Un racconto di Mohamed Malih su \'Lo sguardo dell\'altro\'

Mohamed Malih 2' di lettura Senigallia 26/08/2008 -

Lo scorso Aprile Mohamed è apparso in redazione chiedendo: \"Hai una mia foto?\".
Non ne avevo una decente così abbiamo scattato una nuova foto. \"Ma a cosa ti serve?\" Con una certa abilità Mohamed ha glissato la domanda ed io ho dimenticato l\'episodio. Almeno fino a questa mattina quando ho rivisto quella stessa foto nell\'anteprima del libro Lo sguardo dell\'altro, in libreria da Settembre.



Mohamed Malih è uno tra i più noti ed apprezzati blogger senigalliesi. Nonostante non sia di madrelingua italiana ha una proprietà di linguaggio davvero notevoli, da fare invidia a chiunque abbia velleità di scrittura.


Il suo racconto si intitola Traducendo Kamal. \"Mohamed è stato scelto perché ha vinto il concorso per scrittori migrati - dice la curatrice Silvia De Marchi - la particolarità del racconto è lo sguardo diverso su questo oggetto, il divano.
Gli immigrati di solito scrivono molto dei problemi della loro immigrazione, mentre lui ha un punto di vista completamente altro. Siamo abituati a vedere l\'immigrato come una persona che lavora freneticamente, in questo caso invece c\'è quesi un elogio della comodità e del riposo.
L\'espediente letterario di fingere una traduzione è degno di uno scrittore provetto
\".


Molto significativa la presentazione che sul volume si fa dello scrittore senigalliese d\'adozione: \"Nato a Casablanca nel 1967. In Italia da troppi anni. Venuto in Italia per studiare (ingegneria chimica) dopo pochi esami, ha lasciato l\'università e si è dato al divano.
Attualmente vive di lavori saltuari come ad esempio il mediatore culturale.
Stracomunitari è il nome del suo blog (www.malih.senigallia.biz)
\".


Nel complesso il racconto è molto ben scritto e racchiude, nella sua apparente semplicità e leggerezza, molti temi di riflessione. Peccato dover aspettare settembre per poterene tenere una copia in mano.

Lo sguardo dell\'altro è edito da Mangrovie, una casa editrice specializzata nella letteratura migrante.








Questo è un articolo pubblicato il 26-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 agosto 2008 - 12023 letture

In questo articolo si parla di libri, cultura, michele pinto, immigrati, mohamed malih, lo sguardo dell\'altro





logoEV
logoEV