Scaloni scrive ai consiglieri comunali per chiedere la libertà di riprendere il Consiglio

rissa in consiglio 2' di lettura Senigallia 07/09/2008 - Gentile Consigliere, Le scrivo nella sua qualità di Consigliere Comunale a Senigallia.

E\' senz\'altro a conoscenza di quanto accaduto nell\' ultima seduta del Consiglio - quella del 26 agosto - dedicata all\'approvazione del cosiddetto Piano Cervellati. Sa anche che alcuni momenti di particolare tensione sono stati filmati da un Consigliere presente, Luca Conti. La breve ripresa è stata - dallo stesso Conti - pubblicata dopo poche ore su Internet, ove è possibile visionarla al seguente indirizzo:
http://it.youtube.com/watch?v=pqPeDW9dQPk

Ciò che - a quanto mi risulta - nessuno ha ancora evidenziato, pur avendo il filmato alimentato moltissimi commenti pubblici, è che il video è stato ripreso in violazione del \"Regolamento Comunale per il funzionamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni\", che permette la ripresa delle sedute pubbliche del Consiglio ma solo dopo il consenso del Presidente. L\'articolo 41 (comma 2) del suddetto regolamento recita infatti: Durante la trattazione degli argomenti di una seduta pubblica del Consiglio, è ammessa la ripresa audiovisiva, previa richiesta al Presidente Nel caso del filmato dello scorso 26 agosto, non v\'è stata né la richiesta del Consigliere Conti né alcuna risposta - o consenso - da parte del Presidente Silvano Paradisi, secondo quanto afferma lo stesso Conti.

Ciò premesso, le scrivo questa lettera perché ritengo che il suddetto comma 2 dell\'art. 41 del Regolamento sia inutile, obsoleto, sbagliato e ambiguo. Obsoleto perché pensato per stagioni passate, epoche nelle quali una \"ripresa audiovisiva\" non poteva certamente essere confezionata (e addirittura pubblicata) in pochi secondi, servendosi di un semplice telefonino. Sbagliato perché, mentre pochi sarebbero disposti a registrare integralmente una seduta del Consiglio Comunale, molti sarebbero interessati a farlo quando, e solamente quando accade effettivamente qualcosa di proprio interesse; ma in situazioni del genere spesso non v\'è tempo di richiedere il permesso al Presidente. Carpe diem! Ecco cosa avrà pensato Luca Conti lo scorso 26 agosto.

Ambiguo perché una seduta del Consiglio Comunale è pubblica a prescindere da come e quando la si visiona. E perché una autorizzazione preventiva può sempre trasformarsi in censura preventiva. Proprio perché riteniamo che, come la salute per un individuo, così le regole per una comunità debbano venire prima di ogni altra cosa, chiediamo che il Regolamento esistente sia rispettato, e soprattutto sia rispettabile; altrimenti lo si cambi, e lo si faccia divenire tale.

La invito pertanto a sostenere la modifica dell\'articolo 41 del \" Regolamento Comunale per il funzionamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni\", volta a sopprimere il comma 2 dell\'art. 41. Ringraziandola per l\'attenzione, le invio cordialissimi saluti. Marco Scaloni





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 settembre 2008 - 8097 letture

In questo articolo si parla di marco scaloni, popinga, politica



con tutto il rispetto mi sembra si stia aprendo una questione di lana caprina, il precedente di Luca Conti è sufficiente a far considerare quel comma superato<br />
<br />
trovo che questa iniziativa rischi di diventare una sponda per coloro che considerano il Consiglio un ufficio notarile per decisioni prese altrove e che colgono ogni occasione per sembrare \"aperti\" e \"democratici\"

Piaga,<br />
<br />
- da quando i commi si \"superano\"? Io ero rimasto che si aboliscono; se non sono aboliti sono validi. Tertium datur?<br />
<br />
- il precedente di Luca dimostrerebbe che una legge violata è una legge abolita (pardon, superata)???<br />
<br />
- se il Consiglio è un ufficio notarile, e le decisioni sono prese altrove, con la mia proposta questa situazione non migliorerà di certo.<br />
Io auspico altro: che si rispettino regole chiare e, appunto, rispettabili.<br />
<br />
- non ho mai pensato di fare gioco di sponda, io ho mirato al pallino.<br />
Con la tua logica, qualsiasi cosa si fa rischia di fare il gioco di qualcuno. Semplicemente non mi interessa, faccio il mio gioco. Stop.<br />
<br />
Marco Scaloni


il momento è inopportuno perchè si rivolge ad un Consiglio Comunale che \"supera\" regolarmente, oltre che la decenza, i commi e i regolamenti<br />
<br />
mi riferisco ai nove secondi ad intervento concessi sulla discussione della Variante Arceviese (in base a quale comma?) allo stravolgimento dell\'OdG del 26 agosto, con la possibilità, offerta alle Opposizioni, di presentare le mozioni una volta divenute inutili (in base quale comma sarebbero divenute utili?) e, per la decenza, alla \"fuga\" dei Consiglieri, nel novembre 2007 di fronte ad una sacrosanta mozione di Mancini sulla riduzione dei costi della politica<br />
<br />
oltre a questi, altri episodi minori che le telecamere non hanno registrato<br />
<br />
in questo momento una parte del Consiglio è in difficoltà e ha bisogno di proposte \"riconciliatorie\" come questa, pur non avendo fatto nulla (Maggioranza e Opposizione) per emendarsi e scusarsi con la Città per quanto avvenuto<br />
<br />
quello che non vorrei vedere è il Presidente del Consiglio Paradisi (in realtà il Prosindaco) che in un tronfio comunicato stampa annuncia la novità delle telecamere libere in Consiglio \"grazie alla proposta di democrazia e trasparenza dei bloggers senigalliesi\" (perchè per la stampa siamo tutti bloggers, anche l\'Assessore Campanile)<br />
<br />
anche la pubblicazione del Piano Cervellati online è servita come sponda di \"democrazia e trasparenza\" ma è rimasto un \"esperimento\" non è diventato \"metodo\": altri interventi edilizi (ex Sacelit - ex colonie ENEL) sono rimasti confinati nelle segreterie dei partiti e forse mai vedranno il web<br />
<br />
forte di queste esperienze io per il momento sto alla finestra e voglio vedere come si muoverà il Consiglio, tu sei andato al pallino, buon per te, ma loro vogliono tutto il banco<br />

Io la vedo in questa maniera:<br />
<br />
se questo consiglio comunale si fosse tenuto il 26 agosto del 1978 ed in aula fosse stata presente una telecamera da 15kg. talmente vistosa da dover essere appoggiata sulle spalle dell\'operatore nessuno dei protagonisti di questo bordello si sarebbe mai degnato di arrivare a tanto...<br />
Ma siccome tutto ciò è accaduto ben trent\'anni più tardi e la tecnologia in questo spazio temporale ci permette di filmare anche da sotto il palmo di una mano appoggiata sul banco e di buttare il video in pochissimi minuti sul web a disposizione di tutto il mondo, lorsignori, troppo ingenui, si sono dimenticati di considerarlo e stupidamente hanno fatto quello che sappiamo...<br />
<br />
Luca Conti ha immortalato una vicenda storica per la città violando una normativa assurda. Sono convinto che i suoi alleati se lo saranno comunque mangiato. C\'è anche da far presente che di 50 comunicati stampa c\'è voluto Marco Scaloni che ne facesse uno per denunciare la violazione di un regolamento...visto mai che se si dovesse applicare qualche sanzione nei confronti di un alleato potrebbe scattare qualche altra fuga e conseguente delegittimazione totale di qualche istituzione di \"ferro\"???<br />
<br />
stanco in vacanza a senigallia<br />

Bravo Scaloni!<br />
I regolamenti sono fatti per essere rispettati, se sono inutili bisogna abrogarli e non ignorarli sistematicamente come si fa in Italia.<br />
<br />
Alberto Bartozzi

Concordo con la proposta di Scaloni di modificare l\'articolo 41 del Regolamento del Consiglio Comunale, ma non nel senso di sopprimere ogni regola.<br />
Si riprenda tutto in audio-video, come già fà in audio Radio Duomo.<br />
Lo fanno anche altrove, per esempio al Consiglio Comunale di Ancona.<br />
Paradossale, ma non nuovo, è invece che nessun consigliere si sia accorto della violazione dell\'articolo vigente.<br />
Ma tanto, ad impreparati o menefreghisti che vuoi che importi : meglio urlarsi addosso per ottenere più visibilità.<br />
@Piaga : vedo che i 9 secondi ad intervento sull\'Arceviese ti sono rimasti impressi. Hai ragione, ma ti sei chiesto perchè in quell\'occasione le minoranze non abbiano urlato nei megafoni ?

Anche in quell\'occasione la minoranza urlò nei megafoni.<br />
<br />
Alberto Bartozz

Non hanno urlato nei megafoni perchè non si aspettavano di poter parlare per soli 9 secondi ... non viaggiano mica sempre con il megafono a portata di mano ...

Ho una teoria ... Paradisi e il Sindaco che dichiarano appena terminata la seduta, che denuncerà l\'opposizione, anche grazie al video di Conti ... sicuri che il video avrebbe rovinato l\'opposizione ( la frase volgarina di Ceresoni potrebbe far pensare a questo ) e invece dopo alcuni giorni Paradisi chiede di fare pace tra opposizione e maggioranza, pobabilmente dopo che il video rischiava di essere testimone pericoloso per una controdenuncia della minoranza ... E forse la premeditazione potrebbe non essere stata solo dell\'opposizione, ma anche della maggioranza che credeva di aver trovato il sistema per far fuori quelli a dx della sedia del Sindaco ...

A volte i commi permettono anche l\'indecenza. Di fronte ad essa che fare? Innanzitutto denunciarla. Nel limite del possibile, formalmente e nel dettaglio. Stare alla finestra non lo trovo molto \"civico\".<br />
<br />
La vicenda del video di Conti, che sarà pure lana caprina o - come ha scritto Luca Scattolini - la punta dell\'iceberg, non ha fatto e non farà fare bella figura a nessuno; semmai dimostra che i regolamenti si dimenticano appena finiti di scrivere!<br />
<br />
Marco Scaloni

Poche ciance.<br />
Lana caprina o no, si cambi regolamento e si chieda di poter riprendere integralmente le sedute del consiglio. Lor signori hanno qualcosa da nascondere? (secondo me si....) Se non hanno niente da nascondere si ammettano le telecamere e le riprese in aula e la loro diffusione sul web. Punto e basta.....<br />
Concordo con Scaloni.<br />
Se poi come dice Maddechè la questione può essere presa come pretesto dal consiglio comunale per fare bella figura sta all\'opinone pubblica sottolineare che ultimamente il comportamento del consiglio comunale è tutt\'altro che democratico.......Se questo non avviene e la stampa, la blogsfera, le associazioni e i pensionati seduti davanti al Comune se ne fregano....beh non è certo colpa di Scaloni...




logoEV
logoEV