Il IV Critical Mass contro la Complanare

3' di lettura Senigallia 15/09/2008 - Moltissime persone ancora non sanno dove passerà questa strada, né quale sarà l\'impattto che avrà sull\'intera città, riducendo il già misero territorio compreso tra autostrada e statale di almeno 15-20 ettari.

La Complanare avrà un impatto devastante sulla geografia della città, peggiorando la qualità della vita di tutti coloro che abitano a ridosso di questo ecomostro (mezza città), aumentando l\'inquinamento atmosferico da gas di scarico delle automobili, il rischio di incidenti stradali all\'interno della complanare (la maggior parte delle uscite sono a raso) ed al suo esterno per l\'aumento del traffico; incentivando l\'uso dei mezzi privati, a scapito del già scarso uso dei mezzi pubblici.

Tutto questo solo per cogliere l\'occasione di sfruttare denaro e opere che non saranno pagate dalla nostra amministrazione, ma dall\'ANAS e dalla società autostrade.
Ma siamo sicuri che questa sia la soluzione, l\'unica soluzione al problema del traffico? quando il 55% delle persone si muove con l\'auto per futili motivi (da un\'indagine del comune di Ferrara per l\'attuazione del PUM*) e solo il 45% per andare al lavoro o a scuola (e quanti di questi potrebbero andarci con i mezzi pubblici, in bicicletta o a piedi?).

Al convegno \"La Città Futura\", organizzato dai Verdi, abbiamo portato esempi di quanto viene messo in pratica negli altri paesi, Olanda in testa, per ridurre il traffico. Il pensiero comune, che trova concordi anche eminenti studiosi italiani, come Gandino, Casiroli e Gelmini passa attraverso la riduzione della velocità e della quantità di mezzi sulle strade, attraverso la riduzione delle carreggiate, favorendo l\'uso delle biciclette e dei mezzi pubblici, creando città a misura di pedoni.

Il leit motiv è: \"più strade = più traffico\".

Perché a Senigallia dobbiamo andare controcorrente, perseguendo un progetto, che, secondo questa logica, diverrà un moltiplicatore di traffico?

Perché i nostri amministratori non hanno la capacità di fare quel passo indietro che tutti gli stiamo chiedendo, fidando nell\'appoggio silenzioso di quanti si disinteressano della cosa pubblica, preferendo tenerli nell\'ignoranza?

In allegato le piantine della complanare. Sotto alcuni link per chi vuole approfondire qualche tema e trovare i riferimenti di quanto sopra.


http://www.lankelot.e...\"\"
http://www.altraoffic...\"\"

Pietro Gelmini: http://www.liberta.it...\"\"

Hans Monderman: http://www.tio.ch/aa_...\"\"
http://en.wikipedia.o...\"\"

http://www.fondazione...\"\"

*
http://servizi.comune...\"\"
http://ww2.comune.fe....\"\"

http://marco.passigat...\"\"

http://www.bicicrazia...\"\"

http://www.carfree.co...\"\"



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 15 settembre 2008 - 7084 letture

In questo articolo si parla di complanare, politica, movimento lento ciclabile senigallia, critical mass, roberto chiostergi





logoEV
logoEV