. Come vedi non c\'è storia e soprattutto da parte della maggioranza non c\'è democrazia.

Non capisco di cosa parli!<br />
Mi pare che il sindaco attuale ha vinto al primo turno contro tutti gli altri!

Sì, ma lei non è un consigliere come non lo sono i componenti della giunta. Quindi nel momeno in cui impone di votare gli atti che porta in consiglio forse un po\' più di rispetto per i cittadini che hanno dato fiducia ai consiglieri di opposizione, che contano 10 volte i cittadini che hanno votato quelli che alzano la mano per dire sempre di sì, non guasterebbe. Se è vero che siamo in democrazia!

Scusate l\'ignoranza ma il Sindaco di Senigallia mi pare sia anche consigliere così come alcuni Assessori, sbaglio?<br />
Mi piacerebbe capirla bene questa cosa perchè sinceramente me lo sono sempre chiesto.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Quando un consigliere comunale viene nominato assessore deve dimettersi da consigliere comunale.<br />
Il sindaco invece mi pare mantenga il suo voto in consiglio comunale.

DUGI.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Il sindaco e la sua maggioranza rappresentano la maggioranza assoluta dei cittadini senigalliesi che li han votati...o sbaglio?

Se vogliamo continuare a fare gli occhi alle pulci il sindaco è un organo esecutivo, non politico, e Senigallia per proporre ed eseguire ha scelto Luana a larga maggioranza (pure io): 56%. Il consiglio è invece l\'organo di indirizzo politico e rappresenta i cittadini i cui interessi deve salvaguardare. Indirizzo politico significa che se, ad esempio, la politica urbanistica non piace il consiglio deve essere messo in grado di influenzare le decisioni dell\'amministrazione e dimanifestare liberamente il suo dissenso. Attualmente nel consiglio siedono consiglieri di opposizione che rappresentano i cittadini in misura di gran lunga superiore (10 volte) a quanto li rappresentino i consiglieri di maggioranza. Se il sindaco, come ha dichiarato dopo la sua elezione e come sempre dovrebbe essere in democrazia, è sul serio il \"sindaco di tutti\" dovrebbe mostrare la correttezza mecessaria, che invece non mostra, per riconoscere i diritti dei cittadini (10 volte di più) che si riconoscono nell\'opposizione.

Il sindaco non credo voti. Non è stato eletto consigliere e solo i consiglieri hanno diritto al voto. Che io sappia. Sono loro i rappresentanti politici dei cittadini. L\'\"esecutivo\" (Giunta e Sindaco) è un\'altra cosa. Infatti possono essere nominati assessori anche tecnici che non sono stati votati da nessuno perché non hanno partecipato alla campagna elettorale. Da noi, Velia Papa, per esempio.<br />
<br />
P.S. Questo sito serve pure per... l\'educazione civica. Sai che non c\'avevo mai pensato al voto sì/voto no del Sindaco?

Grazie mille a tutti!<br />
Visto che queste cose non vengono insegnate a scuola bisogna imparare a trovare nuove fonti di apprendimento.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Continuo a non essere molto daccordo Obe...anche se confesso che mi avete messo dei dubbi!<br />
55% Senigalliesi su 100 hanno votato per Luana Angeloni e per i consiglieri da lei proposti (o che han proposto lei come sindaco)<br />
Ho fatto l\'amministratore anche io e il sindaco ha sempre votato dappertutto non è mica il presidente della Camera che ha funzioni di garanzia!<br />
Poi non ho capito sta storia dei consiglieri di minoranza che rappresentano 10 cittadini contro 1 della maggioranza....<br />
Secondo me ti sbagli...e forse anche alla grossa...però se sei più chiaro e mi spieghi (ci spieghi) meglio come nascono i tuoi conti son pronto a ricredermi!<br />
Con allucinanza!