Veltroni a Fini: “Diritto di voto agli immigrati”

1' di lettura Senigallia 02/09/2008 -

Gianfranco Fini ne parlò quando era vicepremier nel 2003, suscitando non poche polemiche all’interno del suo partito. Ora Walter Veltroni prende carta e penna, e ricordando esplicitamente quella presa di posizione, rilancia la proposta che anche gli immigrati votino per eleggere sindaci e presidenti di Provincia e Regione.



Nella lettera Veltroni avanza proposte concrete a Fini: “Nei prossimi giorni sarò primo firmatario di una proposta di legge costituzionale. E le chiedo fin d\'ora, con questa mia lettera, di adoperarsi per consentire la sua più ampia discussione da parte della Camera dei deputati e di accelerarne quanto più possibile l\'iter”.

Veltroni ribadisce nello scritto la necessità del diritto di voto agli immigrati nelle amministrative, e quello a essere eletti nelle istituzioni locali, visti come strumenti utili alla ricerca e promozione dell\'integrazione.

Così scrive il leader del Pd: “Il diritto di voto, la partecipazione, sono un vincolo, un\'ulteriore assunzione di responsabilità verso la comunità in cui si vive, e insieme uno strumento di integrazione e di condivisione di un comune patrimonio di valori civili”.

Le reazioni non si fanno attendere. Luca Vilontè dell’Udc così commenta: “Senza la cittadinanza, più seria nei tempi e nelle prove da superare, non è ragionevole immaginare di concedere il diritto di voto”. Una “proposta fuori dal mondo” per il leghista Luciano Dussin.


Sulla stessa linea Maurizio Gasparri: “La Costituzione non si cambia, la solidarietà agli immigrati in Italia è forte”. Ma reazioni negative arrivano anche dall’Italia dei Valori, Antonio di Pietro gela l\'iniziativa di Veltroni: “Non si metta a fare annunci anzi tempo e fuori tempo”.







Questo è un articolo pubblicato il 02-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 02 settembre 2008 - 4934 letture

In questo articolo si parla di immigrati, giulia angeletti, walter veltroni, Gianfranco Fini, fini, veltroni, diritto di voto


Bravo Walter! Finalmente qualcosa \"di Sinistra\", o se vogliamo \"di buon senso\". Ora ti riconosco.

Più che di \"Sinistra\" e di \"Buon senso\" questo ripensamento a me sembra più che altro il solito \"Opportunismo\" politico.<br />
La carenza di voti si fa sentire nel PD ed allora...<br />
Franco Giannini