PRC: la maggioranza è ormai alla frutta

luigi rebecchini 5' di lettura Senigallia 29/08/2008 - Il circolo del PRC \"Fabio Siena\" di Senigallia risponde a Verdi e Fabrizio Volpini riguardo l\'approvazione del Piano Cervellati.


Dopo aver negato la discussione di 5 mozioni (di cui 4 di Rifondazione) e, dopo aver fomentato, di fatto, l’aspra e ferma reazione delle opposizioni, dopo le minacce fisiche di Volpini e i gesti del Sindaco di invito di “andare a casa” rivolto alle opposizioni, questa maggioranza ormai alla frutta (ieri è uscito dal PD l’ex capogruppo della Margherita, Andrea Bacchiocchi) è giunta alle azioni legali con una denuncia alla Procura della Repubblica. La prepotenza segue il suo copione presentandosi come vittima per nascondere il proprio ruolo di carnefice. In tale contesto, gravi sono le responsabilità del Presidente del Consiglio, Silvano Paradisi, il quale si è guardato bene di proporre una mediazione tra le esigenze dei diversi gruppi consiliari, come avrebbe dovuto essere suo compito istituzionale.



Oggi afferma che se fosse lui l’ostacolo al dispiegarsi di una corretta dialettica istituzionale, sarebbe pronto alle dimissioni: lo faccia. Si, è sua la responsabilità maggiore di quanto è accaduto in aula secondo una regia preordinata: le mozioni dovevano essere annullate posticipando la loro discussione. Faziosa è da tempo la sua condotta e, quindi, lasci il suo incarico ad altri con maggiori doti di autonomia dalla Giunta, della quale egli è divenuto parte attiva. Schiavoni e Primavera affermano che noi cerchiamo visibilità a basso costo; rispondiamo che abbiamo sempre guardato con favore molti contenuti del Piano Cervellati e martedì scorso eravamo pronti a dare il nostro contributo di idee e proposte per migliorare quegli aspetti che meno ci convincevano, ma ci è stato impedito. Il fatto è che le nostre proposte di non edificare Piazza Simoncelli e di destinare alla cultura Palazzo Gherardi avrebbero trovato ampia condivisione nella maggioranza, ma ciò avrebbe infastidito molti (e certamente il Sindaco) che, prima di accogliere o meno una proposta, non valutano la bontà dei contenuti e guardano solo chi l’ha avanzata. Ciò che conta per loro è la targa, quella ricerca di visibilità a tutti i costi di pochi che poi, con ipocrisia, imputano ad altri come colpa.



A Volpini dico che siamo orgogliosi di avere come segretario nazionale una persona rispettabilissima e profondamente democratica come Ferrero. Evidentemente l’intolleranza del segretario cittadino del PD, Volpini, sostenuto dai verdi locali, è cresciuta di molto in questo periodo. Tornando sulle questioni del piano Cervellati, anticipiamo che non faremo cadere le nostre proposte, le porteremo avanti con determinazione. Per maggiore chiarezza e per entrare nel merito, riteniamo di sintetizzarle qui di seguito.



PROPOSTE SUL PIANO CERVELLATI

1. SULLA CASA

Almeno il 50 % delle nuove superfici ottenute dai ripristini o sopraelevazioni venga destinato a edilizia sovvenzionata anche attraverso l’intervento dell’ERAP o a edilizia agevolata riservata alla costruzione di prime abitazioni; l’edilizia convenzionata proposta dalle Norme Tecniche di Attuazione non fornisce sufficienti garanzie sul piano sociale. La Giunta Municipale deve presentare un programma di attuazione che individui nell’insieme delle superfici rese disponibili dal Piano Particolareggiato quelle da riservare agli interventi di cui sopra, avendo cura di destinare ad essi quelle aree che possano valutarsi come confacenti per una effettive realizzazioni in tempi appropriati.


2. SU PIAZZA SIMONCELLI

Eliminare del Piano Particolareggiato del Centro Storico della Città di Senigallia la previsione di edificare Piazza Simoncelli, che contrasta con l’uso che la città ha assunto negli ultimi decenni relativamente a tale piazza, utilizzata, oltre che per il mero parcheggio delle auto, per manifestazioni pubbliche, mercati, mostre, feste cittadine e altre attività che abbisognano di ampi ed adeguati spazi all’aperto non reperibili altrove nel centro cittadino. Impegnare la Giunta Municipale ad elaborare un progetto urbanistico di riqualificazione che ne conservi gli usi civici sopra ricordati e meglio la connoti come luogo della memoria per aver ospitato il Ghetto della locale comunità israelitica.


3. SU PALAZZO GHERARDI Dichiarare Palazzo Gherardi patrimonio pubblico indisponibile per la vendita o la cessione a qualsiasi titolo a privati, comprendendo il medesimo nella tipologia storica specialistico civile. Impegnare la Giunta Municipale ad elaborare e presentare al Consiglio un progetto per Palazzo Gherardi che includa, tra l’altro, l’eventualità di renderlo sede permanente delle attività legate alla fotografia ed alla figura di Mario Giacomelli, anche avvalendosi dell’indizione di un concorso pubblico di idee;


4. SUL RIONE PORTO

Eliminare dal Piano Particolareggiato del Centro Storico della Città di Senigallia la previsione delle edificazioni di ripristino relative a Via Corfù, per mantenere una strada di collegamento interno al Rione stesso tra le diverse vie, che non sarebbero più intercomunicanti se non alle estremità, fatto che contrasterebbe con abitudini consolidate nei decenni ed inciderebbe negativamente sulla vivibilità complessiva del quartiere. Impegnare la Giunta Municipale ad elaborare uno studio che valuti la congruità dell’intervento urbanistico nel Rione con la situazione di rischio molto elevato” (R4, il più alto) di esondazione riconosciuta dai vigenti strumenti della Regione Marche (Piano di Assetto Idrogelogico -PAI- , tavola RI 14). Impegnare la Giunta Municipale a: a) predisporre un percorso partecipativo con gli abitanti del Rione Porto circa l’insieme delle previsioni del Piano stesso riguardanti il quartiere; b) recepire gli eventuali rilievi avanzati dai cittadini, presentandoli come proprie osservazioni al Piano Particolareggiato per il successivo esame del Consiglio Comunale.


da Circolo del PRC \"Fabio Siena\" di Senigallia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 29 agosto 2008 - 3069 letture

In questo articolo si parla di rifondazione comunista, luigi rebecchini, politica, senigallia, Circolo del PRC \"Fabio Siena\" di Senigallia





logoEV
logoEV